Multe e sequestri delle Ong sempre annullate dai tribunali – la Repubblica

Multe e sequestri delle Ong sempre annullate dai tribunali – la Repubblica
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Le mega ammende del 2019 sempre cancellate dai tribunali

RomaLe megamulte del primo decreto sicurezza non le ha mai pagate nessuno. I tribunali civili della Sicilia a cui le Ong “punite” da Salvini hanno fatto ricorso le hanno sempre annullate, le navi sequestrate sempre riconsegnate alle organizzazioni umanitarie. Unica eccezione la Iuventa, ancora sotto sequestro a Trapani nell’ambito dell’unico processo a carico di esponenti di Ong che, dopo 5 anni, non riesce neanche ad entrare nel vivo.

«Noi — racconta Beppe Caccia, armatore di Mediterranea Saving human — abbiamo ricevuto due multe, una da 65.000 euro per la Alex e una da ben 300.000 euro per la Mare Jonio nell’estate 2019. Ed entrambe le imbarcazioni furono poste sotto sequestro. Provvedimenti amministrativi punitivi fortemente voluti da Salvini e talmente inconsistenti che il tribunale civile cui ci siamo subito appellati non ha avuto esitazioni a darci ragione. Pensate che alla Alex, pur di arrivare alla reiterazione della condotta che giustificava il sequestro, fu contestato un involontario scarrocciamento di qualche centinaio di metri nelle acque italiane mentre la Mare Jonio fu sequestrata dopo il suo ingresso a Lampedusa, regolarmente autorizzato dalla Capitaneria di porto. La nave era anche vuota visto che i naufraghi erano stati già trasbordati su alcune motovedette italiane. In quel caso a notificarci la multa da 300.000 euro e il sequestro fu la guardia di finanza su input del Viminale. Poi è finita come è finita e con la modifica del decreto sicurezza e la cancellazione delle sanzioni amministrative tutte le multe sono state azzerate».

Cancellate anche le altre due uniche multe comminate nell’era Salvini: quella alla Sea Watch 3 di Carola Rackete in occasione dell’entrata di forza a Lampedusa a giugno 2019 e quella alla Eleonore della ong tedesca Missione Lifeline, condotta fin dentro il porto di Pozzallo dal comandante Claus Peter Reisch dopo la dichiarazione dello stato di emergenza. Anche in quest’ultimo caso, multa da 300.000 euro e sequestro dell’imbarcazione. Tutto annullato dal tribunale civile di Ragusa che dichiarò la prevalenza del diritto internazionale e dell’obbligo di soccorso sui decreti sicurezza. Principi a cui, successivamente, la Cassazione che ha definitivamente prosciolto Carola Rackete ha messo il sigillo definitivo. <SC2003,8212> a.z.

Sorgente: Multe e sequestri delle Ong sempre annullate dai tribunali – la Repubblica

Spread the love
seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Luna Rossa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: