il manifesto del 05.05.2019 e i primi articoli online

il manifesto del 05.05.2019 e i primi articoli online

5 Maggio 2019 0 Di Luna Rossa

«Vorrei che a scuola tornassero i grembiuli perché un paese migliore si costruisce con ordine e disciplina». Salvini nei panni del ducetto lancia la campagna «Ventennio style». E a Forlì «requisisce» il palazzo comunale per arringare la folla dallo stesso balcone di Mussolini

Salvini a Salerno per lanciare il rettore sovranista

Giovanna Ferrara

Tommasetti candidato della Lega, il campus di Fisciano campione di finanziamenti ministeriali è un modello di competizione sfrenata. Lunedì il tour in Campania del ministro, gli studenti preparano le contestazioni

Elezioni, Di Maio punta sul salario minimo e il «miliardo» risparmiato dal «reddito» per le famiglie

Roberto Ciccarelli

Raffica di annunci anche sulla riduzione del cuneo fiscale e l’assicurazione europea contro la disoccupazione. Domani l’incontro con i sindacati sul salario minimo. Le norme sui rider dovrebbero confluire in questo provvedimento, ma si rischia l’iper-parcellizzazione. Il problema del “risparmi” sul cosiddetto “reddito di cittadinanza”: invece di reinvestirlo sulla misura, rendendola meno condizionata, si punta a provvedimenti a pioggia

Rissa tra Viminale e Difesa per un tweet sbagliato

red. pol.

La ministra Trenta (M5S) fa i complimenti alla Marina militare per aver protetto i pescherecci italiani dalla guardia costiera libica, attrezzata e addestrata dall’Italia. Poi smentisce tutto, si era basata su notizie di stampa. Salvini parte all’attacco: le Forze Armate meritano di meglio. I grillini rispondono: pensi a lavorare, ha passato il segno

Commenti

Venezuela, l’ultima fregatura made in Usa

Alberto Negri

Campioni di un unilateralismo esasperato, senza storia e senza memoria, che riaccende il bloqueo contro Cuba, aumenta le sanzioni contro il Venezuela e spera con l’embargo petrolifero di strangolare l’Iran. Il tutto con l’obiettivo evidente di imporre, da fuori e da dentro, un cambio di regime in questi Paesi.

Alias Domenica

Vila-Matas, un amante dei paradossi

Francesca Borrelli

Intervista allo scrittore spagnolo, il cui ultimo romanzo è la storia di un fanatico della falsificazione che vuole riscrivere il libro del vicino per migliorarlo: «Mac e il suo contrattempo», da Feltrinelli

Maniaci incapaci di adattarsi a una forma data

Andrea Bajani

La perfezione è il nemico comune dei personaggi dell’autrice messicana, la cui poetica si riassume in una estetica della scomodità: «Petali», sei racconti da La Nuova Frontiera

Il primo caso bellico della neonata Italia

Francesco Benigno

Carmine Pinto ricostruisce la stagione dei male organizzati scontri per bande, sostenuti dal governo borbonico in esilio, con l’appoggio della Chiesa: «La guerra per il Mezzogiorno», Laterza

Le insofferenze di Girolamo Genga

Massimo Romeri

Da Signorelli all’inquietudine sul crinale di Raffaello… Nel volume l’artista urbinate risulta in tutta la complessità di una stagione, quella tra Quattro e Cinquecento, compresa nella formula vasariana Maniera moderna

Il terrestre satori di Ettore Spalletti

Stefano Chiodi

In un edificio Belle Époque, sovrastato dai nuovi grattacieli che snaturano lo skyline monegasco, l’artista appare un marziano, distante anche dall’astazione «color field» cui di solito lo si lega

Il promemoria antropologico di Renata Boero

Luca Pietro Nicoletti

Alla metà degli anni sessanta l’artista, partendo dalla lezione del suo maestro Emilio Scanavino, faceva della «traccia» una singolare chiave espressiva, con rimandi femminili all’etnografico. I suoi teli vanno letti insieme ai graffiti camuni di Franca Ghitti e al cosmo alchemico di Gabriella Benedini

Doshi, urbanità indu e critica del Moderno

Maurizio Giufrè

L’allievo indiano di Le Corbusier ha iniettato nei principi geometrici e tettonici della tradizione moderna elementi di critica ‘ambientale’ tratti dal suo mondo di valori: in particolare nell’edilizia abitativa

Tre campioni della civiltà elettroacustica

Maria Manuela Leoni

Livio, Pier Giacomo, Achille: laureati al Politecnico di Milano, nel ’36 diedero vita allo Studio che per oltre 65 anni avrebbe sfornato idee e oggetti in stile moderno: una monografia da Corraini

Gardam, l’avvocato torna a morire a Hong Kong

Viola Papetti

La novantenne Jane Gardam, maestra della narrazione avvincente per «young and adults», scandaglia le pieghe dell’inglesità in questo “Figlio dell’Impero Britannico”, ora da Sellerio

Ma com’è friendly questo Aristotele!

Carlo Franco

Una antichista del King’s College ci testimonia in dieci lezioni «da caminetto» l’utilità pratica del pensiero dello Stagirita: la traduce Einaudi

Ipotesi su un padre prese da ricordi inventati

Francesca Lazzarato

Nata due anni prima del golpe, Nona Fernández, che sarà al Salone del libro di Torino, riconduce i cambiamenti del Cile all’oscurità della dittatura, travolgendo i confini tra i generi e mescolando i più nobili ai più kitsch: «Fuenzalida», edito da gran vía

Sorgente: il manifesto del 05.05.2019 – il manifesto