Colombia shock. A Cali cadaveri gettati nel fiume

Colombia shock. A Cali cadaveri gettati nel fiume

28 Maggio 2021 0 Di marco zinno

L’antidiplomatico – Liberi di svelarvi il mondo

Ancora una notte di terrore in Colombia. L’ennesima da quando il popolo è sceso nelle piazze per protestare contro una riforma fiscale iniqua voluta da Duque e successivamente contro le politiche del regime neoliberista di estrema destra che governa la Colombia. Un ‘narcostato’ eterodiretto da Washington e strettamente alleato con il regime sionista di Israele. 

Mercoledì lo squadrone mobile anti-sommossa colombiano (ESMAD) ha ferito 82 persone dopo aver represso una protesta pacifica a Bogotà con lacrimogeni e armi da fuoco. Lacrimogeni scaduti, segnala teleSUR, quindi più pericolosi per la salute umana.

Secondo la Croce Rossa, 60 persone ferite hanno riportato danni agli occhi e alle vie respiratorie, 15 manifestanti hanno riportato ferite alla testa, al viso, alle braccia e alle gambe e tre cittadini hanno riportato traumi al torace, cranioencefalici o cervicali.

I video diffusi sui social network mostrano agenti dell’ESMAD che fanno irruzione in una farmacia nella comunità di Usme per picchiare gli operatori sanitari e le persone ferite che si stavano rifugiando lì dalla brutalità della polizia.

“I feriti lievemente sono curati dagli operatori della Croce Rossa e dai paramedici di primo soccorso. I feriti gravi vengono trasferiti negli ospedali in ambulanza”, ha twittato il segretario del governo di Bogotà, Luis Gomez.

“L’uso sproporzionato di gas lacrimogeni ha colpito la popolazione di Usme. Decine di persone che non hanno preso parte alle proteste hanno subito le conseguenze della brutalità della polizia”, ha affermato il consigliere Diego Cancino.

Mercoledì sera si sono verificati anche scontri alla stazione della metropolitana Portal Resistencia, dove si sono svolte proteste pacifiche contro il presidente Ivan Duque.

Dal 28 aprile al 25 maggio, la Colombia ha registrato 3.155 atti di brutalità da parte della polizia, 43 omicidi commessi dalle forze di sicurezza, 165 casi di sparatorie con armi da fuoco e 1.388 detenzioni arbitrarie.

Tuttavia, il sindaco di Bogotà, Claudia Lopez, ha cercato di ridimensionare la portata della repressione affermando che solo 2 dei 43 decessi sono stati causati da agenti delle forze di sicurezza.

Cadaveri nei fiumi di Cali

Attraverso i social network è circolato un video in cui si vedono uomini che gettano corpi nel fiume Cauca da un camion della polizia. Il fatto è avvenuto a Cali, dipartimento colombiano della Valle del Cauca, epicentro delle attuali proteste in Colombia.

Sorgente: Colombia shock. A Cali cadaveri gettati nel fiume

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •