Il maltempo continua a uccidere, due operai morti e due corpi in mare

Il maltempo continua a uccidere, due operai morti e due corpi in mare

6 Ottobre 2020 0 Di Luna Rossa

Nell’Imperiese una ruspa ha travolto due addetti. I cadaveri sulla spiaggia di Sanremo

Il maltempo continua ad uccidere. Altri quattro morti ieri in Liguria. Due cadaveri sono stati trovati spiaggiati a Sanremo, probabilmente trascinati in mare dai fiumi della Costa Azzurra. Due operai invece hanno perso la vita nell’entroterra per un incidente avvenuto mentre con ruspa e motosega cercavano di liberare le strade interrotte dagli alberi crollati. E’ avvenuto vicino a Bajardo. Le vittime sono Maurizio Moraldo, 42 anni, e Marco Lanteri di 47, cugini, residenti a Molini di Triora. La ditta di famiglia era stata ingaggiata dalla Provincia di Imperia per eliminare l’asfalto da smottamenti e tronchi, per ristabilire i collegamenti tra due paesi. Uno era alle prese con la motosega quando la ruspa, condotta dal cugino, in fase di manovra, è uscita improvvisamente dalla carreggiata investendolo e precipitando poi in un dirupo profondo una trentina di metri. Maurizio e Marco non hanno avuto scampo. Quando sono riusciti a raggiungerli la montagna ha restituito ai soccorritori due cadaveri. A indagare sono i carabinieri e l’Asl. Cordoglio per l’accaduto è stato espresso dai sindaci e dal presidente della Regione Giovanni Toti: «Svolgevano il loro lavoro al servizio del territorio e dei cittadini».

 

Un altro cadavere restituito dal mare a Sanremo

 

I morti trovati invece sulle spiagge di Sanremo farebbero ancora parte della lista dei dispersi in Valle Roja e in Costa Azzurra. Il mare ieri ha restituito i corpi nudi di due uomini, di carnagione bianca, di età tra i 30 e i 50 anni: il primo è stato trovato alla Vesca, il secondo vicino al porto turistico. Si vanno ad aggiungere agli altri quattro cadaveri recuperati nella giornata di ieri tra Ventimiglia e Santo Stefano al Mare. In soli due giorni, contando anche il corpo rinvenuto sul greto del fiume Roja a Ventimiglia, in provincia di Imperia si sono contati nove cadaveri. Le celle frigorifere degli obitori negli ospedali di Sanremo e Bordighera sono tutte occupate. Per gli ultimi corpi è stato indispensabile utilizzare anche quello di Imperia. La procura ha disposto il rilievo delle impronte digitali e la foto segnalazione. Acquisito anche uno zaino, sempre trasportato in spiaggia a Sanremo dalle onde, con all’interno documenti di un cittadino francese. Al momento non è stata effettuata nessuna identificazione: al lavoro la Capitaneria di Porto, i carabinieri e la polizia.

 

Maltempo in Riviera, il mare ha restituito cinque cadaveri

 

A fare da contraltare ad una giornata scandita, purtroppo, ancora dalle vittime del maltempo, è il lavoro frenetico degli «angeli del fango». Centinaia in campo, a Ventimiglia (dove oggi riapre il mercato ortofrutticolo), ma anche a Badalucco, Molini e Triora. I ristoratori hanno fornito pranzi gratis a tutti: «Basta che abbiano le scarpe piene di fango e il piatto caldo è assicurato». Vicinanza a Ventimiglia è stata espressa anche dal principe Alberto di Monaco in una lettera inviata al sindaco: «Sono addolorato, i nostri pensieri vi sono accanto in questo momento difficile».

Sorgente: Il maltempo continua a uccidere, due operai morti e due corpi in mare – La Stampa – Ultime notizie di cronaca e news dall’Italia e dal mondo

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •