0 2 minuti 2 anni

Alfredo Cospito, prigioniero politico anarchico, è in sciopero della fame per protesta contro il regime del 41 bis dal 20 ottobre. L’allarme dei medici: “Preoccupante calo di potassio necessario per il corretto funzionamento dei muscoli involontari tra cui il cuore”. “Attualmente ha perso 35 kg e ha avuto un preoccupante calo di potassio necessario per il corretto funzionamento dei muscoli involontari tra cui il cuore. I medici, allarmati dal peggioramento, gli hanno somministrato degli integratori specifici”, riferisce il suo difensore l’avvocato Flavio Rossi Albertini.

Nei giorni scorsi la difesa di Cospito ha presentato ricorso in Cassazione contro l’ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di Roma che il 19 dicembre ha rigettato il ricorso contro l’applicazione, nei suoi confronti, del regime carcerario speciale del 41 bis.

Nei giorni scorsi l’avvocato Albertini aveva riferito che il suo assistito “è lucido, determinato, consapevole delle conseguenze della sua scelta”, e che non intende arretrare. Ora, dopo l’ordinanza del Tribunale di sorveglianza di Roma, resta solo il ricorso in Cassazione. I tempi della giustizia rischiano di non coincidere con quelli di un corpo che deperisce per affermare il proprio diritto alla dignità.

Sorgente: Peggiorano le condizioni di Cospito: “Ha perso 35 chili. Il suo cuore potrebbe fermarsi” – Osservatorio Repressione


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.