0 2 minuti 3 anni

Oggi e domani si terrà presso l’Alta Corte di Giustizia di Londra l’udienza d’appello per i ricorsi presentati dagli Stati Uniti contro la decisione del Tribunale di Westminster di respingere la richiesta di estradizione per Julien Assange, fondatore di Wikileaks. Infatti, a gennaio di quest’anno, la giudice Vanessa Baraitser aveva respinto la richiesta di estradizione degli Stati Uniti, sulla base dello stato di salute psico-fisica di Assange.Ma a Washington è stato concesso il diritto di appellarsi contro questa decisione, mettendo in discussione in particolare l’affidabilità dello psichiatra Michael Kopelman che aveva testimoniato a suo favore.Dopo aver trascorso sette anni rinchiuso nell’ambasciata ecuadoriana a Londra, dove la CIA spiava giorno e notte lui e le persone che lo visitavano (parenti, avvocati, giornalisti, ecc.), Assange è stato arrestato dalla polizia britannica nell’aprile 2019. Si è scoperto di recente che la CIA aveva ordito piani per un suo rapimento e persino l’assassinio.Detenuto per due anni e mezzo nella prigione di alta sicurezza di Belmarsh, le sue condizioni si sono aggravate drammaticamente e l’estradizione negli USA, dove rischia 175 anni di prigione in dure condizioni di detenzione, significherebbe una condanna a morte certa.Julian Assange è stato incriminato negli Stati Uniti per aver rilasciato più di 700.000 documenti classificati sulle attività militari e diplomatiche degli Stati Uniti, in particolare in Iraq e Afghanistan, a partire dal 2010, fornite fornite dal “whistleblower” dell’esercito americano Chelsea Manning. Contro di lui, vengono mosse 18 accuse di corti penali federali, 17 delle quali cadono sotto il famigerato Espionage Act.

Sorgente: Nuovo tentativo degli Usa di ottenere l’estradizione di Julien Assange – Contropiano


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.