1 2 minuti 2 anni

Un sindaco fascista

Il sindaco di Pennabilli Mauro Giannini dopo le sue esternazioni su FB (“sono nato con la camicia nera e morirò con la camicia nera”) che hanno fatto il giro dell’Italia indignando la comunità democratica del nostro paese, è rientrato in silenzio assoluto su questo argomento. Giannini confida nella famosa frase di Eduardo De Filippo: “Ha da passà ‘a nuttata”. Io penso che invece non debba passare proprio nulla. Dopo le prese di posizione nette del Pd dell’Anpi e di altre associazioni, ho anche registrato il silenzio di rappresentanti delle istituzioni. No la “nuttata” non deve passare. Ha ragione il presidente della Regione Stefano Bonaccini: “Chieda scusa o si dimetta da sindaco”. Giannini non vuole fare nulla. Non è pensabile che sia finita qui. Altrimenti significa che abbiamo sdoganato anche i sindaci fascisti. Sarebbe utile una manifestazione nazionale a Pennabilli contro il fascismo. Non si può e non si deve dimenticare.

Sorgente: Un sindaco fascista in Valmarecchia, le destre di Riccione nel pallone – Chiamamicitta


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.

Un commento su “Un sindaco fascista in Valmarecchia, le destre di Riccione nel pallone – Chiamamicitta

  1. TUTTI GLI ITALIANI DEVONO BOICOTTARE PENNABILLI SI DEVONO VERGOGNARE FASCISTI