Nuova offensiva russa gela l’Europa, Milano (-4,1%) a minimo da luglio. Corrono petrolio e gas – Il Sole 24 ORE

Nuova offensiva russa gela l’Europa, Milano (-4,1%) a minimo da luglio. Corrono petrolio e gas – Il Sole 24 ORE

1 Marzo 2022 0 Di ken sharo

Nuova offensiva russa gela l’Europa, Milano (-4,1%) a minimo da luglio. Corrono petrolio e gas

Prevalgono le vendite sull’azionario,con le truppe russe che assediano la capitale ucraina. Salgono l’oro e il dollaro, il rendimento sul Bund torna in negativo e lo spread cala a 144 punti. La Borsa di Mosca resta chiusa

di Stefania Arcudi e Paolo Paronetto

Aggiornato alle 17.37

La Borsa, gli indici dell’1 marzo 2022
Le ultime da Radiocor
  • 1 marzo, 18:00

(Il Sole 24 Ore Radiocor) – La nuova offensiva russa, il nulla di fatto dei primi negoziati russi-ucraini, l’avanzata russa a Kiev e l’alta tensione tra Mosca e i Paesi dell’Europa occidentale hanno fatto scivolare le Borse europee, che hanno accusato forti perdite, a partire dal FTSE MIB -4,14% di Milano, scivolato ai minimi da luglio e sotto quota 25.000 punti, seguito da CAC 40 -3,93% di Parigi, DAX 40 -3,84% di Francoforte,IBEX 35 -3,43% di Madrid e AEX -2,22%di Amsterdam. Leggermente meglio Londra, in calo di meno di un punto.
Le vendite hanno colpito prima di tutto il settore dei viaggi e trasporti, i retailer, le auto e le utility. Mentre si intensifica l’offensiva russa su Kiev e si allontanano le speranze di un accordo, tornano gli acquisti sugli asset rifugio. Fino a questo momento nè i primi incontri tra delegati russi e ucraini nè il colloquio tra il presidente russo Putin e quello francese Macron hanno aperto reali spiragli di una tregua e le immagini satellitari, riportate dai media internazionali, indicano la presenza di una colonna di mezzi militari russi lunga 60 km alle porte della capitale ucraina Kiev.

Riprendono a correre i prezzi dell’energia: il petrolio tratta oltre la soglia dei 100 dollari al barile a Londra e il Wti al Nymex sale oltre i 101 dollari al barile, livello che non si vedeva da luglio 2014, riprende a volare anche il prezzo del gas che avanza di oltre il 12%. Sul mercato dei cambi, il dollaro si rafforza sull’euro, denaro sullo yen giapponese e il franco svizzero, classici beni rifugio. Il rublo russo che recupera decisamente terreno su dollaro ed euro. Sul mercato dei titoli di Stato torna in negativo il rendimento del Bund a 10 anni (-0,02%) e quello dei BTp arretra all’1,53%. Oro in rialzo a 1924 dollari l’oncia (+1,2%).

Sorgente: Nuova offensiva russa gela l’Europa, Milano (-4,1%) a minimo da luglio. Corrono petrolio e gas – Il Sole 24 ORE