Come la pensa e cosa ha fatto il ministro Moavero sui migranti

Come la pensa e cosa ha fatto il ministro Moavero sui migranti

24 Aprile 2019 0 Di ken sharo

Roma, 24 apr. (askanews) – Nell’eventualità che l’emergenza in Libia porti a “flussi anormali” di migranti, l’Italia ha scritto alla Commissione Europea perché siano predisposte misure di sostegno previste dal Trattato dell’Ue. Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, durante la conferenza stampa congiunta alla Farnesina con il Rappresentante Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per il Paese africano, Ghassan Salamé.“La questione migratoria può essere guardata con uno sguardo diverso da quello che spesso sembra prevalere” ed è possibile che ci siano “preoccupazioni che potrebbero rivelarsi eccessive”, ha spiegato Moavero, Ma “per essere preparati a qualunque eventualità, ho scritto la settimana scorsa alla Commissione Europa, a Frans Timmermans (primo vice presidente della Commissione europea) e a Dimitris Avramopoulos (commissario europeo alla Migrazione), per chiedere che la Commissione predisponga, o sia pronta a predisporre, tutti gli atti necessari qualora si verificassero quei flussi anormali, come numeri, a cui fa riferimento il Trattato dell’Unione Europea”.“Parlo in particolare”, ha aggiunto il capo della diplomazia italiana, “del terzo paragrafo dell’articolo 78 del Trattato sul funzionamento dell’Ue, che prevede che possano essere prese misure per aiutare o intervenire in aiuto degli stati di destinazione di questi flussi anormali. Qualora naturalmente si dovessero verificare”.Queste, ha ricordato Moavero, “sono misure che nel 2015 furono applicate, portarono a una redistribuzione delle persone fra i Paesi europei. Alcuni Paesi non vollero ottemperare, c’è stata una sentenza a livello di Corte europea che ha confermato l’esistenza di questo obbligo. In quest’ottica, per essere pronti, esistendo strumenti d’azione previsti giuridicamente dal quadro europeo, abbiamo allertato la Commissione in maniera che qualora si dovessero verificare fossimo tutti pronti a procedere. Auspichiamo e naturalmente ci auguriamo che quanto diceva il Rappresentante speciale sia poi la realtà, vale a dire che non si verifichi questa eventualità”.Fco/Int2

Sorgente: Come la pensa e cosa ha fatto il ministro Moavero sui migranti

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •