Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Gilet gialli: è guerriglia a Parigi, scontri con la polizia. Battaglia sugli Champs-Élysées – Rai News

24 novembre 2018

Alta tensione a Parigi, dove stamane, dopo una settimana di mobilitazione in tutto il Paese, i ‘gilet gialli’ sono scesi di nuovo in strada in maniera massiccia. Molti manifestanti chiedono le dimissioni del presidente, Emmanuel Macron, accusato del rialzo dei prezzi del carburante, la tassa ecologica che è proprio all’origine del movimento dei ‘gilet gialli’. Sono circa 81mila i Gilet gialli scesi nelle strade per protestare in tutta la Francia, di cui 8mila a Parigi, secondo un nuovo bilancio del ministero dell’Interno. Sabato scorso alla stessa ora i manifestanti erano stati 244mila. In tutto ci sono stati 35 fermi, di cui 18 a Parigi. Otto i feriti, tra cui due gendarmi, mentre sabato scorso alla stessa ora erano stati 106.Diversi manifestanti sono riusciti ad arrivare nella Rue du Faubourg-Saint-Honoré, dove, al numero 55, sorge il palazzo dell’Eliseo. La strada e i suoi dintorni erano stati blindati dalla polizia, ma molti sono riusciti ad entrare togliendo il gilet giallo per rimetterlo poco dopo.Intanto, dalla vicina Champs-Élysées, continuano a levarsi nuvole di fumo nero per gli incendi di cassonetti e veicoli di cantiere, dati alle fiamme dai casseur.Gli scontri sugli Champs-Élysées Sugli Champs-Élysées ci sono stati scontri e violenze, la polizia ha usato i gas lacrimogeni, le barricate sono state issate e smontate in continuazione. Le forze dell’ordine hanno indirizzato il getto dei cannoni ad acqua contro i manifestanti, che hanno tentato a più riprese di rompere il cordone di polizia, lanciando petardi, bottigliette e ogni genere di oggetto contundente.I manifestanti puntavano all’Eliseo, ma la polizia ha chiuso l’area intorno al palazzo presidenziale. La manifestazione sugli Champs-Élysées non è stata autorizzata dal governo che invece ha consentito di manifestare a Campo di Marte, di fronte alla Tour Eiffel. Barricate incendiate, selciato diveltoI vigili del fuoco sono intervenuti sugli Champs-Élysées per spegnere vari incendi nelle barricate alzate dai ‘gilet gialli’. La situazione resta tesa, con le barricate alzate dai dimostranti e lanci di oggetti contro gli agenti. Nelle immagini e nei filmati diffusi online si vedono partecipanti alle proteste intenti a divellere il selciato, per lanciare corpi contundenti contro le forze dell’ordine.L’accusa della Prefettura: infiltrati dell’estrema destraSecondo la prefettura tra i manifestanti ci sono infiltrati dell’estrema destra e il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, ha accusato direttamente la sua leader, Marine Le Pen, di aver sollecitato i disordini. Il ministro ha attribuito a Le Pen anche la responsabilità dell’aggressione negli ultimi giorni ad alcuni deputati del partito di Macron e alle loro abitazioni.In 40 fanno irruzione nella casa di una deputata di La République En MarcheUna quarantina di appartenenti di ‘gilet gialli’, con il volto coperto da passamontagna o caschi, hanno fatto irruzione ieri sera nella casa di famiglia di una deputata lrem (La République En Marche, maggioranza di governo), Mireille Robert, nel sud-ovest della Francia, vicino a Tolosa.La proprietà viticola della deputata sorge a Limoux, in una zona molto isolata, è stata invasa dai ‘gilet gialli’ che hanno gridato delle minacce contro i presenti e hanno poi dato fuoco ad alcune tavole prima di fuggire e dell’arrivo dei gendarmi. “un gesto ignobile”, ha twittato Benjamin Griveaux, portavoce del governo, che ha espresso “condanna senza ambiguità per questi comportamenti inaccettabili”.Le aperture di MacronGiovedì sera l’esecutivo ha teso la mano: il presidente Emmanuel Macron si è impegnato ad una”nuova rotta” per portare avanti la transizione ecologica ed ha assicurato l’apertura di negoziati inclusivi. “Abbiamo ricevuto il messaggio dei cittadini: un invito ad andare più lontano. Per non essere socialmente inaccettabile, la necessaria transizione ambientale deve essere giusta, equa e democratica”. E venerdì il presidente di La Republique En Marche (Lrem) della Commissione Affari sociali dell’Assemblea nazionale, Brigitte Bourguignon, ha chiesto una “moratoria” sul rialzo delle tasse sui carburanti in modo da aprire un dialogo “in un clima di pace”. Ma evidentemente non è bastato.

Sorgente: Gilet gialli: è guerriglia a Parigi, scontri con la polizia. Battaglia sugli Champs-Élysées – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing