0 4 minuti 1 anno

 

Martedì scorso, fanatici colonizzatori israeliani illegali hanno attaccato una donna americana di 64 anni vicino a Hebron, nella parte meridionale della Cisgiordania occupata, provocandole la perdita di conoscenza a causa di una frattura del cranio e di un’emorragia interna.

Yuval Abraham, un giornalista di 972 Magazine, una rivista indipendente online senza scopo di lucro gestita da giornalisti palestinesi e israeliani, ha affermato che “i colonizzatori mascherati provenivano da Havat Ma’on”, un avamposto colonialista illegale installato su terre palestinesi rubate vicino a Hebron.

Abraham ha detto che i colonizzatori hanno colpito Cassandra Auren, una cittadina americana di 64 anni e madre di due figli del Wisconsin, con una mazza nella parte posteriore della testa mentre si trovava con un altro attivista per la pace dall’Italia sulle terre palestinesi che i colonizzatori stanno cercando di occupare illegalmente.

La donna è stata ricoverata in ospedale per due giorni riportando una frattura del cranio ed emorragia interna.

Abraham ha aggiunto che Cassandra stava aiutando i contadini palestinesi sulla terra di un abitante del villaggio quando un gruppo di coloni l’ha attaccata.

L’attacco è avvenuto in una comunità vicino a Masafer Yatta, parte dei confini municipali della città di Yatta, a sud-ovest di Hebron.

Masafer Yatta è un agglomerato di diciannove villaggi palestinesi, 14-24 chilometri a sud di Yatta, e sono soggetti a continue violazioni da parte dei soldati e dei colonizzatori paramilitari a causa dei continui tentativi israeliani di allontanare i palestinesi dall’area per costruire ed espandere l’illegale colonie su terre palestinesi rubate.

A maggio Israele ha deciso di sfrattare e sfollare più di 1000 palestinesi da Masafer Yatta, per utilizzare l’area come zona di addestramento per il suo esercito di occupazione.

Il 16 maggio 2022, l’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani dell’Alto Commissario (OHCHR) ha dichiarato: “Gli esperti delle Nazioni Unite per i diritti umani hanno chiesto urgentemente a Israele e alla comunità internazionale di fermare gli sgomberi forzati, lo spostamento arbitrario e il trasferimento forzato delle comunità palestinesi da Masafer Yatta nella Cisgiordania occupata”.

“A seguito della sentenza dell’Alta Corte di giustizia israeliana all’inizio di questo mese, circa 1.200 residenti palestinesi di Masafer Yatta, tra cui 500 bambini, affrontano rischi imminenti di sgomberi forzati, spostamenti arbitrari e trasferimento forzato, in grave violazione dei diritti umani e umanitari internazionali leggi”, hanno detto gli esperti.

“Stiamo monitorando con preoccupazione le ultime informazioni che indicano che le forze israeliane hanno demolito strutture nelle comunità Masafer Yatta di Khribet al Fakhiet e al-Markez. Queste demolizioni li mettono a rischio immediato di trasferimento forzato”.

Il 4 maggio, l’Alta Corte di giustizia israeliana ha respinto i ricorsi contro gli ordini di sgombero emessi nei confronti degli abitanti palestinesi di Masafer Yatta, l’area designata come sito di addestramento militare chiuso, “Firing Zone 918”, a sud di Hebron. La decisione pone effettivamente fine al procedimento legale durato più di due decenni, consentendo così alle forze israeliane di liberare e utilizzare l’area per l’addestramento militare. 

Sorgente: Israeli Colonizers Injure An American Citizen Near Hebron – – IMEMC News


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.