Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi: Putin nel Donbass ‘quando sarà il momento’ – la Repubblica

Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi: Putin nel Donbass ‘quando sarà il momento’ – la Repubblica

6 Settembre 2022 0 Di Luna Rossa
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Atteso per oggi il report dell’Aiea sulla situazione alla centrale di Zaporizhzhia. Tra l’Europa e Putin continua il braccio di ferro sul gas. La Russia sta pensando di incrementare le proprie esportazioni energetiche verso l’Oriente per evitare le ripercussioni legate alle sanzioni imposte dopo l’invasione. 

Questo pomeriggio la Commissione Ue ha adottato la sospensione degli accordi sui visti per i cittadini russi. Si tratta di un provvedimento che implica la possibile revisione di un milione di casi.

Sul campo continua la controffensiva Ucraina a sud così come i bombardamenti russi nel Donbass e su Kharkiv. In Russia Putin ha incontrato il ministro della Difesa Shoigu al margine delle esercitazioni con la Cina Vostok2022.

 

Inchiesta esclusiva La spia russa che ha infiltrato la Nato in Italia

Crisi energetica, Carfagna: “Parole di Zakharova sono una vera e propria minaccia”

Le dichiarazioni di Maria Zakharova, portavoce del ministero degli esteri russo sono “una vera e propria minaccia”. Lo dice la ministra per il Sud Mara Carfagna a L’intervista su Skytg24. “Credo anche che gli italiani sappiano – aggiunge – che la drammatica crisi energetica che stiamo vivendo è il frutto dell’aggressione russa all’Ucraina prevalentemente. E’ una minaccia – mi chiedo – con quale obiettivo? Sollecitare gli italiani a votare per i partiti che sono più indulgenti nei confronti di Mosca? Penso ad alcune dichiarazioni di Conte e Salvini”. “Salvini – precisa Carfagna – continua a parlare di ritiro delle sanzioni, raccontando la realtà parallela che racconta, cioè che le sanzioni non stanno funzionando. Detto da uno che si è fatto organizzare e pagare un viaggio in Russia… è bene che gli italiani sappiano che questa persona si candida a essere il ministro dell’interno del governo Meloni. Non è molto rassicurante”, conclude la ministra.

 

 

Ucraina, la commissione Europea sospende l’accordo dei visti con la Russia

La Commissione europea ha proposto di sospendere completamente l’accordo del 2007 che facilita il rilascio dei visti ai cittadini russi. E’ quanto si legge in una nota in cui si legge che la Russia, che sta conducendo una “guerra di aggressione”, non deve “beneficiare di agevolazioni per i visti fino a quando continua a condurre la sua politica estera distruttiva e l’aggressione militare nei confronti dell’Ucraina, dimostrando un completo disprezzo per l’ordine internazionale. Il provvedimento, si precisa nella nota, “significa che i cittadini russi non godranno più di un accesso privilegiato all’Ue e dovranno affrontare una procedura di richiesta del visto più lunga, più costosa e più complicata”.

 

 

 

Ucraina, Zelensky: “I russi pagheranno per ogni bomba, libereremo Ucraina”

“Un altro missile colpisce le città ucraine da parte del Paese aggressore. In mattinata a Kharkiv un condominio nella parte centrale della città è stato distrutto e l’edificio amministrativo è stato danneggiato. Un incendio è scoppiato in un deposito di petrolio a Kryvyi Rih. Per ogni attacco, gli occupanti dovranno affrontare punizioni e punizioni eque”. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky su Telegram. “Continueremo a liberare la nostra terra ucraina passo dopo passo. È impossibile spezzarci”,

Ucraina, Kiev: “Il Cremlino sogna che gli europei vivano male come i russi”

“Il Cremlino sogna che gli europei vivano male come i russi”. Lo ha scritto su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Mosca “vuole tariffe esorbitanti e mancanza di rifornimenti”, ha scritto Podolyak, aggiungendo che “se l’Ucraina abbandona la resistenza, il prezzo che l’Occidente dovrà pagare sarà enorme. Il miglior investimento per la sicurezza e il benessere dell’Europa è l’investimento nell’immediata vittoria dell’Ucraina”.

 

Ucraina, Kiev: “Città Zaporizhzhia senza elettricità dopo una forte esplosione”

Una potente esplosione è stata udita a Energodar, la città nella regione di Dopo le 12:00, una potente esplosione è esplosa nella città di Energodar, nella regione di Zaporizhzhia, dove si trova la centrale nucleare. Lo ha riferito il sindaco, Dmytro Orlov, aggiungendo che la città è senza elettricità.

 

La  Cina pagherà in rubli e yuan il gas russo

La Cina pagherà in rubli e yuan per le forniture di gas russo attraverso il gasdotto Sila Sibiry. Un accordo in questo senso, scrive il sito del quotidiano del mondo imprenditoriale russo Kommersant, è stato firmato tra il presidente della Gazprom, Alexei Miller, e quello della compagnia cinese Cnpc, Dai Houliang. Secondo quanto riferisce in un comunicato la Gazprom, durante l’incontro, avvenuto in videoconferenza, sono stati anche firmati accordi aggiuntivi all’intesa per la vendita a lungo termine di gas alla Cina lungo la rotta orientale.

Russia, Peskov: “Dai paesi G20 nessuna richiesta a Putin per incontri bilaterali a margine del summit”

Dai Paesi del G20 non è arrivata al momento alcuna richiesta al presidente russo Vladimir Putin di bilaterali a margine del summit che si terrà a metà novembre in Indonesia. Lo ha detto in un’intervista a Izvestia il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov: “La Russia è stata invitata a partecipare al vertice. Il presidente deciderà, tenendo conto di vari fattori, in quale formato è meglio farlo”. Mosca “ha un’agenda molto ampia” di questioni da discutere, “questi forum sono utilizzati per tenere il maggior numero possibile di incontri bilaterali”, ha poi sottolineato.

 

 

 

Ucraina, Kiev: “Potente esplosione nella zona della centrale nucleare”

Una potente esplosione è stata sentita dopo le 12 nella città di Energodar, nella regione di Zaporizhzhia, dove si trova la centrale nucleare più grande d’Europa. Al momento la città è senza elettricità. Lo riferisce Unian che cita il sindaco Dmytro Orlov “Alle 12,20 di oggi i residenti di Energodar hanno riferito che una potente esplosione si è sentita in città. Subito dopo la corrente elettrica e l’acqua sono state interrotte contemporaneamente”, ha affermato il sindaco sui social. Orlov non ha fornito altri dettagli, aggiungendo solo che al momento sono in corso accertamenti.

 

(ansa)

 

Russia, il Cremlino pubblica immagini di Putin Shoigu e Gerasimov alle esercitazioni di Vostok2022

Il presidente russo Vladimir Putin (al centro), il ministro della Difesa Sergei Shoigu (a destra) e il comandante delle forze armate Valery Gerasimov (a sinistra) si sono riuniti al margine di Vostok 2022 le esercitazioni militari nell’estremo oriente russo che cementano l’alleanza tra Mosca e Pechino. Putin questa mattina è volato a sorpresa per assistere personalmente all’evento.

 

(ansa)

 

Ucraina, Kiev: “Il Lugansk resiste, lievi avanzamenti ucraini”

“La regione di Lugansk sta resistendo. L’esercito ucraino è avanzato per diverse centinaia di metri nella regione”: ha dichiarato il capo militare regionale Sergy Gaidai, riportato da Unian. “Da ieri sono stati aggiunte diverse centinaia di metri, che i nostri militari controllano. Gli attacchi sono stati respinti e sono stati compiuti alcuni progressi. I nostri difensori si sono stabiliti lì”, ha detto. Gaidai ha aggiunto che un numero enorme di esplosioni è stato registrato sul territorio degli edifici utilizzati dai soldati russi. “Si tratta di magazzini e  attrezzature. Nell’ultima settimana, i russi hanno perso 400 persone in vari luoghi e un centinaio di mezzi che erano lì. Spero che nel prossimo futuro sentiremo altre buone notizie dai nostri difensori “, ha detto.

 

 

 

Ucraina, Lavrov: “Truss agressiva perchè la Gran Bretagna ha perso influenza”

Liz Truss “cerca di compensare la perdita di influenza della Gran Bretagna in Europa con azioni aggressive riguardo alla situazione in Ucraina”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, citato dalla Tass.

 

 

 

Russia, Lavrov: “L’Occidente non sta mantenendo la promessa di garantire le esportazioni alimentari russe”

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato oggi che l’Occidente non sta rispettando la sua promessa di aiutare le esportazioni alimentari russe a raggiungere i mercati globali, ha riferito l’agenzia di stampa Ria Novosti. Lavrov ha affermato che l’Occidente non ha allentato le sanzioni che gli avrebbero consentito un più facile accesso per spedire i suoi prodotti agricoli all’estero. Mosca ha visto l’impegno come una parte fondamentale di un importante accordo sui cereali, mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia, che ha contribuito a porre fine al blocco delle esportazioni di grano ucraine da i suoi porti meridionali e alleviare un’incombente crisi alimentare globale.

 

 

Ucraina, bombe russe su Kharkiv: “Morta una donna”

Stamattina le truppe russe hanno bombardato il distretto industriale di Kharkiv, provocando la morte di una donna. in un secondo bombardamento della città, i russi che hanno danneggiato un grattacielo residenziale e un edificio amministrativo. “I soccorritori stanno rimuovendo le macerie nel centro di Kharkiv. Tre persone – due donne e un uomo – sono già state salvate da sotto le rovine di un edificio residenziale”. Lo ha detto il sindaco di Kharkiv Ihor Terekhov.

 

(afp)

 

Ucraina, Kiev: “50.150 morti russi dall’inizio del conflitto. 2077 i tank distrutti”

Ammonterebbero a 50.150 le perdite fra le fila russe dal giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 50.150 uomini, 2.077 carri armati, 4.484 mezzi corazzati, 1.179 sistemi d’artiglieria, 296 lanciarazzi multipli, 156 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 236 aerei, 207 elicotteri, 3.305 autoveicoli, 15 unità navali e 876 droni.

 

 

Ucraina, Kiev: “Missili su Kryvyi Rih, in fiamme deposito petrolio”

Questa mattina missili russi hanno colpito nuovamente un deposito di petrolio a Kryvyi Rih, città di origine del presidente Zelensky nell’Ucraina meridionale. In seguito all’attacco è scoppiato un vasto incendio. Lo hanno riferito sui social il capo dell’amministrazione militare di Kryvyi Rih Oleksandr Vilkul  e il capo regionale di Dnipropetrovsk Valentin Reznichenko, citati dall’Ukrainska Pravda. Il deposito era già stato preso di mira ieri dai razzi russi.

Ucraina, Kiev: “Russi accerchiati sulla riva destra del Dnepr”

Un alto consigliere presidenziale ucraino ha affermato che le forze ucraine stanno conducendo azioni controffensive non solo nel Sud ma anche nell’Est e nel Sud-Est del Paese. Oleksiy Arestovych sul suo canale Telegram ha affermato che “dall’inizio dell’operazione di liberazione del Sud dell’Ucraina, l’esercito ha liberato diversi insediamenti sulla sponda occidentale del Dnepr. Questi sono movimenti sottili sulla mappa. Ma l’avvio di azioni controffensive su diversi settori del fronte da parte nostra parla di un cambiamento della situazione nel suo complesso”.

 

 

 

Ucraina, Mosca sul piano Cingolani: “Misura imposta da Ue e Usa, l’Italia soffrirà”

Il piano italiano per la riduzione della dipendenza dalle fonti energetiche russe, messo a punto dal ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, “è imposto a Roma da Bruxelles, che a sua volta agisce su ordini di Washington, ma alla fine saranno gli italiani che dovranno soffrire”. Lo afferma in un post su Telegram la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova.

Ucraina, Zelensky a Pelosi: “Aumentare pressione su Mosca”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto una “fruttuosa” conversazione con la speaker della Camera Usa Nancy Pelosi: come ha scritto lo stesso Zelensky sul suo profilo Twitter, il leader ha “espresso gratitudine al Congresso e al popolo per sostenere con forza la lotta contro l’aggressione russa. E’ importante – ha aggiunto – aumentare la pressione sullo stato terrorista per raggiungere la pace e rendere più vicina la nostra vittoria comune”.

 

 

Ucraina, Erdogan: “Putin usa gas come arma contro sanzioni”

“L’Europa affronterà grandi sfide per il gas naturale durante l’inverno ma noi non abbiamo alcun problema”. Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in un conferenza stampa trasmessa dalla Tv di Stato Trt.
“Le sanzioni contro la Russia hanno spinto” il presidente russo Vladimir Putin ad agire in questo modo, sta utilizzando ovviamente tutti suoi mezzi e le sue armi, e una delle sue carte più importanti è il gas naturale”, ha detto Erdogan affermando che la Turchia “in questo momento non ha alcun problema riguardo alle forniture di gas naturale”.

 

 

Ucraina, Mosca: “Maggioranza assoluta dei russi a favore dell”operazione speciale’, in Ucraina”

La decisione del presidente Vladimir Putin di condurre “l’operazione speciale” in Ucraina è sostenuta dall’assoluta maggioranza dei russi. Lo sottolinea il portavoce del Cremlino, Dimitri Peskov in un’intervista alla Tv RBC citata dalla Tass. “Possiamo solo parlare di consolidamento qui, perché la maggioranza assoluta della popolazione del nostro Paese sostiene la decisione del nostro comandante in capo e presidente”, ha detto Peskov rispondendo a una domanda sulla possibilità o meno che il sentimento dei russi sull’operazione in Ucraina sia cambiato negli ultimi sei mesi.

Ucraina, Cremlino: “Putin nel Donbass quando sarà il momento”

Il viaggio del presidente russo Vladimir Putin nel Donbass si svolgerà “quando sarà il momento”. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dimitri Peskov, in un’intervista a Izvestiya come riporta Ria Novosti. “Per quanto riguarda il viaggio del presidente, non ho dubbi che quando verrà il momento, un viaggio del genere avrà luogo”, ha detto Peskov.

 

(reuters)

 

 

Russia, Peskov: “Le relazioni con il Regno Unito non miglioreranno con Truss premier”

Il Cremlino non si aspetta che le relazioni fra Russia e Regno Unito miglioreranno con il cambiamento della leadership britannica. Lo ha detto, nel giorno del passaggio di consegne fra Boris Johnson e Liz Truss a Downing Street, il portavoce Dmitry Peskov a Vladivostok, secondo quanto riporta Ria Novosti. “Francamente, a giudicare dalle dichiarazioni rilasciate dalla signora Truss sul nostro Paese quando era ministro degli Esteri e già candidata alla carica di primo ministro, si può immaginare con grande certezza che non ci si può aspettare alcun cambiamento in meglio”, ha affermato. Peskov non ha saputo dire se il presidente russo Vladimir Putin ha intenzione di congratularsi con la nuova premier, ma ha detto che glielo chiederà.

 

 

 

Ucraina, bombe russe su Nikopol

L’esercito russo ha bombardato il distretto di Nikopol, nella regione dell’Ucraina orientale Dnipropetrovsk, con Grad Mlrs, civili sono stati feriti. Lo riferisce Ukrinform. “Le forze di occupazione russe hanno colpito il distretto per tre volte. A Nikopol sono stati colpiti i quartieri residenziali. Due persone sono rimaste ferite: un uomo e una donna. Sono stati portati in ospedale. I medici valutano le loro condizioni come moderate”, ha scritto su Telegram Valentyn Reznichenko, capo dell’amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk.

 

(ansa)

 

 

Russia, Putin presente alle esercitazioni militari con la Cina

Il presidente russo Vladimir Putin presente alla fase finale delle maxi esercitazioni militari Vostok 2022 (Est 2022), manovre cui partecipa in parte anche la Cina che ha inviato un’imponente delegazione militare con oltre duemila soldati e 300 mezzi. Lo riferiscono le agenzie russe che indicano anche una riunione a porte chiuse fra Putin e i suoi ministro della Difesa e capo di Stato maggiore.

 

 

 

 

Ucraina, intelligence Gb: “il calo nel numero dei droni riduce le capacità tattiche russe”

La diminuzione dei droni tattici russi in volo sui territori ucraini per individuare gli obiettivi da colpire con le bombe è un sintomo della riduzione della capacità strategica delle forze armate di Mosca. Lo scrive nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione in Ucraina l’intelligence della Difesa britannica. Ieri, “l’Odesa Journal ha riportato 27 sortite di veicoli aerei senza equipaggio (UAV) russi sulla riva occidentale del Dnipro, rispetto a una media di 50 al giorno per tutto il mese di agosto”.

 

 

 

Mosca, Ue non può fare a meno del gas russo fino a 2027

È molto probabile che l’Europa non sarà in grado di fare a meno del gas di Mosca “almeno fino al 2027″: lo afferma il ministro dell’Energia russo Nikolay Shulginov, intervistato dall’agenzia Tass in occasione dell’Eastern Economic Forum. L’Europa non può fare affidamento su nessuno tranne che sugli Stati Uniti, che stanno aumentando la produzione di gas naturale liquefatto”, spiega Shulginov. “Penso che il prossimo inverno dimostrerà quanto sia reale o meno la loro fiducia nella possibilità di rifiutare il gas russo. Farlo porterà all’arresto della loro industria e della loro produzione di energia elettrica tramite gas. Sarà una vita totalmente nuova per gli europei: assolutamente insostenibile per loro”, aggiunge il ministro russo dell’Energia.

Gas, da inizio invasione Ue ne ha importato per 85 miliardi di euro: “Finanziata guerra”

Dall’inizio dell’invasione in Ucraina l’Ue è stato il principale importatore di combustibili fossili dalla Russia, per un controvalore di 85 miliardi di euro. I calcoli li fa il Centre for Research on Energy and Clean Air (Crea), nato in Finlandia nel 2019. Secondo il Crea, i guadagni complessivi di Mosca dalle esportazioni di petrolio, gas e carbone hanno raggiunto i 158 miliardi di euro da febbraio ad agosto, rispetto ai 100 miliardi di euro che, secondo le stime, la guerra è costata al Cremlino

Gas, la Russia punta ad aumentarlo verso Oriente per compensare tagli e sanzioni

La Russia sta pensando di incrementare le proprie esportazioni energetiche verso l’Oriente per evitare le ripercussioni legate al minor flusso verso l’Europa a causa delle sanzioni imposte dopo l’invasione dell’Ucraina. “E’ chiaro che stiamo vivendo dei problemi, ma li stiamo superando, invertendo i flussi di traffico da ovest a est”, ha detto il ministro dell’Energia di Mosca, Nikolai Shulginov, intervistato dalla Tass.

Sorgente: Ucraina – Russia, le news dalla guerra oggi: Putin nel Donbass ‘quando sarà il momento’ – la Repubblica

seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot