Dpcm, i bar trovano un buco normativo: chiudono a mezzanotte e riaprono 15 minuti dopo. «Non è indicato l’orario di riapertura» – Il Mattino.it

Dpcm, i bar trovano un buco normativo: chiudono a mezzanotte e riaprono 15 minuti dopo. «Non è indicato l’orario di riapertura» – Il Mattino.it

17 Ottobre 2020 0 Di marco zinno

Seconda ondata, i bar e lo stop alle ore 22: «Coprifuoco? Tsunami»

La stessa cosa è successa alla stazione di Bologna, dove la titolare ha raccontato che riaprirà il suo bar all’una di notte. Intervistata dal Corriere della Sera, ha detto: «Non facciamo nulla di vietato. La cosa a cui tengo più di tutte è che non si parli di furbate, truffe o irregolarità. Il decreto è chiaro e noi lo stiamo applicando, senza infrangere nulla». Una vera e propria beffa per il governo, a cui probabilmente verrà messa una “toppa” nei prossimi decreti.

Covid, verso stretta su sport e locali. Ipotesi decreto per anticipare misure

 

Cosa prevede il nuovo dpcm

 

MASCHERINE

L’articolo 1 del dpcm stabilisce che «è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di avere sempre con sé» la mascherina, nonché obbligo di indossarla nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande». Dall’obbligo è escluso chi fa attività sportiva, i bambini sotto i 6 anni, i soggetti con patologie e disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Viene inoltre «fortemente raccomandato» l’utilizzo dei dispositivi «anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi».

Coronavirus, niente deroghe per le feste: valgono le regole nazionali

FESTE

Restano chiuse le sale da ballo e discoteche, all’aperto o al chiuso, mentre sono permesse fiere e congressi. La novità, rispetto ai precedenti dpcm, è che sono vietate le feste in tutti i luoghi al chiuso e all’aperto. Restano consentite, con le regole fissate dai protocolli già in vigore, le cerimonie civili o religiose come i matrimoni. Le feste conseguenti alle cerimonie possono invece svolgersi con la partecipazione massima di 30 persone nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti. Nelle abitazioni private è «comunque fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi» in numero «superiore a 6».

Sorgente: Dpcm, i bar trovano un buco normativo: chiudono a mezzanotte e riaprono 15 minuti dopo. «Non è indicato l’orario di riapertura» – Il Mattino.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •