La macchina del fango preparata per Giorgio Bianchi fotoreporter nel Donbas

La macchina del fango preparata per Giorgio Bianchi fotoreporter nel Donbas

8 Aprile 2022 0 Di ken sharo

Chiediamo a nome degli italiani che i nostri giornalisti a Mariupol  siano rispettati per il loro lavoro e il loro coraggio!

Vogliamo sapere la verità! Vogliamo i nostri giornalisti sul campo!

Oggi  come ieri si  osserva tristemente  lo stesso copione, preparato cucinato apparecchiato e servito   per coloro che non  sostengono  le tesi main-stream,    stampa  televisione,  testate giornalistiche allineate  mettono alla gogna e alla berlina i  rei confessi del  pensiero contro-corrente e sguinzagliano la rete come cani mastini.

Oggi è toccata al reporter giornalista  Giorgio Bianchi attualmente  nel Donbass a Mariupol.

Giorgio Bianchi sta facendo un lavoro encomiabile,  serio e  coraggioso. Un’ attività  tesa alla ricerca della verità, quella ricerca che non dovrebbe essere mai abbandonata e che è la base di ogni attività giornalistica.

Faccio un appello alla stampa :  Andate nel Donbass insieme a Giorgio Bianchi! andate a Mariupol e parlate con le persone,  fate un lavoro onesto e serio, pubblicate quello che trovate, non quello che vi arriva dalle agenzie estere.

 

Oggi  lo show televisivo della  sera spara a zero, la butta in caciara, ridicolizza e delegittima persone oneste, giornalisti, fotoreporter,  lavoratori, filosofi, giornalisti, medici, dottori, ricercatori, uomini di cultura, addirittura premi Nobel,   la macchina del fango non guarda in faccia nessuno. Una volta messi al centro dell’attenzione, gli sciacalli ignoranti del potere che gravitano come iene nelle reti  social continuano giornalmente il loro lavoro alla ricerca di un  pasto.

Basta con questo scempio!

Le persone hanno il diritto di avere chiara visione di quello che accade mediante una dialettica adulta, fatta di tesi e antitesi, fatta di punti di vista diversi di riflessioni. L’Italia è fatta di adulti  che vogliono conoscere e hanno il diritto di conoscere!

Nel notare il delirio informativo di oggi, diamo il nostro incondizionato sostegno e la nostra totale solidarietà a Giorgio Bianchi e al suo onesto lavoro, quale rara espressione della presenza giornalistica italiana nel Dombas terra martoriata e abbandonata da anni.

la redazione di Nuovaresistenza.org