Tutti gli appuntamenti dell’8 marzo – Collettiva

Tutti gli appuntamenti dell’8 marzo – Collettiva

8 Marzo 2021 0 Di Luna Rossa

La Giornata internazionale della donna, in casa Cgil, offre dibattiti, iniziative ed eventi per fare il punto sulla lotta contro le diseguaglianze di genere

di Giorgio Sbordoni

8 marzo, Giornata internazionale della donna. In programma oggi, come negli ultimi giorni che hanno preceduto questa data, dibattiti, iniziative ed eventi che celebrano l’importanza della ricorrenza e colgono l’occasione per fare il punto sulla lotta contro le diseguaglianze di genere. Soprattutto in casa Cgil è ricco e variegato il programma degli appuntamento, più che altro virtuali, nel rispetto del distanziamento fisico imposto dal covid.

Roma tanti gli appelli, le tavole rotonde e i sit in. Gli uomini dello Spi Cgil di Roma e Lazio hanno lanciato l’appello ‘Chi ama Non uccide’ per dire basta ai femminicidi, mentre i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Roma e del Lazio hanno invitato tutti gli uomini ad aderire all’appello ‘Cari uomini…abbiamo un problema’ e a partecipare al presidio che si terrà oggi, alle ore 14, in Piazza del Popolo. 

La Fiom Cgil di Roma e Lazio ha convocato per l’8 marzo, alle ore 10, l’assemblea online ‘Donne contro il nostro distanziamento sociale, contro il virus delle disuguaglianze. Democrazia, inclusione, uguaglianza, lavoro, futuro’. Nella stessa giornata, alle ore 14.30, la Flc Cgil di Roma e Lazio presenterà l’iniziativa “Contrasto alle discriminazioni e benessere nei luoghi di lavoro. Organismi, azioni e networking negli enti pubblici di ricerca”, mentre il Nidil e la Cgil Roma Centro Ovest Litoranea pubblicheranno sui canali social un video che dà voce alle lavoratrici precarie, con contratti parasubordinati tra discriminazione e divario retributivo. Il 9 marzo, alle ore 16, il Coordinamento Donne, lo Spi Cgil Rieti Roma Est Valle dell’Aniene e lo Spi Cgil di Roma e del Lazio presenteranno l’iniziativa on line ‘Non spettatrici ma protagoniste’, con la partecipazione di Livia Turco, della consigliera regionale Marta Bonafoni e di dirigenti delle ASL Roma 2, 5 e Rieti. L’11 marzo, alle ore 16, il Coordinamento Donne e la Cgil Civitavecchia Roma Nord Viterbo presenteranno il docufilm: ‘Io lavoro sicura!’. Il 12 marzo, alle ore 16, la Cgil Roma Sud Pomezia Castelli promuoverà su Facebook l’iniziativa: ‘Come il virus colpisce il lavoro delle donne. Gap, occupazione, sviluppo’. Parteciperanno, tra gli altri, Eleonora Mattia, consigliera regionale e presidente della commissione Lavoro e pari opportunità e Valentina Cardinali, Consigliera di parità del Lazio. Il 18 marzo, il Coordinamento Donne Filt Cgil di Roma e del Lazio presenterà il proprio programma politico e l’iniziativa ‘Il tempo delle Donne'”.

Cgil, Cisl e Uil di Milano hanno deciso di celebrare l’8 marzo creando un cortometraggio dal titolo “LO FAI TU”, realizzato in collaborazione con “Amleta”, un collettivo di attrici nato per evidenziare e contrastare il divario e le discriminazioni di genere nel mondo dello spettacolo, pubblicato sui canali social delle confederazioni cittadine.

La Cgil Brescia ha invece annunciato che oggi, durante tutta la giornata, sui canali social della Camera del Lavoro andrà online una raccolta di video per dare voce alle vertenze e alle lotte quotidiane di delegate e iscritte e fare un bilancio di un anno molto pesante, soprattutto per le donne. Storie tenaci che vanno condivise per diventare forza collettiva.

Oggi a Padova, alle ore 10.00, una delegazione –  contingentata e nel pieno rispetto delle norme sanitarie – delle segreterie territoriali di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uil Pensionati terrà un Presidio simbolico e di testimonianza davanti a Palazzo Moroni, sul Liston. Nel corso del Presidio i partecipanti leggeranno a turno dei passaggi dell’appello “Cari uomini, abbiamo un problema” e inviteranno la popolazione a firmare l’appello sulla piattaforma online www.abbiamounproblema.it

I Coordinamenti Donna Cgil e Spi di Pistoia hanno organizzato tre iniziative, tutte in diretta Facebook sulla pagina della Cgil provinciale. La prima, con la partecipazione del circolo Anpi Alberta Fantini e insieme all’Anpi provinciale, oggi in diretta Facebook sulla pagina della Cgil provinciale, dalle 16.00 dal titolo “Teresa Mattei, partigiana, madre costituente, politica. Una vita per l’uguaglianza e la pari dignità contro ogni discriminazione”.

La seconda venerdì 19 marzo alle ore 17.00, nella quale verrà presentata la ricerca: Lavorare da casa durante la pandemia. Donne e smart working in Toscana, a cura di Ires Toscana, in collaborazione con il Coordinamento Donne CGIL Toscana

Introduce e coordina Silvia Biagini, segreteria Cgil Pistoia. Partecipano Sandra Burchi, ricercatrice Ires Toscana, Barbara Orlandi, responsabile Coordinamento Donne Cgil Toscana e Franca Alacevich, professore ordinario Scienze Politiche e Sociali a Firenze.

Infine, ultima iniziativa lunedì 29 marzo alle ore 17, dal titolo Parole Contro. Steretipi di genere, linguaggio sessista ed hate speech. Introduce e coordina Irene Romiti, Coordinamento Donne Cgil Pistoia. Con Irene Biemmi, Docente di Pedagogia di genere presso l’Università di Firenze, Vera Gheno, Sociolinguista e docente presso l’Università di Firenze e Cathy La Torre, avvocata e attivista LGBTQI.

In Veneto programma di appuntamenti fittissimo, provincia per provincia. Potete leggerlo sulla pagina Facebook della Cgil regionale, qui sotto.

Una mattinata dedicata l tema anche in Sicilia, dove la Cgil e le categorie regionali hanno organizzato un’iniziativa dal titolo “Un filo rosso per unirci”. Il tema è il contrasto alla violenza di genere e la promozione dei diritti delle donne. Hanno collaborato l’Auser e la Camera del lavoro di Caltagirone. Un grosso gomitolo di lana è stato trasformato dalle promotrici in una “coperta condivisa” che sarà consegnata nel pomeriggio, alle 15.30, a Caltagirone, presso la scala santa Maria del Monte, al centro antiviolenza Albanuova. L’iniziativa, dal forte valore simbolico, sarà preceduta alle 10:30 a Mirabella Imbaccari, dalla firma da parte del sindacato e delle associazioni della città di un protocollo di intesa
in materia di prevenzione e contrasto della violenza di genere. Al dibattito della mattina a Mirabella Imbaccari interverranno il sindaco, Giovanni Ferro, Totò Brigadeci, segretario della Cgil di Caltagirone, Pippo Di Natale, Presidente Auser Sicilia, Monja Caiolo, segretaria Filcams regionale, Gaetano Agliozzo, segretario Fp Sicilia, Concetta Balistreri,
segretaria Spi Sicilia, Mimma Argurio, segretaria regionale Cgil.

Tante le iniziative anche in Campania. Potete scoprirle, provincia per provincia, sul post dedicato sulla pagina facebook della Cgil regionale, qui sotto.

Lecce le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil – con l’adesione dell’Udu – hanno incentrato le celebrazioni dell’8 marzo sulla presa di coscienza degli uomini e sulla loro responsabilizzazione e hanno indetto una manifestazione dal titolo “Il rispetto è il primo passo” in programma questa mattina alle ore 11 a Porta San Biagio. I manifestanti indosseranno una mascherina rossa. È previsto l’intervento del sindaco, Carlo Salvemini.

La Cgil delle Marche ricorda con un post su Facebook tutti i numeri delle discriminazioni che subiscono le donne.

Oggi a partire dalle ore 10 in diretta sulla pagina Facebook della Cgil Basilicata, “Quello che le donne dicono”, un momento di riflessione sulla condizione di isolamento delle donne, costrette a lavori in smartworking e con la responsabilità di gestire anche il welfare familiare. Un approfondimento necessario in un momento in cui il mondo del lavoro deve fare i conti con la crisi economica e sociale derivante dalla pandemia. Quali connessioni intergenerazionali possono dare risposte concrete? Quale ruolo devono assumere le donne all’interno delle istituzioni? Quali prospettive si aprono di fronte alle opportunità che potranno essere costruite con i fondi del recovery plan? Queste alcune delle domande a cui il sindacato cercherà di dare risposta.

Siena le donne della Cgil hanno deciso di esporre nelle oltre 40 sedi del sindacato presenti sul territorio provinciale un manifesto in cui varie figure femminili sono collegate in videoconferenza con lo slogan “Ci sentite? Accendiamo il microfono!” per portare l’attenzione su tematiche che oggi assumono i contorni di urgenze: occupazione, diritti, rispetto dei corpi, libertà di scelta, pari opportunità, inclusione e rimozione delle disuguaglianze.

“Donna. Io l’Otto”, è il titolo dell’iniziativa a cura della Fp Cgil che si terrà in occasione della Giornata Internazionale delle donne, per avviare una riflessione sulla condizione delle donne nel mondo del lavoro. Appuntamento lunedì prossimo in diretta Facebook dalle 16.30.

Quanto è impari la cittadinanza delle donne nella vita lavorativa, nella vita pubblica e sociale e in quella istituzionale? Leadership femminile e gender gap sono le questioni da affrontare, consapevoli che non si tratta di aspetti marginali per lo sviluppo del Paese, ma di una priorità.

Ne discuteranno Susanna Camusso, Responsabile politiche di genere e internazionali Cgil, Anna Canepa, Magistrata – Sostituta Procuratrice DNAA Roma, Giorgia D’Errico, autrice di “Maschile singolare”, Massimiliano Prestini, Fp Cgil, Linda Laura Sabbadini, Statistica – Direttrice Centrale dell’Istat – Chair del W20, Serena Sorrentino, Segretaria generale Fp Cgil e Lara Verbigrazia, Politiche di genere Fp Cgil.

Nella stessa data (8 marzo) l’evento online alle ore 15:30, organizzato da Cgil, Spi Cgil, Fp Cgil e Auser Catania, dal titolo “Riqualifichiamo i consultori”. Partecipa la segretaria confederale della Cgil, Rossana Dettori.

Sempre l’8 marzo la Flc Cgil Roma e Lazio ha programmato un seminario dal titolo “Contrasto alle discriminazioni e benessere nei luoghi di lavoro: organismi, azioni e networking negli enti pubblici di ricerca”. L’evento potrà essere seguito online, previa iscrizione, a partire dalle ore 14.30.

Rimanere unite anche a distanza è il messaggio che il coordinamento donne della Cgil di Parma vuole lanciare con i tanti appuntamenti previsti per la giornata di lunedì 8 marzo.

Si comincia alle 10:30 di mattina con l’iniziativa “Grate della vostra cura” nel piazzale antistante la Torre delle Medicine dell’Ospedale Maggiore di Parma dove le donne del sindacato omaggeranno simbolicamente con una mimosa tutte quelle lavoratrici che in questo difficile anno, con il loro impegno, hanno contribuito alla gestione dell’emergenza pandemica. Interverranno Lisa Gattini, segretaria generale della Camera del Lavoro di Parma, e Silvia Sartori, responsabile Coordinamento Donne.

Alle 17.30 lo Spi Cgil provinciale insieme a Libera e al Coordinamento Donne SPI daranno vita a una tavola rotonda sul tema “Mafia e antimafia: il ruolo delle donne”, in streaming sulle pagine Facebook.

Alla stessa ora sarà possibile seguire in videoconferenza dalla Sala Consigliare del Municipio di Borgo Val di Taro l’evento online (patrocinato dallo stesso Comune di Borgotaro) dedicato a “Il ruolo delle donne: funzioni e competenze al servizio del territorio”. Previsto, tra i tanti contributi, quello di Lisa Gattini, segretaria generale Cgil Parma. A moderare sarà Rosalba Calandra Checco, segretaria generale Fp Cgil Parma.

In serata, a partire dalle ore 20.30, è infine in programma l’evento in diretta streaming organizzato dalla Filctem Cgil provinciale, “La forza delle donne”, dedicato alle donne straordinarie del nostro passato, presente e futuro. Un lavoro di ricerca e progettazione realizzato dalle delegate della Filctem territoriale, che sarà presentato da Angela Ierone, funzionaria Filctem Cgil. Parteciperanno, tra gli altri, Elly Schlein, vicepresidente Regione ER; Nicoletta Ariosi, che intervista Rafaela Baiocchi, Primaria Ospedale Ginecologia di Emergency in Afganistan. L’intervento conclusivo sarà affidato a Maritria Coi, Segretaria Generale Filctem Cgil Emilia Romagna.

L’8 marzo alle ore 21:00, sul canale Youtube della Cgil/Agb verrà proiettato l’ultimo video spettacolo di Barbara Fingerle, dal titolo “NobElle” Storie di Donne e di Nobel, un racconto e un omaggio a tutte quelle donne che nella loro vita, sfidando i tanti pregiudizi sociali, hanno contribuito al progresso della scienza, della cultura, della pacifica convivenza tra i popoli, arrivando a conseguire il premio Nobel.

Lunedì sarà anche il giorno di “Lavoro, confronto, coesione”. L’assemblea delle donne di Cgil, Cisl e Uil, che cercherà di rispondere a tre domande: Come si lavora in pandemia? Come sono cambiate organizzazione del lavoro e quotidianità? Quali sono i principali problemi da affrontare?

Spazio alle testimonianze delle delegate dai luoghi di lavoro. L’assemblea sarà introdotta da Elena Bruzzese, segretaria Cgil Genova, mentre le conclusioni sono affidate a Paola Bavoso, segretaria Cisl Liguria. Modera e coordina i lavori Sheeba Servetto, segretaria Uil Liguria.

NOI DONNE NON ABBIAMO MAI CHIUSO è il titolo della campagna di comunicazione che la Cgil di Reggio Emilia ha voluto realizzare per l’8 marzo. Il claim della campagna vuole simboleggiare come le donne siano state e siano ancora, in questo lungo anno di pandemia che non si accinge a finire, sempre “aperte” ad affrontare le sfide della quotidianità e il carico di impegni che, aggravato dalla condizione pandemica, spazia senza soluzione di continuità dal lavoro fuori casa a quello dentro casa.

Un grande 8 che si gira diventando un paio di occhiali a simboleggiare un’ottica attraverso cui leggere il mondo, non solo l’8 marzo, ma tutti i giorni dell’anno. Ma anche a sottolineare lo sguardo, protagonista indiscusso dei nostri volti ai tempi delle mascherine. La campagna sarà portata in giro nelle strade della città questa settimana, fino al 14 marzo, attraverso un camion vela che sosterà in diversi punti della città.

Parallelamente al manifesto principale, sui canali social della Cgil di Reggio Emilia – Facebook Istagram e Twitter – saranno pubblicate durante la prossima settimana altre quattro immagini che approfondiscono altrettanti temi: quello del lavoro di cura, il lavoro non pagato, il gender pay gap e il differenziale occupazionale rispetto alla laurea conseguita.

In aggiornamento

 

Leggi anche

DONNE

Senza portafoglio, ma non solo le ministre

Simona Ciaramitaro

Il coordinamento donne della Fisac Cgil non intende lasciar cadere nel vuoto le proteste per il divario di rappresentanza tra uomini e donne nel nuovo governo. Servono scelte politiche-economiche, come indica l’Ue, in favore del riequilibrio di genere

Sorgente: Tutti gli appuntamenti dell’8 marzo – Collettiva

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •