Il 27 aprile 1937 moriva, stroncato dalla dittatura fascista, un grande Uomo, Italiano, politico, filosofo, politologo, giornalista, linguista e critico letterario – Così Pier Paolo Pasolini lo ricorda con il suo poema – “Le ceneri di Gramsci” | Elogio alla follia

marco zinno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: