La proteina spike da sola può causare miocardite – Ecco come – Come Don Chisciotte

La proteina spike da sola può causare miocardite – Ecco come – Come Don Chisciotte

15 Settembre 2021 0 Di ken sharo

La proteina spike Covid-19 si lega e modifica le cellule cardiache

28 agosto 2021 Jennifer Mitchell

La proteina spike che si trova sulla superficie del virus responsabile della Covid-19 provoca cambiamenti alle cellule dei piccoli vasi sanguigni del cuore, secondo una ricerca da noi finanziata e presentata al Congresso della Società Europea di Cardiologia.

I ricercatori dell’Università di Bristol hanno scoperto che la proteina spike si lega a cellule chiamate periciti che rivestono i piccoli vasi del cuore. Questo legame innesca una cascata di cambiamenti che interrompono la normale funzione di queste cellule e portano al rilascio di sostanze chimiche che causano infiammazione. Questo succede anche quando la proteina [spike] non è più attaccata al [rivestimento esterno del] virus.

Ricerche precedenti avevano mostrato che la proteina spike può rimanere nel flusso sanguigno anche dopo la scomparsa del virus dal sito di infezione. In questo studio, i ricercatori hanno analizzato solo i periciti dei piccoli vasi sanguigni all’interno del cuore. Tuttavia, i periciti si trovano all’interno dei piccoli vasi sanguigni in tutto il corpo, anche nel cervello e nel sistema nervoso centrale. Questa ultima scoperta può contribuire a chiarire l’effetto del virus su organi lontano dal sito d’infezione del virus Sars-Cov2.

I ricercatori hanno prelevato alcune cellule dei piccoli vasi cardiaci e le hanno esposte alla proteina spike. Hanno scoperto che la proteina spike, da sola, era sufficiente a disturbare la normale funzione delle cellule e a portare al rilascio di sostanze chimiche pro-infiammatorie.

Hanno poi bloccato il recettore CD147 e hanno scoperto che questo impediva alla proteina spike di provocare alcune delle modificazioni cellulari [osservate in precedenza]. Tuttavia, l’infiammazione continuava. Ora i ricercatori sperano di scoprire se un farmaco che blocca il CD147 negli esseri umani possa aiutare a proteggere le persone da alcune delle complicazioni derivanti dalla Covid-19.

Il professor James Leiper, il nostro direttore medico associato, ha detto:

“La Covid-19 ha presentato una sfida senza precedenti per la comunità della ricerca cardiovascolare. C’è ancora molto da sapere sul tipo di impatto a lungo termine che il virus potrà avere sulla nostra salute, ma questa ricerca ci porta più vicino a capire meglio come il virus della Covid-19 colpisce il cuore e il sistema circolatorio e potrà infine portare a nuovi modi per proteggere il cuore.”]

[Continua il post di Berenson]

Il preprint è lungo 26 pagine e comprende 56 note. Non sono un esperto della struttura e della funzione delle cellule cardiache, ma, per quanto posso dire, sembra meticolosamente documentato. E dipinge un quadro preoccupante: le cellule specializzate dei vasi sanguigni, chiamate periciti, hanno recettori chiamati CD147. Questo nuovo coronavirus (Sars-Cov-2) come tale non può attaccare direttamente questi recettori CD147 e danneggiare le cellule dei periciti, causando trombi e attacchi di cuore.

Ma la proteina spike libera di circolare nel torrente ematico, come la proteina spike che i vaccini fanno produrre al nostro organismoi, può farlo.

Lavoro originale: https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.12.21.423721v2.full.pdf

I ricercatori non avevano esaminato specificamente le proteine spike indotte dal vaccino; stavano invece studiando il potenziale distruttivo delle proteine spike nelle persone infettate naturalmente dal virus. Ma sono stati chiari sulle implicazioni della loro scoperta:

“Cosa importante, dimostriamo che la proteina S ricombinante, da sola, attiva la segnalazione cellulare attraverso il recettore CD147 nelle [cellule] cardiache, inducendo così disfunzione cellulare e rottura microvascolare in vitro.”

E la proteina spike è uguale e funziona essenzialmente allo stesso modo, sia che derivi dalla frammentazione del virus o che sia stata sintetizzata dal vaccino. Un documento pubblicato a maggio aveva mostrato che 11 persone su 13 avevano livelli misurabili di proteine spike nel sangue dopo la vaccinazione.

Sorgente: La proteina spike da sola può causare miocardite – Ecco come – Come Don Chisciotte

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •