Botti di Capodanno, Viminale: il bilancio 2019 è di 13 feriti gravi – Rai News

1 Gennaio 2019 0 Di ken sharo

Nel Milanese, ragazzo di 23 anni ha una mano dilaniata e una grave ferita alla testa. In gravi condizioni una donna nel Beneventano. Nel Torinese un diciannovenne perde una mano. Il totale dei feriti è di 216, 41 i minori Tweet Capodanno, sequestri di botti in tutta Italia. Denunciati 2 imprenditori a Torino
01 gennaio 2019 Nessun decesso, per il sesto anno consecutivo, ma lieve aumento dei feriti dai 212 dell’anno scorso ai 216 di quest’anno (44 dei quali ricoverati). E’ il bilancio degli incidenti verificatisi nel corso dei festeggiamenti per il Capodanno 2019 reso noto dal Viminale. I feriti lievi, quelli con prognosi inferiore o uguale a 40 giorni, quest’anno sono stati 203 come l’anno passato mentre i feriti gravi, con prognosi superiore ai 40 giorni, sono stati 13 (quattro in più dello scorso Capodanno). In calo i minori che hanno riportato lesioni: sono 41, a fronte dei 50 di un anno fa. Il caso più grave quello di un 23enne nel Milanese Il caso più grave sembra quello di un 23enne giunto al pronto soccorso del Niguarda di Milano con gravi ferite a entrambe le mani e a varie parti del corpo, dovute all’esplosione di un botto di tipo professionale che stava provando a riaccendere dopo un primo tentativo andato a vuoto. Sottoposto a intervento chirurgico, il giovane versa in pericolo di vita. Sempre nel capoluogo lombardo, un 58enne ha perso quattro dita della mano sinistra nello scoppio di un petardo: e’ ricoverato all’Ospedale San Giuseppe, proveniente dal pronto soccorso di Bergamo. Tre in prognosi riservata Prognosi riservata anche per la donna di 36 anni gravemente ferita al torace da un razzo: operata, è in terapia intensiva all’Ospedale Rummo di Benevento. A Latina, un poliziotto, in servizio di ordine pubblico per i festeggiamenti di fine anno si è avvicinato a due ragazzi che stavano accendendo un grosso petardo ed è stato investito dall’onda d’urto provocata dall’esplosione: ha riportato una ferita lacero contusa a una coscia con prognosi di 10 giorni. A Salerno un 35enne ha perso la mano destra e ha riportato gravi danni all’occhio destro (è ricoverato all’Ospedale Pellegrini di Napoli in prognosi riservata) mentre un 24enne ha riportato la frattura dell’orbita oculare e una contusione polmonare (in prognosi riservata a Cava de’ Tirreni). Un giovane di 23 anni a Crotone lamenta ferite alla mano sinistra causate dall’esplosione accidentale di una bomba carta raccolta a terra: e’ sotto intervento chirurgico teso a scongiurare l’amputazione della mano. 19enne perde una mano a Torino A Torino un 19enne ha riportato la lesione complessa di tutta la mano destra e una ferita alla coscia destra: ricoverato a Susa ed operato, ha una prognosi superiore ai 40 giorni. Nella capitale trauma grave alla mano destra per un 35enne, assistito al Cto, mentre a Napoli un 12enne ha riportato ferite alla mano destra giudicate guaribili in 30 giorni: a procuragliele l’esplosione accidentale di un petardo raccolto in strada. 37 feriti tra Napoli e provincia, un dodicenne perde un dito Sono 37 i feriti per l’esplosione di fuochi d’artificio di Capodanno tra Napoli e la provincia. Il dato è in lieve aumento rispetto al primo dell’anno del 2018, quando i feriti tra capoluogo e provincia furono 35, e in diminuzione rispetto ai 45 di due anni fa. Dei 37 feriti, 20 sono in città e 14 in provincia. Sono 5 i feriti più gravi per i quali la prognosi è di 30 giorni e che sono attualmente ricoverati, mentre per gli altri la prognosi è sotto i 15 giorni. Tre i minori rimasti feriti, uno dei quali, un 12enne, ha subito l’amputazione di un dito della mano destra. 658 gli interventi dei Vigili del fuoco, in aumento rispetto allo scorso anno E sono stati 658 gli interventi dei Vigili del fuoco riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, in leggero aumento rispetto allo scorso anno, quando furono 519. Il numero maggiore di interventi anche quest’anno è stato compiuto nel Lazio dove sono stati 171 (lo scorso anno furono 114), in Lombardia 88, in Campania 86, in Emilia Romagna 76 e in Toscana 52. Anche quest’anno nessun intervento in Sardegna. 12 ragazzi ricoverati nella Bergamasca per abuso di alcol Dodici ragazzi sono finiti in ospedale per avere abusato di alcol a Capodanno nella Bergamasca. Troppi brindisi da sentirsi male e per cui ricorrere agli interventi di emergenza del 118 con i giovanissimi trasportati in ospedale in condizioni piuttosto serie. Tutti i ragazzi soccorsi ieri notte per abuso di alcol hanno un’età tra i 15 e i 16 anni, e tra loro anche una ragazza di 16 anni che è stata portata all’ospedale di San Giovanni Bianco per aver ingerito sostanze pericolose a Foppolo. Invece a San Giovanni Bianco (Bergamo) è stata ricoverata poco dopo la mezzanotte un’altra ragazza di 15 anni che aveva bevuto troppo in quel di Branzi, mentre una coetanea alle 0.30 è stata soccorsa dall’ambulanza e portata al Papa Giovanni. A Selvino all’una un’altra quindicenne ha dovuto far ricorso ai soccorsi del 118 che l’hanno portata all’ospedale di Alzano Lombardo, stesso destino per un ragazzo di Spirano ricoverato a Treviglio.

Sorgente: Botti di Capodanno, Viminale: il bilancio 2019 è di 13 feriti gravi – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •