La Russia risponde alle sanzioni Ue: vietato l’ingresso nel Paese a David Sassoli e altri sette responsabili europei 

La Russia risponde alle sanzioni Ue: vietato l’ingresso nel Paese a David Sassoli e altri sette responsabili europei 

30 Aprile 2021 0 Di Luna Rossa

La notizia sull’interdizione del presidente del Parlamento Ue è stata diffusa da Interfax. Colpita anche la vicepresidente della Commissione Ue, Vera Jourova. “Piena solidarietà” da parte del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio

La ritorsione della Russia di Vladimir Putin, dopo l’accordo europeo su nuove sanzioni al Paese legate al caso dell’oppositore Alexei Navalny e alle violazioni dei diritti umani, ha colpito anche il presidente del parlamento Ue, David Sassoli. Secondo quanto riportato dall’agenzia Interfax, “in risposta alle misure limitative introdotte il 2 e il 22 marzo di quest’anno nei confronti di sei cittadini russi”, la Federazione ha sanzionato l’esponente del Partito Democratico e altri sette responsabili europei tra cui vietando loro l’ingresso nel Paese.

Gli altri membri dell’Ue interdetti sono Vera Jourova, vicepresidente della Commissione Ue per i valori e la trasparenza, Ivars Abolins, presidente del National Electronic Media Council della Lettonia, Maris Baltins, direttore del National Language Centre della Lettonia, Jacques Maire, membro della delegazione francese all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, Jorg Raupach, capo dell’ufficio del procuratore di Berlino, Asa Scott, capo del laboratorio di sicurezza chimica, biologica e nucleare Total Defence Research Institute Svezia, e Ilmar Tomusk, capo del Language Department dell’Estonia.

Sassoli non ha ancora commentato la notizia, ma appena appresa la notizia il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, secondo quanto trapela, ha sentito immediatamente il presidente del Parlamento europeo per esprimergli “piena solidarietà”.

Sorgente: La Russia risponde alle sanzioni Ue: vietato l’ingresso nel Paese a David Sassoli e altri sette responsabili europei – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •