il manifesto del 28.11.2021 – il manifesto

il manifesto del 28.11.2021 – il manifesto

28 Novembre 2021 0 Di Luna Rossa

«Saremo una marea». E così è stato. Nell’anno più drammatico dei femminicidi, a Roma sono in 100 mila alla manifestazione di «Non una di meno» contro la violenza maschile e la violenza di genere. «Ci vogliamo vive». In piazza decine di gruppi femministi, tantissime ragazze. Ma anche uomini

Commenti

L’agio del virus nell’apartheid vaccinale

Nicoletta Dentico

È con scienza e coscienza che Johannesburg ha condiviso immediatamente la sequenza genomica della variante. Un gesto di responsabilità epidemiologica, ma anche di rara coerenza politica. Peccato che l’Europa, insieme a Svizzera e Usa, abbiano risposto alla trasparenza sudafricana bloccandone immediatamente tutti i voli

Italia

Massimo Florio: «Abbiamo regalato la ricerca pubblica alle imprese»

Andrea Capocci

«Le aziende farmaceutiche hanno fatto solo l’ultimo miglio della ricerca, subappaltandolo spesso ad altre società che lavorano su contratto. E poi ci hanno messo la capacità produttiva e la logistica». Intervista all’economista Massimo Florio dell’università Statale di Milano, che il 16 dicembre presenterà al Parlamento europeo la sua proposta di un organismo su modello dell’Esa, con laboratori propri o una struttura decentrata

20 mila famiglie sotto sfratto. Le case popolari ci sono ma restano vuote

Francesca Del Vecchio

Emergenza abitativa, sindacati contro la regione.  “Urge assegnare quegli alloggi alle famiglie che ne hanno fatto richiesta e che ne hanno diritto. Erano previsti 2 bandi per l’anno 2021, ma il secondo non si farà perché il comune di Milano ci sta mettendo 9 mesi per assegnare quelli della scorsa primavera”

Cultura

Gli abissi non vivono in silenzio

Luca Tancredi Barone

Al Festival delle scienze di Roma Francesco Caruso e Francesco Simeone racconteranno i «rumori» oceanici. I fondali «parlano» di vento e pioggia, pesci, crostacei e mammiferi, come dell’eco umana di navi e sonar. «Nel periodo del corteggiamento, i maschi delle megattere (della famiglia delle balene) si esibiscono in canti molto complessi, che si susseguono anche per un’intera giornata». «I gamberi pistola utilizzano una chela speciale per produrre uno schiocco molto intenso. Quando si chiude crea una bolla che, esplodendo, produce un suono e un lampo di luce»

Alias Domenica

Smantellamento del narrativo (con Limentani)

Mario Mancini

Una macchia in forma di rosa sulla coscia di Lienor (Roman de la rose); la dama riflessa nel pozzo (Lai de l’ombre): i romanzi di Renart, maestro «verista» del XIII secolo, nei saggi acuti (1970-1980) di Alberto Limentani, da Esedra

Appunti su note non scritte

Dino Villatico

L’uomo non ha mai fatto a meno della musica: riteniamo, sbagliando, che la musica medievale, per esempio, sia prevalentemente quella ecclesiastica. Se questa è la sola, o quasi, almeno fino al XII secolo della nostra era, che ci sia pervenuta scritta ciò è semplicemente dovuto al fatto che l’alfabetizzazione era ristretta quasi solo al mondo ecclesiastico…

La fonosfera è perduta, ma non del tutto…

Raffaella Viccei

Da vent’anni in qua è progredita la conoscenza dello «spazio sonoro» dei Greci, grazie a inedite riflessioni teoriche, scoperte interdisciplinari e nuove analisi delle fonti storiche e letterarie: la mostra Klangbilder ora fa il punto, per tutti

Scott, ritorno in India per capire gli inglesi

Margherita Ghilardi

Disagio, doppiezza morale, violenze… Raccontando la fine ingloriosa del Raj Paul Scott leggeva i vibranti anni ’60: Il giorno dello scorpione, secondo romanzo del Quartet, ritradotto da Fazi

Pissarro, il colorista della moralità

Simone Soldini

Una mostra senza sovraccarico di opere e con una nitida orchestrazione intorno a confronti con maestri e sodali: da Corot e Daubigny agli impressionisti, da Cézanne e Gauguin ai puntinisti

Parr, un’emoticon universale come lo sport

Mario Francesco Simeone

Maestro del fotoreportage e, insieme, suo entusiasta disertore, Martin Parr ci infila nei riti del Roland Garros come del calcio amatoriale o delle bocce con la satura tattilità del suo digitale

Petardi dallo Svevo geloso

Ivan Tassi

Da Ettore Schmitz all’ormai «circa celebre» autore di «Senilità», testimonianze di un «piccolo delinquente nevrotico», chiuso in un «universo di ripicche»: tutte le «Lettere», dal Saggiatore

Karl Meuli, le maschere, rimedio umano per svincolarsi dal destino

Romano Madera

Una sorprendente varietà di temi antropologici concorre a creare la proposta interpretativa di Karl Meuli, senza che essa venga esibita, se non come sottile tessitura di un arazzo di solido impianto strutturale: «Gli dèi incatenati», da Neri Pozza, propone un orizzonte speculativo non lontano da quello di Mircea Eliade, nell’intreccio di etnologia, storia delle religioni e filologia

Ritratti, legami, veleni nel secolo di Claire Goll

Giuseppe Marcenaro

Ebrea tedesca, pacifista, giornalista e scrittrice, moglie del poeta Yvan Goll, la cosiddetta Grande Dame du Dada fa i conti, in Cercando di afferrare il vento (Prospero), con le celebrità di stanza a Parigi: da Joyce al «traditore» Celan

Sorgente: il manifesto del 28.11.2021

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •