Il Primo Maggio degli immigrati, quei 500mila entrati in legalità e diventati fantasmi tra colpi di pistola alle gambe e soprusi

Il Primo Maggio degli immigrati, quei 500mila entrati in legalità e diventati fantasmi tra colpi di pistola alle gambe e soprusi

1 Maggio 2020 0 Di Luna Rossa

Karima Moual intervista l’avvocato immigrazionista Hillary Sedu per fare il punto dei migliaia di immigrati arrivati in Italia legalmente e finiti successivamente nel limbo della clandestinità per la mancanza di provvedimenti da parte dello Stato o dopo aver subito violenze e vessazioni da parte dei datori di lavoro. Simbolica la storia di Fardj Khamaies, in Italia da 25 anni, e una volta richiesta la regolarizzazione della sua posizione è stato sparato cinque volte dal suo datore di lavoro.
Di Karima Moual
guarda il video cliccando il link sotto riportato

Sorgente: Il Primo Maggio degli immigrati, quei 500mila entrati in legalità e diventati fantasmi tra colpi di pistola alle gambe e soprusi – La Stampa

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •