0 2 minuti 3 anni

Julius Jones non sarà ucciso con l’iniezione letale. A poche ore dall’esecuzione, il governatore dell’Oklahoma Kevin Stitt ha commutato la sua pena: trascorrerà il resto dei suoi giorni dietro le sbarre senza possibilità di libertà condizionata. La decisione è stata accolta con un urlo di gioia dalle decine di manifestanti radunati davanti all’ufficio del governatore, l’unico in grado di cambiare il destino del condannato.Le parole del governatore”Dopo un’attenta revisione del materiale presentato da tutte e due le parti ho deciso di commutare la sentenza per Julius Jones al carcere a vita senza possibilità di uscire sulla parola”, ha annunciato Stitt accogliendo così le raccomandazioni del Pardon and Parole Board che in due occasioni, in settembre e nelle scorse settimane, si era espresso favore di una commutazione della pena. Il casoIl caso di Jones ha attirato l’interesse nazionale, con molti vip – fra i quali Kim Kardashian e diversi giocatori dell’Nba – che hanno spinto affinché a Jones fosse risparmiata la pena capitale. Poco prima del pronunciamento di Stitt, i legali del 41enne afroamericano avevano presentato una mozione di emergenza per bloccare l’esecuzione anche in considerazione delle “schiaccianti prove” sulle sofferenze causate dal cocktail di farmaci dell’iniezione letale.

Sorgente: Oklahoma, fermato il boia a poche ore dall’esecuzione: commutata la pena per Julius Jones


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.