0 9 minuti 1 anno

Stati Uniti e aiuti ai carri armati degli alleati occidentali per “trascinare ulteriormente la Russia e l’Ucraina nel pantano, allontanare ulteriormente la fine del conflitto”
Pubblicato: 26 gennaio 2023 19:45

 

Un carro armato M1 Abrams dell’esercito americano spara un colpo durante la seconda esercitazione militare annuale “African Lion” nella regione di Tan-Tan, nel sud-ovest del Marocco, il 30 giugno 2022. Foto d’archivio: AFP

Sebbene non sia chiaro come ciò aiuterà l’esercito ucraino a migliorare le sue capacità di combattimento, l’annuncio da parte di Stati Uniti e Germania che forniranno all’Ucraina carri armati offensivi trascinerà senza dubbio Russia e Ucraina in un pantano, allontanando ulteriormente la fine di questo conflitto .

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato mercoledì che la sua amministrazione fornirà all’Ucraina 31 carri armati M1 Abrams di fabbricazione statunitense, che secondo la Russia sarebbero il suo obiettivo se dovessero essere utilizzati nel conflitto in corso tra Mosca e Kiev.

Nel frattempo, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato la decisione del suo governo di fornire i carri armati Leopard 2 della Germania come parte del suo sforzo per rafforzare il sostegno militare tedesco all’Ucraina.

Dopo gli Stati Uniti e la Germania, si prevede l’adesione di altri alleati. Polonia, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Finlandia sono nella lista. In totale, gli alleati europei dell’Ucraina invieranno in prima linea circa 80 veicoli cisterna, ha riferito Politico mercoledì sera.

La mossa ha peggiorato la già complessa situazione del conflitto tra Russia e Ucraina.

Mercoledì, durante una conferenza stampa a Mosca, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha accusato i paesi occidentali di aver inviato carri armati in Ucraina, affermando che non ci sono prospettive per la ripresa dei colloqui di pace tra Russia e Ucraina. Peskov ha osservato che se i carri armati Abrams vengono consegnati all’Ucraina, “bruceranno come tutti gli altri carri armati”, ma poiché sono costosi, i contribuenti europei sopporteranno l’onere finanziario mentre “gli americani, come sempre, rimarranno almeno con i propri, e molto probabilmente – con buoni profitti.”

Gli analisti cinesi hanno notato che anche se non è sicuro che le truppe ucraine possano gestire le armi aggressive avanzate fornite dai suoi alleati occidentali, la situazione attuale “non è positiva”.

Gli analisti avvertono che le azioni dei paesi occidentali che interferiscono ulteriormente nel conflitto si intensificheranno e porteranno persino l’attuale conflitto Russia-Ucraina a raggiungere un “livello di confronto inimmaginabile”.

Un’azione delicata

Dalle armi difensive ai carri armati aggressivi, l’Occidente ha gradualmente aumentato la sua assistenza militare all’Ucraina. Tuttavia, rimangono interrogativi su come i carri armati aiuteranno le truppe ucraine e influenzeranno il corso del conflitto Russia-Ucraina, hanno osservato gli analisti.

“Ora il conflitto tra Ucraina e Russia è principalmente sulla terraferma, quindi le principali prestazioni sul campo di battaglia dipendono principalmente dalla qualità e dalla capacità delle armi e dei soldati. Al momento, l’Ucraina ha ovviamente un ruolo passivo”, Li Haidong, professore presso ha dichiarato giovedì al Global Times l’Istituto di relazioni internazionali della China Foreign Affairs University.

“La Russia ha forti capacità di combattimento terrestre, mentre gli Stati Uniti e la Germania vogliono migliorare le capacità militari dell’Ucraina fornendo i principali carri armati all’Ucraina”, ha affermato. “Queste armi da guerra terrestre miglioreranno senza dubbio la forza militare dell’Ucraina, ma sul campo di battaglia molti fattori giocheranno un ruolo, tra cui il dispiegamento strategico militare e la qualità dei soldati”.

Una fonte militare anonima ha osservato che “l’Ucraina utilizza armi e attrezzature temporaneamente supportate da vari paesi e potrebbe dover affrontare problemi di insufficiente addestramento del personale e insufficiente supporto logistico”.

I “complessi componenti elettronici e in particolare i loro sistemi di propulsione a turbina a gas” dell’M1 Abrams potrebbero renderli particolarmente difficili da utilizzare e mantenere, secondo The Warzone, un sito web di analisi della difesa. “In altre parole, gli Stati Uniti non possono semplicemente inviare i loro M1 in Ucraina”, afferma il sito web.

Inoltre, i carri armati forniti dagli Stati Uniti e dalla Germania sono tutti carri armati principali per servizio pesante, che funzionano bene in inverno. Ma in primavera e in estate, quando le strade diventano fangose, le prestazioni dei carri armati ne risentirebbero, ha detto l’analista militare. “Al contrario, i carri armati russi T72 e T90, che sono più leggeri, hanno una maggiore mobilità”.

“In questa fase, la fornitura di armi (sistemi di difesa aerea, carri armati pesanti, missili a piccolo e medio raggio) aiuterà l’esercito ucraino a tenere il fronte e prolungare il conflitto, aumentando le perdite da entrambe le parti”, ha dichiarato Sergey Biryukov, un professore presso il Siberian Institute of Management di Novosibirsk in Russia, ha dichiarato giovedì al Global Times.

Tuttavia, Biryukov riteneva che i carri armati forniti dagli Stati Uniti e dai paesi della NATO fossero “

Allo stesso tempo, la fornitura all’Ucraina di missili a lungo raggio e aerei da combattimento prodotti dai paesi della NATO può contribuire a una significativa escalation della situazione; tuttavia, credo che sia improbabile che una tale consegna avvenga nel prossimo futuro, ha affermato Biryukov.

Il 2 novembre 2022 a Washington, DC, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden pronuncia osservazioni sulla conservazione e la protezione della democrazia.  Foto: AFP

Foto: AFP


Gettare benzina sul fuoco

Le linee di fondo della Russia vengono costantemente violate. C’è qualcosa di terrificante nell’accaparramento di una potenza nucleare, hanno notato gli analisti.

Dopo l’annuncio di Biden e Scholz, le risposte dalla Russia e le analisi di esperti militari e di relazioni internazionali hanno suggerito che i carri armati porteranno a un ulteriore contrattacco contro la Russia, rendendo più imprevedibile la fine del conflitto.

L’ambasciatore russo in Germania Sergey Nechaev ha condannato la decisione della Germania di inviare carri armati per sostenere le difese ucraine, dicendo che è “estremamente pericoloso” e spingerà la guerra a un “nuovo livello di confronto”.

L’ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov ha dichiarato mercoledì che qualsiasi consegna di carri armati americani all’Ucraina sarebbe considerata come “

“Se gli Stati Uniti decidono di fornire carri armati, sarà impossibile giustificare tale passo con argomentazioni sulle ‘armi difensive'”, ha detto l’inviato. “Questa sarebbe un’altra sfacciata provocazione contro la Federazione Russa”.

Giovedì, la Russia ha lanciato dozzine di missili verso l’Ucraina. Il portavoce militare ucraino Yuriy Ignat ha dichiarato che “Ci aspettiamo più di 30 missili, che hanno già iniziato ad apparire in vari territori. I sistemi di difesa aerea sono operativi”, ha riferito AFP.

“L’escalation del conflitto può essere assicurata dall’Occidente che fornisce all’Ucraina missili a lungo raggio e aerei da combattimento in quantità significative, nonché dal dispiegamento di infrastrutture militari della NATO in Ucraina senza il coinvolgimento ufficiale dell’Alleanza del Nord Atlantico nel conflitto, ” Ha affermato il professor Biryukov, aggiungendo che la Polonia o la Romania, in quanto “junior” della NATO, unendosi ufficialmente al conflitto potrebbero anche innescare l’escalation.

Allo stesso tempo, va riconosciuto che il confine tra l’escalation e il corso “normale” del conflitto militare in Ucraina è piuttosto sottile e condizionato, ha affermato.

Biryukov ritiene che solo un grave conflitto militare in un’altra regione del mondo, un forte aumento della crisi economica nei paesi occidentali o la destabilizzazione su larga scala dell’attuale regime politico in Ucraina a causa di fattori interni possano distrarre gli Stati Uniti e la NATO dal conflitto Russia-Ucraina e allentare l’attuale tensione.

“Il raggiungimento di un accordo strategico tra la Russia e i paesi occidentali sulla riduzione dell’escalation e la fine del conflitto sembra improbabile oggi”, ha osservato.

Li Haidong ha affermato che “tutto sommato, gli Stati Uniti intendevano utilizzare l’Ucraina per consumare la Russia e raggiungere finalmente l’obiettivo di isolare definitivamente la Russia dall’Europa. “Sebbene questo obiettivo sia difficile da raggiungere, gli Stati Uniti e i suoi alleati occidentali sacrificheranno l’Ucraina, ma mai a spese dei propri.”

Sorgente: Gli aiuti dei carri armati degli Stati Uniti e degli alleati occidentali per “trascinare ulteriormente la Russia e l’Ucraina nel pantano, allontanare ulteriormente la fine del conflitto” – Global Times


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.