Povertà, c’è una questione di cui non si parla mai: i minori sfrattati – Il Fatto Quotidiano

Povertà, c’è una questione di cui non si parla mai: i minori sfrattati – Il Fatto Quotidiano

11 Marzo 2021 0 Di marco zinno

Povertà, c’è una questione di cui non si parla mai: i minori sfrattatiHa fatto molto scalpore una anticipazione resa nota dall’Istat, sul livello di povertà raggiunto in Italia nel corso del 2020, anno di emergenza sanitaria dovuta alla Covid-19.Il quadro della povertà in Italia che ci consegna l’Istat è sconfortante: 1 milione di persone in più in povertà assoluta nel 2020 ovvero ulteriori 335 mila famiglie in povertà assoluta rispetto al 2019.L’Istat afferma che si tratta di livelli di povertà assoluta, da record dal 2005. Secondo l’Istat oggi, in Italia sono 1 milione e 346mila i minori che vivono in condizioni di povertà assoluta, ben 209mila in più rispetto al 2019.PUBBLICITÀQuesto vuol dire che in Italia, nel 2020, i minori che si trovano in condizione di povertà assoluta sono il 13,4%, con un aumento di 2 punti percentuali rispetto al 2019.Non bastavano le 50/60.000 sentenze di sfratto annuali negli anni precedenti al 2020 che segnalavano già come il costo casa incidesse notevolmente sulla povertà diventando elemento determinante della precarietà abitativa e per gli sfratti.Ma nell’ambito della povertà c’è una questione che non viene mai messa in risalto o segnalata con la dovuta forza: la questione minori e sfratti.Negli anni precedenti il 2020, in cui non vi era l’emergenza sanitaria da pandemia di oggi e non erano in vigore sospensioni sfratti ogni anno si eseguivano tra i 25.000 e i 30.000 sfratti con la forza pubblica e nell’80% dei casi erano presenti minori.Quindi nel silenzio/assenso di quasi tutte le amministrazioni locali e di quasi tutto il ceto politico, siano essi parlamentari, consiglieri regionali e comunali almeno tra i 20.000 e i 25.000 minori erano soggetti ad esecuzioni di sfratto insieme alla famiglia.Le azioni di rilascio negli anni passati quasi mai vedevano l’intervento di assistenti sociali e ancora meno la garanzia di passaggio da casa a casa.Attenzione questo vuol dire che per quei minori non solo si è assistito i ad una estromissione forzosa da un alloggio ma hanno corso il rischio di abbandono della scuola o perlomeno un aumento della impossibilità a frequentare corsi di studio. Così spesso si è assistito a danni per la salute e quelle poche volte nelle quali vi era l’intervento degli enti locali alla divisione dei nuclei famigliari.

Sorgente: Povertà, c’è una questione di cui non si parla mai: i minori sfrattati – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •