Maltempo, grandine e trombe d’aria su coste romagnola e abruzzese – Rai News

10 Luglio 2019 0 Di ken sharo

Una ventina di feriti tra Pescara e Milano Marittima. Le previsioni annunciano l’arrivo di masse d’aria più fresche e instabili che colpiranno gran parte del centro e nord Italia nelle prossime ore. Le temperature potranno scendere di ulteriori 7-8 gradi

10 luglio 2019 Una tempesta di vento e pioggia si è abbattuta su Milano Marittima, in provincia di Ravenna, provocando danni. Diciotto le persone fino ad ora finite in pronto soccorso a Pescara per le ferite provocate dai chicchi di grandine grandi come arance caduti in tarda mattinata sul capoluogo adriatico. In ospedale anche una donna incinta, con ferite al volto e al capo. I pazienti, apprende l’ansa in pronto soccorso, hanno riportato contusioni e ferite, principalmente al capo, e sono tutti da suturare. Circa 200 i pini secolari sono stati abbattuti dalla violenta tromba d’aria gli alberi sono venuti giù sui viali, senza contare quelli che sono invece caduti in pineta. Lo ha confermato all’ansa il sindaco di Cervia Massimo Medri. Significativi anche i danni agli stabilimenti balneari sulla spiaggia. Grandine e nubifragio a Pescara Violenta grandinata a Pescara e su parte della costa abruzzese, con chicchi grandi come arance. Numerose le persone rimaste ferite, che stanno arrivando in pronto soccorso a Pescara. Nel capoluogo adriatico, in particolare, il fenomeno ha provocato danni consistenti: auto danneggiate, parabrezza e vetri infranti, tetti danneggiati.Dopo la violenta grandinata che ha provocato danni e feriti, su Pescara si è abbattuto un violento nubifragio. Ovunque si registrano allagamenti. Strade ridotte a fiumi in più punti del capoluogo adriatico. In pieno centro l’acqua arriva fino a 10 cm. Disagi alla viabilità. In tilt i centralini dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale, che stanno gestendo le numerose richieste di intervento. Ai colli si è creata una frattura nel manto stradale e il sindaco, Carlo Masci, ha attivato la somma urgenza per il ripristino. Situazione critica all’ospedale di Pescara. L’acqua ha invaso il piano terra e ha costretto allo stop delle sale operatorie. In corso verifiche sugli ascensori per valutare se è possibile gestire le urgenze. Completamente allagati i seminterrati. Fuori uso le cucine, la farmacia e i parcheggi. Nel parcheggio dipendenti l’acqua ha raggiunto i due metri: decine le auto distrutte. Alcune persone sono riuscite a mettersi in salvo dai veicoli trascinati dall’acqua. Tromba d’aria a Milano Marittima, danni ingenti Una tempesta di vento e pioggia si è abbattuta su Milano Marittima, in provincia di Ravenna, provocando danni. Diversi gli alberi abbattuti, tra cui vari pini marittimi, ma anche segnali stradali, cartelli e infrastrutture mobili divelte, come spiega il Comune di Cervia. Una donna è rimasta ferita ed è stata portata all’ospedale Bufalini di Cesena, in condizioni serie, anche se non sarebbe in pericolo. Alcune strade sono state chiuse. La situazione è molto difficile e i danni sono ingenti. Decine di pini secolari sono crollati bloccando il traffico in quasi tutta la cittadina e danneggiando o distruggendo decine di auto in sosta. Anche a Cervia il traffico risulta bloccato a causa di molti arbusti portati via dalla furia del vento. Costa adriatica, turisti in fuga da spiaggia Forti raffiche di vento hanno flagellato la costa adriatica nella provincia di Ascoli Piceno da Cupra Marittima fino a Porto d’Ascoli. Bagnanti e turisti in fuga dalle spiagge dove sono state divelte parecchie postazioni dei bagnini a Grottammare il vento ha ribaltato un pedalò in spiaggia. Sono volati ombrelloni e suppellettili negli stabilimenti balneari e dai terrazzi dei palazzi. Sulla superstrada Ascoli mare all’altezza dello svincolo per Monsampolo del Tronto in direzione capoluogo un albero è stato scaraventato dal vento lungo l’asse viario ed è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per rimuoverlo dalla carreggiata. Nessuna auto è rimasta coinvolta. L’ondata di maltempo che sta investendo molte regioni del centro Italia non risparmia la Romagna flagellata da trombe d’aria e grandine. In particolare nel zona di Rimini e di Cesena centinaia di auto sono state ‘bombardate’ da chicchi grandi come noci. In molte zone costiere sono caduti diversi pini secolari danneggiando molte auto in sosta. Alcuni filmati ritraenti trombe d’aria sul mare hanno fatto il giro del web: se ne sono registrate un paio nel Ravennate e una nel Riminese. Sempre a Pescara, come già accaduto a marzo, si è ripetuto lo ‘spettacolo’ dei nuvoloni neri in cielo: il fenomeno, noto come ‘shelfcloud’ ha fatto puntare in alto nuovamente fotocamere e smartphone. A Roseto degli Abruzzi una tromba d’aria si è abbattuta sulla spiaggia spazzando via lettini e danneggiando qualche ombrellone. Secondo ilmeteo.it masse d’aria più fresche e instabili colpiranno ulteriormente gran parte del centro e nord Italia nelle prossime ore. Le temperature potranno scendere di altri 7-8 gradi. Allerta gialla per temporali sulla Liguria Dopo settimane con il caldo protagonista inizia sulla Liguria una fase più instabile con precipitazioni che potranno assumere carattere di rovescio o temporale e Arpal ha emesso una allerta meteo gialla per temporali su tutta la regione fino alle 8.00 di oggi. Per quanto riguarda le temperature subiranno una diminuzione temporanea per via della nuvolosità e delle precipitazioni ma oggi torneranno ad aumentare anche per un possibile effetto favonico. Un lieve calo è atteso, invece, per giovedì mentre una diminuzione più netta potrebbe verificarsi domenica. Allerta ‘gialla’ in Campania, temporali e vento La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo per temporali con conseguente criticità per rischio idrogeologico localizzato di tipo Giallo valevole dalle 10 alle 18 di oggi sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 4 (Alta Irpinia e Sannio). Le elaborazioni effettuate dal Centro Funzionale evidenziano, infatti, “precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata intensità”. Si segnalano anche possibili raffiche di vento nei temporali. I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da incertezza previsionale e rapidità di evoluzione. Tra i principali scenari di rischio derivanti dall’impatto al suolo delle precipitazioni temporalesche si evidenziano, ad esempio, danni alle coperture e strutture provvisorie dovute a raffiche di vento e fulminazioni; Ruscellamenti superficiali, possibili allagamenti di locali interrati.

Sorgente: Maltempo, grandine e trombe d’aria su coste romagnola e abruzzese – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •