il manifesto del 15.01.2022 – il manifesto

il manifesto del 15.01.2022 – il manifesto

15 Gennaio 2022 0 Di Luna Rossa

La destra si riunisce a villa Grande e indica il suo «patriota» per il Quirinale: il padrone di casa, Berlusconi. Il prescelto scioglierà la «riserva» entro giovedì. Nel frattempo il pallottoliere sarà in azione, ma manca per ora il famoso piano B. Pd e 5 Stelle: «Candidatura irricevibile»

GIUSTIZIA

Salta il vertice della Cassazione

Andrea Fabozzi

Il Consiglio di stato boccia ancora il Csm e annulla le nomine del primo presidente Curzio e della aggiunta Cassano. Alla vigilia dell’inaugurazione dell’anno giudiziario con l’ultima solenne seduta davanti a Mattarella. Il Consiglio superiore si convoca di urgenza

Lavoro

Alla “fabbrica dei marroni” le operaie insistono: “Sciopero e presidio”

Riccardo Chiari

L’assemblea delle lavoratrici dell’Ortofrutticola del Mugello conferma la mobilitazione. La Flai Cgil: “Da Italcanditi solo parole, da qui non esce nemmeno un bullone se non c’è un dettagliatissimo piano industriale che tenga conto degli ingenti investimenti necessari per progettare nuove lavorazioni”. Istituzioni locali e regionali al fianco delle operaie.

Saied ha perso la pazienza: coprifuoco, pestaggi e arresti

Matteo Garavoglia

Ieri prima vera protesta politica contro il presidente tunisino. Ma a 11 anni dalla cacciata di Ben Ali il clima è cambiato: «Abbiamo fatto la rivoluzione e ora ci picchiano». I partner internazionali fingono di non vedere, a partire da Ue e Italia

EGITTO/INTERVISTA

Gamal Eid: «Troppa repressione, la nostra ong chiude»

Chiara Cruciati

Intervista all’avvocato e attivista, fondatore dell’Arabic Network for Human Rights Information: «Arresti, minacce, pestaggi: è insopportabile. La società egiziana perde un’organizzazione che ha difeso i diritti umani per molti anni. Chiudere la strada a ogni forma di dissenso ha conseguenze spaventose»

Cultura

Amos Gitai, Rabin: l’inquieta memoria della speranza infranta

Guido Caldiron

«Yitzhak Rabin. Cronache di un assassinio», per La nave di Teseo. Il 4 novembre 1995 il premier laburista fu ucciso a Gerusalemme da un colono di estrema destra. In un volume l’epilogo, momentaneo, del lungo lavoro svolto dal regista israeliano intorno a quella vicenda. «Lui era un generale e io solo un architetto costruttore di film. Sono probabilmente le normali relazioni tra una figura che plasma la realtà e un’altra che modella la memoria»

La vita da comunista di nonno Tony raccontata ai nipoti americani

Guido Moltedo

«I miei anni a Mosca» di Antonio Rubbi, edito da Futura. Mettendo al centro se stesso, nella relazione con i luoghi e i protagonisti che via via popolano vividamente le pagine del libro, descrive non una scuola di partito, ma un’epoca straordinaria, di cimenti e grandi passioni sullo sfondo di una metropoli cosmopolita e vivace

Giallo come i girasoli di Van Gogh

Arianna Di Genova

Il documentario di David Bickerstaff sarà al cinema dal 17 al 19 gennaio. Racconta un’ossessione con le parole di storici dell’arte, di botanici e del pittore stesso, interpretato da Jamie de Courcey

Addio al compagno Mario Catalano

Luciana Castellina

Alla famiglia di Mario Catalano, a chi gli ha voluto bene ed è stato vicino alle sue lotte di una vita come i compagni dell’ex Pdup, l’abbraccio del collettivo de il manifesto

Un’altra politica è davvero possibile

Vincenzo Vita

In una basilica degli Angeli dove si svolgono le cerimonie ufficiali e di fronte ad una folla numerosa rimasta anche all’esterno della chiesa, il prelato di strada ha riassunto nell’asciutta omelia il senso del flusso di emozioni

L’Ultima

Il litio del Cile in mani sbagliate

Claudia Fanti

Con un piede già fuori dalla Moneda, Piñera serve alle élite l’ultima mega-concessione. Una polpetta avvelenata per il neo presidente Boric e il suo governo. Che vorrebbe nazionalizzare. Insorge la società civile

Percy Bertolini, in fuga dalla realtà, da sola

Virginia Tonfoni

L’esordio dell’artista di Ancona è un graphic novel autobiografico e sorprendente, nel quale una creatura indefinita per genere, specie, e età arricchisce il racconto di sé attraverso testi ispirati ai diari del ballerino russo Vaslav Nijinsky

Arab Cup, prove generali di Coppa del mondo

Gianluca Diana

Il Qatar ha ospitato la nuova versione della competizione pan-araba, in attesa dei mondiali che si giocheranno alla fine di quest’anno, tra polemiche, troppe morti bianche sui cantieri aperti per costruire gli stadi, e propaganda del regime

Il pianeta si salva da solo?

Susanna Cielo

Qui al cohousing, il Covid ci sfinisce: lontani i tempi dell’abbraccio comune, noi ambientalisti felici nelle mani accoglienti e nutrienti dell’amata natura…

Sorgente: il manifesto del 15.01.2022 – il manifesto