Shopping, ressa e code ovunque: il distanziamento è un miraggio – Il Secolo XIX

20 Dicembre 2020 0 Di marco zinno

A Roma le forze dell’ordine costrette a chiudere via del Corso19 DICEMBRE 2020Massima attenzione delle forze dell’ordine in Italia per il rischio di affollamenti nelle varie città della nazione. Lunghe code prima ancora dell’apertura dei negozi si sono formate a Torino nelle vie dello shopping, nel centro storico. Il maggiore afflusso di gente è stato registrato in via Garibaldi, dove già verso le 10:30 sono stati notati i primi assembramenti. Nel capoluogo piemontese, oggi, la centralissima via Roma e alcune vie adiacenti sono diventate pedonali. La soluzione non ha evitato le criticità: nelle strade adiacenti il traffico si è congestionato e nei paraggi nei parcheggi sotterranei si sono formate file di auto. Davanti a Lego, Zara, Luis Vuitton le code escono dal porticato per arrivare fino al centro della strada.A Roma, l’afflusso per lo shopping ha fato scattare la chiusura momentanea al traffico pedonale di via del Corso all’altezza di Largo Goldoni per far defluire le persone. Chiuse anche le stazioni Spagna e Flaminio della metro. A Milano, Per 300 volte oggi fino alle 16 i tornelli di alcune stazioni della metropolitana di Milano sono stati chiusi per evitare sovraffollamento sui mezzi, o meglio per rispettare il limite di capienza del 50% deciso dal governo come norma anti-Covid. In una giornata di shopping, con moltissime persone che si sono riversate in centro, in più occasioni sono risuonati dagli altoparlanti gli avvisi che i tornelli erano chiusi per il tempo di liberare la banchina, solo pochi minuti prima di riaprirli. Un annuncio che si è sentito soprattutto nelle fermate di interscambio come quella di Duomo, di Centrale e di Cadorna. A Duomo, Loreto e Cadorna è stato anche chiuso il passaggio da una linea all’altra della metropolitana, sempre per controllare il flusso di viaggiatori.

Sorgente: Shopping, ressa e code ovunque: il distanziamento è un miraggio – Il Secolo XIX

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •