0 2 minuti 2 anni

Le autorità egiziane hanno arrestato un uomo sospettato di aver ucciso Suher Al-Ansari, soprannominata la “Signora della bontà”, e di averle rubato 90 dollari nella città di Damanhur, nel governatorato di Beheira, ha annunciato ieri il ministero dell’Interno.

La dichiarazione afferma che il sospetto, che era l’autista della donna, ha confessato di aver commesso il crimine, spiegando che era solito guidare la vittima a consegnare donazioni a enti di beneficenza in città e ai bisognosi.

Nel loro ultimo viaggio, l’imputato ha fermato l’auto con falsi pretesti e l’ha aggredita con una spranga di ferro, che l’ha portata alla morte. Poi ha scaricato il suo corpo e ha rubato le sue cose.

LEGGI:  ​​Egitto: Sisi afferma che il governo non ridurrà la spesa per i progetti 

Muhammad Abdo, il figlio della vittima, ha detto che l’autista ha tradito sua madre per una piccola somma di denaro e alcuni gioielli d’oro.

Ha spiegato che al momento della sua morte, sua madre aveva in suo possesso 2.000 sterline egiziane ($ 90) che stava consegnando a una sposa orfana.

“L’assassino aveva preso in prestito 5.000 sterline egiziane ($ 202) da mia madre, e le ha restituito solo 2.000 a rate. Aveva cancellato il saldo dovuto”, ha aggiunto, spiegando che sua madre si fidava dell’autista.

Sorgente: Egypt arrests man who murdered lady for $90 – Middle East Monitor


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.