Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Una giornata di demolizioni nella Valle del Giordania e South Hebron Hills

WWW.BTSELEM.ORG
A day of demolitions in the Jordan Valley and South Hebron Hills
r8t smngSnpoiunlSiugrdocleno somacstrlle oerSe 1od0o:f5g5

Una giornata di demolizioni nella Valle del Giordania e South Hebron Hills

Il 3 giugno 2020, intorno alle 7:00 A. M., circa 15 jeep militari accompagnate da un camion gru e un bulldozer arrivò nella comunità Abu Dahuk nella zona di Deir Hajla di Jericho.

Le forze demolirono cinque barche residenziali di una famiglia estesa e un’altra struttura che la famiglia utilizzava come cucina. Hanno lasciato 23 persone, 11 minori, senzatetto.

Inoltre, le forze hanno confiscato tre contenitori d’acqua, sei pannelli solari, quattro unità di aria condizionata, due frigoriferi e vele tonalità appartenenti alla famiglia.

Per 30 anni, la famiglia viveva in un sito a circa tre chilometri ad est di quello attuale. Il 20 gennaio 2020, i militari consegnarono loro un ordine di stop-work e demolizione e li espulsero dalla loro precedente residenza per motivi che si trattava di una zona militare chiusa.

Lo stesso giorno, intorno alle 7:00 A. M., Il personale dell’Amministrazione Civile è arrivato con una scorta di agenti di polizia di confine, jeep militari, un bulldozer e uno scavatore a Khirbet al-Mufaqarah sulle colline di Hebron del Sud. Le forze demolirono una tenda che ospitava una famiglia di due.

Più tardi, continuarono ad est verso la comunità di Maghayir al-Abid, dove demolirono una tenda utilizzata per scopi agricoli.

Da lì, le forze continuarono a sud fino a Khirbet al-Fakhit, dove demolirono una tenda che ospitava sette persone, tre minori.

Le forze continuarono a sud fino a Khirbet al-Markez, dove demolirono sei strutture: quattro strutture cinderblock e due tende – che ospitavano 35 persone, 25 di loro minori. Le strutture sono state costruite con aiuti finanziari dell’Unione europea.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing