0 6 minuti 2 anni

Gli Stati Uniti finanziano abbondantemente le armi per Israele nonostante il fatto che queste armi siano usate per far rispettare il governo israeliano dell’apartheid sul popolo palestinese in violazione delle leggi statunitensi che dovrebbero impedire ai paesi di utilizzare i finanziamenti statunitensi per perpetrare violazioni dei diritti umani. 

  • Israele è il più grande destinatario cumulativo di tutte le forme combinate di programmi di finanziamento esteri degli Stati Uniti dalla seconda guerra mondiale . Secondo il Congressional Research Service , Israele ha ricevuto più di 146 miliardi di dollari di denaro pubblico statunitense in cifre non corrette per l’inflazione.
  • Israele riceve più armi finanziate con il denaro pubblico degli Stati Uniti rispetto a tutti gli altri paesi del mondo messi insieme . Secondo la giustificazione del bilancio del Congresso del Dipartimento di Stato per l’anno fiscale 2022 , i 3,3 miliardi di dollari di finanziamento militare straniero (FMF) richiesti per Israele rappresentano il 53% del budget totale dell’FMF.
  • I pagamenti forfettari a Israele rendono queste armi finanziate con fondi pubblici ancora più preziose . Secondo il Carnegie Endowment for International Peace , la maggior parte dei paesi riceve FMF in rate trimestrali. Dall’anno fiscale 1991, tuttavia, Israele ha ricevuto la sua assegnazione FMF in un’unica somma, che viene depositata su un conto bancario fruttifero, rendendo la quantità reale di armi a disposizione di Israele persino maggiore dell’allocazione del Congresso.
  • Il governo degli Stati Uniti sovvenziona il complesso militare-industriale di Israele con il nostro denaro pubblico . Israele è l’unico paese autorizzato a spendere parte della sua dotazione FMF per la propria industria di armi nazionale. Nell’esercizio 2022, questa cosiddetta disposizione per gli appalti offshore (OSP) equivaleva a sovvenzionare il complesso militare-industriale israeliano per un importo di 785 milioni di dollari. Sebbene questo programma venga gradualmente eliminato entro l’anno fiscale 2028, gli Stati Uniti continueranno a sovvenzionare miliardi di dollari aggiuntivi ai produttori di armi israeliani fino ad allora.
  • Israele è l’unico paese a ricevere promesse presidenziali a lungo termine di armi statunitensi . Dall’amministrazione Clinton, gli Stati Uniti e Israele hanno firmato un Memorandum d’Intesa (MOU) di 10 anni che delinea le promesse statunitensi di armi a Israele. L’ultimo memorandum d’intesa è stato firmato durante l’ amministrazione Obama nel 2016 e ha impegnato Israele per un record di 38 miliardi di dollari in armi. Questi MOU servono come assegno in bianco per Israele, assicurandogli il sostegno a lungo termine degli Stati Uniti indipendentemente dalle sue violazioni delle leggi statunitensi sulle armi (discusse di seguito) e dalle sue violazioni del diritto internazionale attraverso il mantenimento di un regime di apartheid di governo sul popolo palestinese.
  • I trasferimenti di armi statunitensi a Israele rendono gli Stati Uniti complici delle violazioni dei diritti umani da parte di Israele nei confronti del popolo palestinese . Secondo l’organizzazione israeliana per i diritti umani B’Tselem, Israele ha ucciso quasi 5.000 palestinesi che non hanno preso parte alle ostilità dal settembre 2000. Molte di queste uccisioni sono state illegali e alcune sono state segnalate dalle organizzazioni per i diritti umani e dalle indagini internazionali come potenziali crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Spesso, le armi statunitensi – come jet da combattimento, elicotteri d’attacco e missili – sono state direttamente implicate in questi omicidi. Inoltre, il ferimento di civili palestinesi da parte di Israele, la demolizione delle case e delle infrastrutture palestinesi e la costruzione di colonie illegali per soli ebrei su terre palestinesi rubate sono spesso commesse o agevolate dalle armi e dai finanziamenti statunitensi.
  • Israele non dovrebbe essere idoneo a ricevere armi statunitensi a causa delle sue violazioni delle leggi statunitensi sulle armi. Israele viola quotidianamente l’ Arms Export Control Act (AECA) a causa del fatto che utilizza sistematicamente le armi statunitensi per imporre una bellicosa occupazione militare straniera della Cisgiordania palestinese, inclusa Gerusalemme Est, e la Striscia di Gaza. L’AECA dovrebbe limitare le armi americane alla “sicurezza interna” o alla “legittima autodifesa”, così come ad alcune altre circostanze molto limitate non applicabili all’occupazione militare israeliana. Inoltre, il Foreign Assistance Act proibisce qualsiasi forma di assistenza statunitense a un paese “che si impegna in un modello coerente di gravi violazioni dei diritti umani riconosciuti a livello internazionale”.
  • Il denaro pubblico speso dal governo degli Stati Uniti in armi a Israele potrebbe essere speso molto meglio per i bisogni interni . Il bilancio federale riflette le priorità del nostro Paese. Secondo la Campagna degli Stati Uniti per i diritti dei palestinesi , con i soldi che spendiamo in armi all’esercito israeliano ogni anno, potremmo invece finanziare gli stipendi di quasi 47.000 insegnanti di scuola, o finanziare 51.000 posti di lavoro nell’energia pulita, o fornire 653.000 studenti con borse di studio Pell, o fornire assistenza sanitaria a 1,6 milioni di bambini non assicurati o fornire assistenza alimentare a 2,5 milioni di persone. Questa mappa fornisce anche un’utile ripartizione di questi numeri per stato e distretto congressuale

Sorgente: Armi a Israele | Informazioni sulla politica IMEU | IMEU


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.