Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

6 Aprile 2019 0 Di ken sharo

La nave della ong tedesca «Alan Kurdi» bloccata a largo di Lampedusa con 64 migranti a bordo. Salvini autorizza lo sbarco di due mamme con i figli. Ma le donne si rifiutano: «Non ci dividiamo dalle nostre famiglie». Il ministro sprezzante: «Buon viaggio in Germania»

LA CONTESA SUI RIMBORSI

Tria blindato dall’Ue. Guerra elettorale Lega-Cinque Stelle

Andrea Colombo

Moscovici: «È l’uomo giusto al posto giusto». Il vicepremier M5S: «Sulle banche fare presto». Il Mef: «Rimborsare secondo le norme». E Conte cita Renzi: «Il ministro dell’economia può stare sereno». Martedì sarà presentato il Def, le tensioni politiche possono ancora aumentare. Ai blocchi di partenza la rischiosa partita sulla prossima legge di bilancio: si parte da 30 miliardi

Politica

Di Maio: «In Europa la Lega alleata di chi nega la Shoah»

Guido Caldiron

La replica del governatore del Veneto Luca Zaia: «Parole di cattivo gusto. Siamo impegnati contro il negazionismo» Mentre Salvini incontra Le Pen a Parigi, parte l’offensiva dei pentastellati che si presentano come «argine» contro la «deriva di ultradestra» della Lega. Alleati a Roma, in guerra a Bruxelles

Prescrizione, la Lega riapre lo scontro

A. Fab.

La ministra Bongiorno avvisa il collega Bonafede: non c’è alcun accordo sul nuovo processo penale e senza udienze più veloci la riforma non può entrare in vigore, con i 5 Stelle siamo stati chiari

Italia

Torre Maura salvata dai ragazzi (a scuola)

Luca Kocci

Le riflessioni degli adolescenti di un istituto superiore del quartiere sulla rivolta contro i Rom. La protesta degli abitanti «è frutto dell’ignoranza». «Trasmette un senso di negatività»

Commenti

Le classi popolari vendute in coro alla destra

Loris Caruso

Uscirà tra poco un libro che illustra i risultati di una ricerca su classi popolari e politica, condotta dal Cantiere delle Idee nelle periferie di Milano, Firenze, Roma e Cosenza, con risultati in forte controtendenza. Emerge sicuramente, tra gli abitanti delle periferie, una rappresentazione del mondo basata su contraddizioni

BREXIT

Di proroga in proroga, May non trova l’uscita

Leonardo Clausi

La premier britannica scrive a Bruxelles per ottenere un estensione al 30 giugno: «Pronti a partecipare alle elezioni europee». Ma se l’accordo passasse ai Comuni – scrive ancora – il Paese potrebbe lasciare prima del 23 maggio. Tusk propone un’estensione lunga. Muro della Francia. Lo spettro del no deal il 12 aprile non svanisce

La protesta sempre in piazza. Si dimette anche il capo dei servizi

Giuliana Sgrena

Nonostante le dimissioni di Bouteflika, la mobilitazione continua contro il “clan” del presidente e le tre B: il presidente del Senato Bensalah, il primo ministro della transizione Bedoui e il presidente del Consiglio costituzionale Belaiz. E il regime perde un altro pezzo

Siria, liberato Sergio Zanotti

Red. Esteri

A tre anni dal rapimento l’imprenditore bresciano è stato rilasciato, annuncia il premier Conte. Oggi sarà sentito dalla Procura di Roma

Cultura

Nella distrazione estenuante dell’oggi

Teresa Numerico

«Internet ha un potenziale carattere emancipatorio e sovversivo, ma il mondo ha mutato il suo corso». Un’intervista con il mediattivista a proposito di «Nichilismo digitale»

Gli scaffali si riempiono per arginare le censure

Linda Chiaramonte

La fondazione Kalimat ha dato vita al progetto «pledge a library», la donazione di piccole biblioteche di cento libri per bambini e ragazzi in lingua araba e distribuite nel mondo. Ibby Italia ha costruito una rete che ha permesso di individuare undici sedi di eccellenza

Visioni

La bellezza della diversità

Francesca Pedroni

Il collettivo milanese Fattoria Vittadini, porta in scena lo spettacolo «Esemplari femminili». Si tratta di un lavoro che si interroga, con piglio serio ma anche ironico, su cosa significhi essere donna oggi

Anime diaboliche sul tavolo da poker

Gabriele Rizza

In scena fino al 7 aprile l’adattamento per il palcoscenico di Sergio Pierattini del film «Regalo di natale», uno dei lavori più celebri di Pupi Avati

Commenti

La patrimoniale, una leva contro le diseguaglianze

Piero Bevilacqua

Trovo di portata strategica l’irruzione del sindacato su tale terreno. La recente intervista a Landini in cui si propone «un piano straordinario di investimenti pubblici e privati che si inserisca in una idea di Paese basata su un nuovo modello di sviluppo», va incoraggiata, anche per le modalità adombrate di realizzazione: «Sperimentare veicoli finanziari alimentati da banche e Cdp finalizzati a investimenti»

Rubriche

Il terrore e la morte psichica

SarantisThanopulos, Fabio Ciaramelli

La logica delle passioni non può fondare da sola un progetto politico, ma la loro assenza genera l’ipertrofia delle norme che annientano ogni alterazione dell’esperienza, producendo indifferenza emotiva, apatia. L’esito ultimo dell’odio per il diverso

L’anno che verrà, sotto il parametro del debito pubblico

Marco Bersani

La fragilità economica di un Paese è certamente legata anche al livello del suo indebitamento, ma occorrerebbe fare riferimento al debito complessivo di tutti gli attori che operano nel sistema economico: oltre allo Stato, le famiglie, le imprese e le banche

L’Ultima

Francia in silenzio, Ruanda senza verità

Anna Maria Merlo

A 25 anni dall’inizio del genocidio che uccise 800mila persone, Macron apre gli archivi. Ma le pressioni politiche e militari rischiano di insabbiare ancora le responsabilità di Parigi

L’estasi di Isadora

Patrizia Veroli

Pubblichiamo un estratto dal catalogo della rassegna di Firenze «A passi di danza. Isadora Duncan e le arti figurative in Italia tra Ottocento e avanguardia» (Villa Bardini e Museo Stefano Bardini, Firenze, dal 13 aprile al 22 settembre, a cura di Maria Flora Giubilei e Carlo Sisi)

Il canto del Sileno

Aaron Schiavi

In prima assoluta «From the Dead Air Orgy: The Song of Silenus»

In Italia sono tutti maschi

Virginia Tonfoni

Sara Colaone e Luca De Santis parlano della lunga ricerca sugli omosessuali al confino per realizzare il loro libro che ora Oblomov ha rieditato dieci anni dopo

Quadrophenia mania

Antonio Bacciocchi

La pellicola, arrivata al cinema nel 1979, raccontava il mondo dei mod britannici anni Sessanta. Ispirerà stili, mode e un revival musicale

Bulat Okudžava, il cantapoeta

Sebastiano Del Monte

Le sue liriche con la chitarra sono metafora di un mondo agognato e perduto. «Ma se non va così, se fu un’assurda sfida, che mi perdoni iddio, mio figlio mi derida: ho aperto le ali per il cielo degli umani, della speranza ho fatto il mio domani|»

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •