0 2 anni

E? di oltre 40 morti il bilancio degli scontri armati avvenuti nelle ultime 48 ore tra le forze del governo della Siria appoggiate dalla Russia e i militanti dello Stato islamico (Is). Secondo l?Osservatorio siriano per i diritti umani, un?organizzazione non governativa con sede a Londra ma radicata in Siria con una rete di attivisti, i combattimenti e gli attacchi aerei russi nel deserto di Homs hanno portato all?uccisione di 18 combattenti filo-governativi e di 26 militanti dell?Is. Le ostilità sono iniziate nella notte tra giovedì 2 luglio e venerdì 3 luglio con un attacco jihadista alle posizioni governative vicino alla città di Al Sukhna. Il sedicente ?califfato? esteso in gran parte della Siria e dell?Iraq nel 2014 non esiste più, ma le bandiere nere sono ancora presenti nel vasto deserto siriano di Badia, dal quale conducono spesso attacchi.


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.