Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

PaP a rischio: si ritirano i promotori dello Statuto 2 – Popoff Quotidiano

PaP si spacca alla vigilia del voto sullo statuto. I promotori della seconda proposta lamentano la censura sul sito ufficiale: non ci sono condizioni per votare

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la mancata pubblicazione sul sito ufficiale di Potere al Popolo testo di accompagnamento dello statuto 2. I promotori della proposta alternativa a quella di Je so’ pazz, Cremaschi e Rete dei comunisti hanno deciso di ritirarsi dalla gara. L’annuncio è stato dato dai membri del coordinamento nazionale che fanno riferimento all’area dell’Altra Europa e di buona parte di Rifondazione comunista. Il documento, integrale in fondo all’articolo, è firmato da Marina Boscaino, Maurizio Acerbo, Enzo Di Salvatore, Paolo Ferrero, Roberto Morea, Roberto Musacchio, Vincenzo Riccio, Ivan Cazzaniga (Milano), Francesco Campolongo (Cosenza), Dino Greco (Brescia), Pino Rando (Genova): «Oggi è stata rifiutata la pubblicazione sul sito del testo di presentazione allo “Statuto per tutte e tutti”, creando una evidente e inaccettabile condizione di disparità tra i due statuti di fronte alle/gli aderenti: il primo statuto aveva da tempo pubblicato, abusando ancora una volta del monopolio sulla gestione di sito e pagine social». Lanciandolo sulla sua bacheca, Maurizio Acerbo lo accompagna con una citazione decurtisiana: Maurizio Acerbo “Ogni limite ha una pazienza”.

Fin dai primi passi dell’esperienza di PaP, l’ex Opg non ha mai permesso che sui mezzi di comunicazione di Potere al popolo comparissero contributi che incrinassero la “PaP fiction”, la narrazione che doveva condurre alla proclamazione dell’ennesimo partito. L’accesso a social, sito e newsletter è sempre stato nelle mani dei napoletani di Jsp, «a garanzia», hanno sempre detto. Così, a colpi di proclami unilaterali durante assemblee e campeggi che in teoria non avrebbero dovuto decidere nulla, s’è giunti a tappe forzate all’attivazione di una piattaforma web, alla campagna di adesioni (che s’è conclusa il 30 settembre con 9mila iscrizioni) e alla vigilia del voto su due statuti (oltre che alla convocazione di una manifestazione nazionale, il 20 ottobre, di concerto con Usb senza consultare il coordinamento nazionale). Nel frattempo, PaP ha perso dei pezzi per strada a partire da un centro sociale di Imperia, la Talpa e l’Orologio, il Pci di Mauro Alboresi, Sinistra Anticapitalista (qui per leggere le loro motivazioni) fino a un settore di Rifondazione comunista che, proprio domani, darà vita a un’assemblea di “autoconvocati”  scettici o delusi da PaP.

Sorgente: PaP a rischio: si ritirano i promotori dello Statuto 2 – Popoff Quotidiano

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing