0 3 minuti 3 anni

Oscillazione ondulatoria sempre più intensa tra Viminale e Quirinale.Dopo averle ignorate, insultate e derise per settimane, le manifestazioni di dissenso – alla presenza di vaccinati e non – contro le folli misure del Governo Draghi vengono esplicitamente vietate. Con l’avallo, gravissimo, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A dimostrazione che, a differenza di quello che dicevano e scrivevano i rivoluzionari da tastiera, il dissenso sociale non solo esisteva, non solo sta montando tra lavoratori, studenti e cittadinanza, ma non sono più in grado di gestirlo.Le surreali motivazioni date prima dal Ministero dell’interno Lamorgese al Parlamento alla luce dell’assalto pilotato alla CGIL sono state ridicolizzate anche dal presidente della Repubblica, il quale accusa ormai direttamente le manifestazioni di dissenso di essere “tasselli, più o meno consapevoli, di una intenzione che pone in discussione le basi stesse della nostra convivenza”. In regime neo-liberista le motivazioni sono sempre economiche. I cortei no green pass “fanno perdere il 30% del fatturato” chiosa il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli a margine dell’apertura del Forum di Conftrasporto, “i cortei che si susseguono ogni sabato sono inaccettabili”. Il sottosegretario del Movimento 5 Stelle Sibilia è il maggiore sostenitore di queste strette: “non possiamo correre il rischio di dover fronteggiare nuove emergenze”, senza spiegare come e perché il covid si diffonde solo nei cortei contro il governo Draghi e non per il DDL Zan, per la CGIL, per il Friday for Future, non agli stadi, i concerti o musicali.E solo nei centri storici.In periferia le mobilitazioni statiche sono invece esenti da contagi….E, poiché trattasi di linee guida raccomandate ai sindaci, Sergio Mattarella, nella sala plenaria della Fiera di Parma per la 38/a assemblea nazionale dell’Anci, invita proprio i sindaci ad essere inflessibili. Sulle manifestazioni di dissenso denuncia “Atti di vandalismo e violenza inammissibili”, forse riferendosi agli idranti, ai lacrimogeni e alle manganellate su persone pacificamente sedute a terra?

Sorgente: Mattarella e Lamorgese dichiarano formalmente lo “stato di eccezione” – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.