0 3 minuti 2 anni

 

Un nuovo Comunicato stampa del 9 dicembre 2022 da parte del Consiglio Europeo a tema… vaccini.

Sorpresi eh?

Il titolo:” Vaccinazione: il Consiglio invita a combattere l’esitazione vaccinale e a rafforzare la cooperazione dell’UE“.

Si legge: “I ministri UE della Salute hanno approvato conclusioni del Consiglio sulla vaccinazione come uno degli strumenti più efficaci per prevenire le malattie e migliorare la salute pubblica. Hanno sottolineato che gli Stati membri potrebbero beneficiare di un approccio dell’UE ancora più coordinato alla prevenzione e alla limitazione della diffusione di epidemie e malattie prevenibili da vaccino. Le conclusioni si concentrano su due settori d’intervento: combattere l’esitazione vaccinale e prepararsi alle sfide future mediante la cooperazione dell’UE.

Non si vede la fine del tunnel, piuttosto un rinnovato e vigoroso europeista invito a non abbassare la guardia nei confronti dell’esitazione vaccinale e della disinformazione, da costoro intesa come pluralità di informazione.

Reduci da un blocco della monetizzazione e censura da parte di Google Facebook (anche TikTok), noi di Eventi Avversi News che in questi ultimi due anni abbiamo cercato di offrire – nei nostri limiti – un’alternativa alla monocorde narrazione del mainstream ( quella del sicuro ed efficace/tachipirina e vigile attesa per intenderci), è probabile che nei prossimi tempi saremo anche accusati di terrorismo.

Nel comunicato infatti, non si perde l’occasione di rammentare che L’OMS nel 2019 ha già classificato l’esitazione vaccinale tra le dieci maggiori minacce per la salute mondiale.

Più vivo che mai il progetto del CERTIFICATO DIGITALE

Le conclusioni cui approdano i nostri prodi ministri europei della salute “sottolineano la necessità di trarre insegnamenti dalla pandemia di COVID-19 per essere meglio preparati alle future crisi di salute pubblica. Nel corso della pandemia l’UE ha assistito all’emergere di una serie di soluzioni e strumenti che possono essere utili nel combattere le malattie prevenibili da vaccino”, soluzioni utili le definiscono.

La digitalizzazione, con la raccolta e lo scambio di dati a livello di UE e la creazione del certificato COVID digitale dell’UE, e la cooperazione nell’approvvigionamento, nell’acquisto e nella distribuzione di vaccini a livello di UE sono state tappe importanti nel settore della sanità pubblica“.

Sorgente: Comunicato stampa del Consiglio dell’UE. Il tema? Indovinate – eVenti Avversi


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.