il manifesto del 06.11.2021 – il manifesto

il manifesto del 06.11.2021 – il manifesto

6 Novembre 2021 0 Di Luna Rossa

 

A Glasgow una marea verde di giovani assedia la Cop26 sull’orlo del fallimento. Aprono il corteo gli indigeni dell’Amazzonia, vittime della deforestazione di Bolsonaro. Allo sciopero dei Fridays for future l’ultimo appello per il clima. Il premier inglese Boris Johnson: «Andate a scuola»

Politica

Pnrr, a Draghi spunta la corona

Andrea Fabozzi

Il governo accelera sull’attuazione del piano: raggiunti 29 obiettivi sui 51 del 2021, ai ministeri saranno assegnati obiettivi settimanali e non più mensili. Nelle slide del ministero dell’economia il presidente del Consiglio sta in cima alla cabina di regia raffigurato come un re

VACCINI

Il piano di Speranza: estendere la dose booster

Andrea Capocci

Aumentano l’incidenza dei nuovi casi e l’indice Rt, salito a 1,15. Il ministro illustra i piani per il 2022: terze dosi, vaccini per bambini e nuovi farmaci all’orizzonte. Ma sullo stato d’emergenza ancora tutto in ballo

Italia

«Chiamata alle arti»: Riace non si arresta e abbraccia Lucano

Silvio Messinetti

L’iniziativa al Villaggio globale a un mese dalla condanna dell’ex sindaco a 13 anni. Tantissimi gli artisti in arrivo, insieme a Oliviero e De Magistris: «Occorre riaccendere i riflettori, alimentare la solidarietà e rafforzare la campagna per Mimmo»

Economia

L’Iva al 10% è solo un primo passo

Shendi Veli

Un incontro promosso da Coop Italia in collaborazione con le associazioni Onde Rosa e Tocca a noi e la piattaforma Change.org, con la partecipazione della ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia

MICHELE RAITANO

«Pensione di garanzia, Draghi si corregga e ascolti i sindacati»

Massimo Franchi

Intervista a Michele Raitano che lanciò la proposta già nel 2011: «Il sistema contributivo prevede flessibilità in uscita, la Fornero è troppo rigida. Previdenza integrativa inutilizzabile da chi non ha un posto stabile. Con una penalizzazione del 3% sulla parte retributiva, si potrebbe andare a 64 anni con assegno tagliato solo del 5%»

Economia

Assegno per i figli in ritardo: ora scatta a marzo, ma con incognite

Roberto Ciccarelli

Doveva partire a luglio 2021, è arrivato un altro rinvio a marzo 2022. Ultime indiscrezioni su un provvedimento il cui decreto attuativo arriverà in consiglio dei ministri la prossima settimana. L’assegno “universale” sarà di 20 miliardi all’anno. Le differenze di impostazione, per motivi politici, con il “reddito di cittadinanza” (24 in tre anni)

Europa

Germania verso la terza dose per tutti, ma le prime vanno a rilento

Sebastiano Canetta

Il ministro della sanità Spahn concorda con i Land le misure per contenere la vertiginosa impennata dei contagi. Baviera, Sassonia e Turingia sono gli Stati i più colpiti e anche quelli meno vaccinati. I tempi lunghi per la coalizione «semaforo» complicano il quadro

«Un solo viaggio spaziale inquina più di un miliardo di poveri»»

Luca Martinelli

Rapporto Oxfam sulle diseguaglianze climatiche: la Co2 è roba per ricchi. E andrà sempre peggio. Nel 2030 l’1% della popolazione sarà responsabile del 16% delle emissioni. Per limitare l’aumento delle temperature, il 1’0% dell’umanità dovrebbe ridurre le proprie emissioni del 97%

A Glasgow una marea verde di giovani in difesa del clima

Luca Manes

In migliaia in corteo assediano la Cop26. In prima fila gli indigeni dell’Amazzonia. Greta Thunberg: «Il re è nudo, la storia li giudicherà severamente. Ormai è chiaro a tutti, la Cop26 Cop26 è un fallimento totale, un festival del greenwashing»

Sì alla finanziaria di Bennett, ma lo spirito di Bibi c’è ancora

Michele Giorgio

La Knesset approva dopo tre anni la legge di bilancio. Un successo per il premier in carica e la fine dell’era Netanyahu. Ma per i palestinesi anche Bennett non ha nulla da proporre se non il proseguimento dell’occupazione. Ieri ucciso un palestinese di 13 anni.

L’inchiesta

L’Europa sotterra il Congo

Michele Calamaio, Lorenzo Di Stasi

Malgrado le ambizioni, la nuova legislatura Ue sui minerali provenienti da zone di conflitto fa acqua da tutte le parti. Così i nostri telefoni continuano a finanziare atrocità in Africa

Cultura

Mary Anning, indomita «collezionista» dei fossili di ittiosauri

Federico Gurgone

Federico Fanti, paleontologo, presenterà domani «Il cacciatore di dinosauri: Missione Gran Bretagna». «Raccoglieva dati, sperando che la scienza sapesse farne buon uso. La reazione alle informazioni offerte, tuttavia, fu simile a quella che accoglie oggi le notizie sui cambiamenti climatici»

Il volto domestico della sorveglianza

Simone Pieranni

Parla l’antropologa Veronica Barassi, autrice de «I figli dell’algoritmo», per Luiss University Press. L’ultima frontiera del controllo: la raccolta dati sui bambini a pochi istanti dal loro concepimento. «Con la pandemia processi già in atto sono stati ulteriormente estesi: software che verificano a distanza i lavoratori o che analizzano l’espressione degli studenti a casa»

Italia All Blacks, la sfida impossibile

Peter Freeman

Il trittico autunnale del rugby azzurro prende il via domani pomeriggio allo stadio Olimpico di Roma con un match contro l’avversario più forte di tutti

L’ipocrisia del giardino inglese

Gianfranco Capitta

Un bravissimo Arturo Cirillo riprende nell’ambito della rassegna Trend, un testo di Alan Bennett «Il gioco del panino»

La forma di governo parlamentare è la più adatta ai tempi

Massimo Villone

Il modello Giorgetti – Draghi capo dello Stato e simultaneamente capo del governo tramite un avatar – va respinto. È un impianto che nega la connotazione fondamentale del ruolo del capo dello Stato, esplicitamente definito rappresentante dell’unità nazionale dall’art. 87 della Costituzione. Come tale, non potrebbe essere titolare di poteri di governo in senso proprio, né direttamente né per interposta persona

L’ombra dei muri sull’Europa

Rita Di Leo

Il 9 novembre è l’anniversario della caduta del muro di Berlino e i mass media lo ricorderanno come l’emblema della sconfitta del sistema socialista sovietico. Di che cosa è l’emblema la costruzione dei muri in corso in Polonia (e in Ungheria e nei Balcani e non solo) contro i profughi mediorientali e africani?

Alias

Gitta Sereny, Franz Stangl e la rivelazione della colpa

Guido Caldiron

Se meno di un decennio prima Hannah Arendt aveva raccontato nel diario delle udienze di Eichmann a Gerusalemme i meccanismi organizzativi della Soluzione finale e il profilo dei suoi responsabili, con la pubblicazione nel 1974 di «In quelle tenebre», Sereny dava un volto ed un nome a quell’orrore, ne faceva in qualche modo raccontare le tappe ad uno dei suoi tragici protagonisti

HyperVenezia, la città e il tempo

Manuela De Leonardis

Mario Peliti racconta il suo progetto fotografico in progress, parzialmente esposto a Palazzo Grassi, in attesa di un aggiornamento definitivo al 2030

Vittorio Boarini, Bologna Cultura Cinema

Fabio Francione

Docente universitario, amministratore comunale, a capo della Fondazione Fellini, e il grande capolavoro: la Cineteca. Se ne va un protagonista della cultura bolognese del Novecento

Giocare col fuoco e vincere 2 a 1

Giorgio Vincenzi

Marco Balestracci racconta il suo libro, nel quale ricostruisce la vicenda del campionato di calcio del 1944, vinto dai pompieri di La Spezia

Sorgente: il manifesto del 06.11.2021

Spread the love