0 2 minuti 2 anni

Arabia Saudita – L’organizzazione per i diritti umani Sanad afferma che la magistratura saudita ha condannato a morte altri sei prigionieri di coscienza. Il regno svolge processi segreti e sentenze controverse come strumento per reprimere ulteriormente i prigionieri politici e possibilmente eliminarli.L’organizzazione per i diritti umani, che difende i diritti politici e civili in Arabia Saudita, ha affermato che i verdetti sono stati emessi indipendentemente dalle proteste e dalle critiche internazionali per le esecuzioni arbitrarie di cittadini sauditi per mano del governo.Sanad ha riferito che le condanne a morte sono state emesse contro Mohammed Al Tahnoon, Mustafa Abu Shaheen, Abdullah Ghazwi, Zuhair Al Samkhan, Mohammed Al Masbah e Razi al-Shayib. Secondo il gruppo per i diritti umani, le nuove condanne a morte portano a oltre 60 il numero dei dissidenti incarcerati che rischiano l’imminente esecuzione.Sanad ha anche sottolineato che il regime dell’Arabia Saudita ignora gli avvertimenti internazionali al riguardo e continua a emettere arbitrariamente condanne a morte contro i suoi oppositori politici.Alla fine di ottobre, l’Organizzazione saudita europea per i diritti umani ha dichiarato in un rapporto che i tribunali dell’Arabia Saudita avevano condannato a morte più di una dozzina di attivisti anti-regime a seguito di processi iniqui e sulla base di confessioni estorte con torture e maltrattamenti. L’organizzazione internazionale per i diritti umani ha affermato che le autorità saudite hanno emesso la pena capitale contro altri 15 prigionieri di coscienza.

Sorgente: Arabia Saudita condanna a morte altri sei dissidenti politici – Il Faro sul Mondo


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.