Paris, Nantes, Caen… Les manifestations contre le pass sanitaire se sont multipliées ce mercredi

15 Luglio 2021 0 Di marco zinno

Questo mercoledì 14 luglio, gli oppositori delle nuove misure sanitarie annunciate da Emmanuel Macron sono scesi in piazza in diverse città della Francia, denunciando in particolare una “dittatura sanitaria”. Alcune manifestazioni sono anche leggermente aumentate.

La manifestazione contro le misure sanitarie a Nantes, mercoledì 14 luglio.
La manifestazione contro le misure sanitarie a Nantes, mercoledì 14 luglio. | FRANCIA OCCIDENTALE

Francia occidentalecon AFP.Modificata  pubblicato su 

Se i siti di appuntamenti medici sono stati presi d’assalto dopo gli annunci di Emmanuel Macron , rendendo obbligatoria la vaccinazione dei caregiver e decidendo l’estensione del permesso sanitario , altri francesi hanno voluto esprimere la loro insoddisfazione attraverso diverse manifestazioni, ovunque in Francia, questo mercoledì 14 luglio.

In totale, più di 19mila persone, secondo le autorità, hanno manifestato nel Paese in nome della “libertà” per protestare contro gli annunci di Emmanuel Macron su tessera sanitaria, vaccinazione e “dittatura” .

Segui la nostra diretta da mercoledì 14 luglio sulla pandemia di coronavirus

Diverse manifestazioni in Occidente

A Nantes, circa mille persone si sono radunate per “difendere le libertà individuali” e denunciare “l’obbligo della vaccinazione” .

Molte famiglie erano nei ranghi. Gli eventi hanno luogo e le canzoni sono state ricoperte in coro, in particolare Danser encore , da Alexis HK.

A Caen, la cerimonia del 14 luglio è stata molto disturbata . I manifestanti, che in precedenza avevano marciato in città “contro la dittatura sanitaria” e la riforma delle pensioni, non si sono dispersi come previsto. In cento, percorsero diverse strade nel tentativo di raggiungere il monumento ai morti.

Altri eventi sono stati registrati a Saint-Brieuc (Côtes-d’Armor), Pontivy (Morbihan) e Lanester (Morbihan).

Due appuntamenti a Parigi

A Parigi, alcune centinaia di manifestanti hanno preso parte a una manifestazione non dichiarata in Place de la République nel primo pomeriggio, prima di risalire Boulevard Saint-Martin e di essere fermati dalla polizia, cantando in particolare “Libertà” . In diverse occasioni, la polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Allo stesso tempo, una manifestazione dichiarata ha riunito anche diverse centinaia di persone provenienti da Place de Clichy, a nord della capitale. “Contro la dittatura” , “Contro il pass sanitario” , si è potuto sentire nelle file della manifestazione.

Altre manifestazioni nel resto della Francia

Secondo la polizia, alle 15:00, sono stati identificati più di 7.800 manifestanti, di cui 1.200 a Montpellier, 1.000 a Marsiglia, 800 ad Annecy e 720 a Rouen, senza incidenti degni di nota.

A Tolosa, in mattinata, si è tenuto un piccolo raduno all’appello di diversi gruppi “gilet gialli”, cantando “Soldi, meno poliziotti per l’ospedale pubblico” o “Macron, se lo sapessi, il tuo vaccino dove lo mettiamo” .

A Perpignan una manifestazione ha riunito alcune centinaia di persone, comprese le badanti.

Il portale della prefettura forzato ad Annecy

In Alta Savoia, un gruppo di oppositori della vaccinazione ha forzato il portale della prefettura di Annecy. Questo gruppo, composto da 150 a 200 persone, è rimasto nel cortile dell’edificio per circa un’ora e mezza, senza tentare di entrare. I manifestanti hanno gridato slogan ostili alla vaccinazione e all’estensione dell’uso della tessera sanitaria.

Hanno lasciato la scena da soli senza l’intervento della polizia, ha aggiunto la prefettura, precisando che tale assembramento non era stato dichiarato. In un tweet, il ministro degli Interni Gérald Darmanin ha condannato “con la massima fermezza” questa intrusione. Ha dato il suo “pieno appoggio agli agenti dello Stato che hanno agito a sangue freddo” .

Gas lacrimogeni a Lione

A Lione la polizia ha sparato pesantemente con lacrimogeni nel centro per contenere un’imponente manifestazione “contro la dittatura” indetta dopo i recenti annunci del presidente della Repubblica. I manifestanti, per lo più giovani, sono stati 1.400, secondo un conte della prefettura.

Sorgente: Paris, Nantes, Caen… Les manifestations contre le pass sanitaire se sont multipliées ce mercredi

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •