Djokovic: “No di Wimbledon a giocatori russi e bielorussi una decisione folle” – la Repubblica

Djokovic: “No di Wimbledon a giocatori russi e bielorussi una decisione folle” – la Repubblica

21 Aprile 2022 0 Di ken sharo

E’ sempre più bufera su Wimbledon e la Federtennis inglese dopo la decisione di escludere dallo Slam sull’erba britannica (in programma dal 27 giugno al 10 luglio) atleti e atlete russi e bielorussi, che ha fatto infuriare praticamente tutti. Se Atp e Wta hanno apertamente parlato subito di “discrimazione”, anche Novak Djokovic ha preso posizione in merito al provvedimento legato alla delicata situazione che si sta vivendo in Ucraina. Il numero uno del mondo ha definito “da pazzi” il divieto: “Condannerò sempre la guerra, non sosterrò mai la guerra essendo io stesso figlio della guerra – ha detto Djokovic – essendo cresciuto durante le guerre civili che hanno seguito il crollo della Jugoslavia. Sono consapevole del trauma emotivo che lascia un evento del genere, tutti sappiamo cosa è successo in Serbia nel 1999. I tennisti, gli atleti però non c’entrano niente con la guerra. Quando la politica interferisce con lo sport, il risultato non è buono”. Sulla stessa lunghezza d’onda la ceca, ora naturalizzata americana, Martina Navratilova: “Non credo che sia la cosa giusta da fare. Sebbene gli ucraini siano le vittime di questa guerra, bandire i giocatori russi e bielorussi li rende a loro volta vittime”.

Sorgente: Djokovic: “No di Wimbledon a giocatori russi e bielorussi una decisione folle” – la Repubblica