Bagdad, i manifestanti cantano l’inno de «La Casa di Carta»: è «Bella ciao» in iracheno – Corriere TV

Bagdad, i manifestanti cantano l’inno de «La Casa di Carta»: è «Bella ciao» in iracheno – Corriere TV

11 Gennaio 2020 0 Di Luna Rossa

I manifestanti intonano la canzone partigiana, resa celebre dalla serie netflix – Twitter @thestevennabil /Corriere Tv

guarda il video cliccando il link riportato in fondo all’articolo

«Siamo stati rapiti, abbiamo dato martiri, ma siamo qui, siamo qui»: così cantano i manifestanti iracheni radunati a Bagdad. Versi propri intonati sulle note dell’inno partigiano «Bella ciao» che all’estero è stato reso famoso da Netflix con «La Casa di Carta». Nella serie, due protagonisti cantano il brano che da inno dei partigiani prima della Liberazione diventa una mania e dilaga.

(nota redazione di nuovaresistenza.org/  Anche in “La Casa di Carta” il cantare Bella Ciao, ha un che di rivoluzionario… i protagonisti ricordano la canzone del nonno partigiano…e l’atto stesso dell’azione é rivoluzionario… poi, il tutto é decaduto nel creare nuovi episodi per proseguire una serie di indubbio successo)

Sorgente: Bagdad, i manifestanti cantano l’inno de «La Casa di Carta»: è «Bella ciao» in iracheno – Corriere TV

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •