Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo

6 Maggio 2020 0 Di Luna Rossa

Coronavirus, le ultime notizie dall'Italia e dal mondo

Tutti gli aggiornamenti sulla diffusione di Covid-19

di Valentina Santarpia, Silvia Morosi

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, almeno 213.013 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2: di queste, 29.315 sono decedute (qui l’ultimo bollettino della Protezione Civile). Secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University, nel mondo i casi sono più di 3,58 milioni, con oltre 250 mila morti (qui la mappa globale del contagio).

Le notizie dalle edizioni locali: Emilia-Romagna | Veneto | Piemonte | Puglia | Campania | Lazio| Lombardia | Sicilia | Toscana

Ore 05.45 – Colombia, quarantena prorogata al 25 maggio
Il presidente della Colombia Ivan Duque ha annunciato ieri sera la decisione del governo di prorogare, per la terza volta dal 25 marzo, la quarantena sociale obbligatoria nel Paese, che resterà in vigore fino al 25 maggio. In un discorso trasmesso in tv, il capo dello Stato ha comunque assicurato che «durante questa nuova fase di isolamento sociale, sarà autorizzato l’avvio dell’attività produttiva di vari settori industriali, e quella di compravendita di beni necessari alla popolazione». Oggi più che mai, si è raccomandato Duque, «dobbiamo essere capaci di recuperare spazi sempre maggiori di attività produttiva, facendolo tuttavia con responsabilità e continuando a proteggere la vita e la salute dei cittadini». Il ministero della Sanità colombiano ha diffuso l’ultimo rapporto sulla pandemia da coronavirus da cui emerge che i contagiati nel Paese sono 8.613, di cui 378 morti.

Ore 02.50 – Usa: Amazon, dipendente muore a causa del Covid-19
Amazon ha dichiarato che un suo dipendente che lavorava in un magazzino di Staten Island, nello Stato di New York, è morto di Covid-19. L’annuncio fa crescere i timori sul fatto che il gigante della vendita al dettaglio online non stia facendo abbastanza per proteggere i suoi dipendenti. Il dipendente, la cui identità non è stata rivelata, ha lavorato l’ultima volta nella struttura il 5 aprile e ha comunicato all’azienda l’11 aprile di essere risultato positivo al coronavirus, come ha riportato un portavoce della società. Secondo Amazon, il lavoratore deceduto non ha avuto contatti noti con nessun altro dipendente da quando si era ammalato.

Ore 01.30 – Trump visita impianto mascherine ma non la indossa: «L’America deve ripartire anche a costo di altre vittime»
Durante la sua prima uscita dal lockdown il presidente americano ha deciso di visitare un impianto della Honeywell a Phoenix, in Arizona, dove si producono mascherine per gli operatori sanitari in prima linea contro il coronavirus. Trump ha però deciso di non indossarla, contravvenendo alle stesse linee guida della Casa Bianca e dell’azienda dove tutti portavano il dispositivo di protezione. Intanto negli Stati Uniti il numero dei casi di coronavirus ha superato quota 1,2 milioni (1.203.252) , mentre i decessi sono 71.022, come riporta la mappa del contagio mondiale della Johns Hopkins University, e nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.333 morti, più del doppio rispetto alle 1.015 persone decedute il giorno precedente. Il presidente, sia durante la visita in Arizona che in seguito su Abc News, ha sollecitato la riapertura del Paese anche se il bilancio delle vittime di coronavirus sarà sicuramente ancora più pesante: «Non possiamo tener chiuso il nostro Paese per i prossimi cinque anni. Alcuni saranno colpiti duramente? Sì. Ma dobbiamo aprire l’America e dobbiamo aprirla presto». Alla domanda se si perderanno vite umane per riaprire l’economia, il presidente ha risposto: «Sarà possibile, perché non resteremo confinati nelle nostre case».

Ore 00.50 – Finito incontro tra il premier Conte e il terzo settore
È terminata la riunione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro Roberto Gualtieri con l’alleanza delle cooperative e con il forum del terzo settore, in vista del varo del decreto di maggio con le misure economiche per far fronte all’emergenza Coronavirus. Il tavolo chiude la prima giornata di incontri con le parti sociali. Il confronto riprenderà in mattinata alle 9 con i rappresentanti del mondo imprenditoriale.

Ore 23.35 – Trump: una nuova task force per sicurezza e riapertura
Trump ha confermato l’intenzione di voler sostituire la task force contro il coronavirus con un gruppo diverso, impegnato a studiare le misure in vista della graduale riapertura. Ma il presidente americano ha assicurato che i due massimi esperti sanitari, Anthony Fauci e Deborah Birx, continueranno a essere consultati. «Mike Pence e la task force hanno fatto un gran lavoro ma ora stiamo guardando ad una forma un po’ diversa, che riguardi la sicurezza e la riapertura, e avremo probabilmente un gruppo differente preparato per questo», ha detto. Il presidente ha detto anche che si farebbe vaccinare non appena la cura fosse disponibile, aggiungendo però che la decisione di implementare i vaccini dipende da cosa è meglio per il Paese. «Lo farei certamente — ha dichiarato — e se volessero che io sia in prima linea, lo farò».

Ore 23.30 – Trump, Usa devono ripartire anche se ci saranno dei morti
L’America deve ripartire dopo i lockdown per il coronavirus anche se ci saranno dei morti. Lo ha detto il presidente Trump parlando in Arizona. Con le riaperture alcuni saranno duramente impattati «ma dobbiamo riaprire la nazione e dobbiamo farlo presto», ha dichiarato il tycoon. «Nel mio modo di vedere, i grandi cittadini del nostro Paese sono per certi versi, per molti versi, dei guerrieri», ha rimarcato il presidente. In un’intervista alla Abc che sarà trasmessa integralmente alle 18.30 ora di Washington, mezzanotte e mezza in Italia, Trump ha ribadito lo stesso concetto, ammettendo che con le riaperture potrebbero esserci altri morti.

Ore 23.26 – Usa: Disney, utile giù del 91 per cento nel primo trimestre
Gli utili del colosso dell’entertainment statunitense Disney sono scesi del 91 per cento durante i primi tre mesi del 2020, a dimostrazione del danno arrecato dalla pandemia di coronavirus ha portato al suo impero mediatico. Lo riporta l’emittente Cnn. Sebbene i ricavi trimestrali della societa’ siano aumentati del 21 per cento a 18 miliardi di dollari, i profitti hanno subito un enorme calo a causa della chiusura dei suoi parchi divertimento, nonché dei costi associati al lancio del servizio di streaming Disney+.

Ore 23.03 – Mascherine non conformi, blitz Gdf in farmacie
Decine di migliaia di mascherine non conformi sono state sequestrate durante un’operazione condotta dalla guardia di finanza di Arezzo. A coordinare l’inchiesta la procura di Arezzo anche se le indagini sono partite di Forlì dove sarebbero state sequestrate altre 50mila mascherine. All’origine del sequestro la mancata conformità della certificazione di produzione del prodotto, arrivato dalla Cina. I militari si sono recati in molte farmacie che sono state costrette dal decreto di sequestro a fornire le mascherine che erano state stoccate per la vendita al dettaglio.

Ore 22.35 – Speranza: «App può aiutare ma è pezzo strategia»
«L’app sugli spostamenti ci può aiutare, chiaramente non è la soluzione definitiva o il miracolo che risolve il problema. Dobbiamo continuare ad investire nell’app, nel rispetto delle norme, ma è un pezzo di una strategia fatta di tamponi, test, rafforzamento delle aziende territoriali, aumento dei posti in terapia intensiva. Se qualcuno pensa che abbiamo l’app e abbiamo risolto tutti i problemi si sta illudendo». Lo ha detto il ministro della Salute Speranza a Di Martedì su La7.

Ore 21.42 – Atleti Francia malati dopo Giochi Wuhan a ottobre Diversi atleti della delegazione francese che avevano partecipato ai Giochi militari du Wuhan alla fine dello scorso ottobre hanno raccontato di essersi ammalati al ritorno e di avere avuto sintomi simili a quelli del Covid-19. Alle luce di queste ultime rivelazioni, assumono maggiore peso anche le dichiarazioni della campionessa mondiale di pentathlon, Elodie Clouvel, che a fine marzo in un’intervista su «Loire 7» aveva dichiarato di aver già superato il virus.

Ore 21.15 – Israele, isolato anticorpo per cure
L’Istituto di ricerca biologica israeliana, vicino al Ministero della difesa, ha annunciato di aver isolato un anticorpo che ritiene possa essere usato per sviluppare cure contro il Covid 19 ed ha sottolineato di essere all’avanguardia nel mondo in questo tipo di sviluppo in base a tre parametri. Il primo – ha spiegato – riguarda il fatto che l’anticorpo «è monoclonale e contiene una eccezionalmente bassa proporzione di proteine dannose». Inoltre, è stata dimostrata «la capacità dell’anticorpo di neutralizzare il virus». Infine, come terzo parametro, l’anticorpo «è stato testato in modo specifico sul virus aggressivo».

Ore 20.35 – Nyt: Trump intende chiudere la task force di Fauci
Il presidente Trump ha intenzione di chiudere la task force sul coronavirus. Lo riporta il New York Times citando funzionari dell’amministrazione: la Casa Bianca avrebbe in programma di concludere il lavoro guidato dal vicepresidente Pence e composto da esperti come il virologo Anthony Fauci. Non è chiaro se il team verrà sostituita da un altro gruppo di lavoro.

Ore 20.26 – Di Maio, regole fase 2 non rigide ma dipenderanno dai dati
«L’Italia non ha abdicato al senso delle regole nonostante qualcuno negli ultimi giorni abbia provato a stimolare la trasgressione e il non rispetto per provocazione delle regole stabilite». Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nella puntata di Porta a Porta che sarà trasmessa alle 23.40 parlando dell’emergenza. Quelle della fase 2 «non sono regole rigide, dipenderanno dai dati», ha aggiunto, chiarendo come nei prossimi 10 giorni «se i dati sono incoraggianti nulla ci impedisce di riaprire una serie di attività economiche prima. E lo stesso – ha aggiunto- vale per tante cose che oggi non si possono fare».

Ore 20.25 – Società Pivetti, Roma indaga per frode forniture
Sulla vicenda che coinvolge la società Only Logistics Italia, amministrata da Irene Pivetti, la procura di Roma indaga per tentativo di frode nelle pubbliche forniture. Sul caso delle mascherine chirurgiche importate dalla Cina, durante l’emergenza coronavirus, sono state aperte indagini anche a Siracusa e Savona.

Ore 20.02 – Conte: «Fase difficile, non lasceremo indietro nessuno»
«Ci aspetta una fase difficile e dobbiamo tutti rimboccarci le maniche. Non vogliamo lasciare indietro nessuno e siamo al lavoro per preservare i livelli occupazionali». Lo ha detto — a quanto si apprende — Conte, nell’incontro con i sindacati in video conferenza. Il premier ha aggiunto: «Stiamo scrivendo un capitolo importante di questa dura prova, quello legato alle misure economiche. È un piano cospicuo per sostenere famiglie, lavoratori e imprese». Il decreto maggio, utile a uscire dall’emergenza economica — ha chiarito — varrà 55 miliardi.

Ore 19.59 – Gdf Savona sequestra 250mila mascherine a società Pivetti Sono 250mila le mascherine, tra chirurgiche e ffp2, sequestrate nelle ultime ore dalla Guardia di Finanza di Savona riconducibili alla società Only Italia Logistic di cui è amministratore unico l’ex presidente della Camera Irene Pivetti. Le mascherine, mai usate, erano nella disponibilità di alcuni ospedali della Lombardia.

Ore 19.56 – Arcuri: App pronta a fine maggio
Non esisterà «nessuna relazione tra la app Immuni e il sistema sanitario nazionale successiva agli alert» dati a seguito del riconoscimento di contatti a rischio tra utenti. Così Domenico Arcuri commissario all’emergenza coronavirus, audito in Commissione Trasporti alla Camera sulla app per il tracciamento dei contatti.
«L’App Immuni sarà coerente con le disposizioni normative sulla sicurezza dei dati e sulla privacy. L’unico titolare della protezione dei dati sarà il ministero della Salute». E ha concluso: «Immuni dovrebbe essere pronta per la fine di maggio».

Ore 19.31 – La metro di New York chiude di notte: prima volta in 115 anni
Per la prima volta in 115 anni la metropolitana più famosa al mondo verrà chiusa di notte. Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, ha spiegato che questa sera, dall’1 alle 5, i treni resteranno fermi per consentire agli addetti della Mta, la linea di trasporti della Grande Mela, di disinfettare le carrozze. La decisione colpirà gli 11mila viaggiatori che usano, mediamente, il servizio nella notte.

Ore 19.23 – Fase 2: De Donno, nostri pazienti guariti con plasmaterapia
«Tra pochi giorni pubblicheremo la nostra produzione scientifica sulla plasmaterapia. Nei 48 pazienti arruolati non abbiamo avuto alcun decesso, anzi sono tutti guariti. Chiedo ai nostri legislatori che una volta pubblicato il lavoro ci diano la possibilità di usare il plasma iperimmune come si usano altri farmaci perché è un’arma che agisce contro il coronavirus». Lo ha detto a Tv2000 il primario di pneumologia presso l’ospedale Carlo Poma di Mantova Giuseppe De Donno. «La plasmaterapia è un atto democratico, viene dai pazienti e torna ai pazienti. I guariti donano il loro plasma ricco di anticorpi che serve per curare altre persone. Ogni donatore riesce a far guarire due pazienti riceventi».

Ore 18.40 – Burioni, messaggi WhatsApp plasma «sciocchezze»
Le notizie sull’uso del plasma da convalescenti che girano su WhatsApp sono «sciocchezze». È il parere del virologo Roberto Burioni, che commenta un messaggio molto condiviso in queste ore di Mauro Rango, dottore nelle Mauritius. «Per piacere, diventate capaci di distinguere da soli le sciocchezze dalle cose serie, soprattutto se siete miei colleghi. E se vi rendete conto che sono sciocchezze non le diffondete. Il Paese sta attraversando un momento difficile e l’ultima cosa di cui ha bisogno sono false notizie che possono disorientare i cittadini», spiega Burioni.

Ore 18.34 – Il 4 giugno lo sciopero dei lavoratori di Poste Italiane
Sciopero nazionale di 24 ore il 4 giugno per i lavoratori di Poste Italiane dichiarato da Cobas Poste, Cub Poste, Si Cobas Poste e Slg-Cub Poste e sciopero dello straordinario e prestazioni aggiuntive, dal 14 maggio al 4 giugno. «La tremenda situazione del coronavirus ha dimostrato che l’atteggiamento aziendale è stato immediato nel proteggere i dirigenti, con la chiusura delle sedi direzionali, avvenuta già il 24 febbraio, mentre il resto del personale era rimasto senza difese, in balia della tempesta, e sono state necessarie lettere e diffide sindacali per ottenere mascherine, guanti e gel per i lavoratori» si legge in una nota diffusa da Slg-Cub.

Ore 18.14 – Altri 693 morti in Gran Bretagna, totale a 29.427
Rimbalzano a 693 i morti per coronavirus registrati nel Regno Unito nelle ultime 24 ore tra ospedali, case di riposo e altri ricoveri: fino a un totale di 29.427, secondo i dati resi noti nella conferenza stampa quotidiana di Downing Street dal ministro degli Esteri Dominic Raab. Si tratta d’una cifra che, pur senza i casi sospetti conteggiati in precedenza dall’Ons, l’Istat britannico, conferma comunque il Regno ora primo in Europa per numero di decessi davanti all’Italia e secondo dopo gli Usa.

…. continua a leggere cliccando il seguente link:

https://www.corriere.it/cronache/20_maggio_05/coronavirus-ultime-notizie-dall-italia-mondo-07edf362-8e8f-11ea-8162-438cc7478e3a.shtml

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •