Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Entrate in vigore le sanzioni americane contro l’Iran – Sputnik Italia

Gli Stati Uniti hanno ripristinato le sanzioni contro l’Iran che erano in vigore prima della firma del piano d’azione globale congiunto sul programma nucleare iraniano del 2015. Le misure afflittive contro Teheran sono entrate in vigore allo scoccare della mezzanotte a Washington (in Italia le 6).

Nella giornata di ieri il segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva dichiarato che più di 600 tra persone fisiche ed aziende erano finite nella blacklist.

Secondo il capo della diplomazia americana, le sanzioni “dovrebbero influenzare il comportamento del regime iraniano”.

Pompeo ha inoltre sottolineato che le sanzioni hanno già avuto un “tremendo impatto” sull’economia iraniana, dal momento che i partner europei hanno iniziato a iniziare a ritirare i propri investimenti dal Paese.

La settimana scorsa la guida suprema dell’Iran, l’ayatollah Ali Khamenei, aveva affermato che tramite le sanzioni gli Stati Uniti hanno voluto paralizzare la crescita economica, tuttavia hanno solo rafforzato l’autosufficienza di Teheran.

“La nazione iraniana ha importato tutto per molti anni, ora ha preso l’abitudine di produrre tutto”, ha scritto Khamenei sulla sua pagina Twitter.

Nel maggio 2018 Donald Trump aveva annunciato l’uscita degli Stati Uniti dall’accordo internazionale sul programma nucleare iraniano. Allo stesso tempo l’inquilino della Casa Bianca aveva annunciato il ripristino di tutte le restrizioni, comprese quelle indirette, ovvero misure afflittive contro gli Stati che intrattengono rapporti commerciali con l’Iran.

Parte delle sanzioni era entrata in vigore il 7 agosto. Le autorità americane hanno ripetutamente affermato di voler azzerare l’export petrolifero iraniano.

Sorgente: Entrate in vigore le sanzioni americane contro l’Iran – Sputnik Italia

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing