Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Nomine Rai, Per la direzione del Tg1 spunta Paolo Del Debbio

Tutto ancora in alto mare: manovra edef hanno fatto finire in secondo piano la trattativa sulle nomine in Rai e, nonostante i contatti siano in corso, l’accordo nella maggioranza sembra lontano. A partire dalla poltrona più ambita, quella del Tg1, che non è chiaro se finirà in orbita Lega o Movimento 5 Stelle. In ogni caso il rebus non si scioglierà questa settimana: il cda non è stato convocato e venerdì si terrà solo l’assemblea dei soci per la ratifica delle deleghe conferite al nuovo presidente Marcello Foa nell’ultimo consiglio.La Lega è comunque al lavoro per tentare di definire quanto prima il quadro. Il dossier è in mano a Matteo Salvini e ai suoi stretti collaboratori che mantengono i contatti con i candidati e stanno sondando anche giornalisti esterni. Un ostacolo per alcuni degli interpellati si starebbe rivelando il tetto di 240mila euro agli stipendi nella tv pubblica. Senza considerare che, secondo il piano anticorruzione, è necessario seguire un percorso definito e trasparente per le assunzioni a tempo indeterminato. Al di fuori di questa procedura, l’ad può assumere, ma solo a tempo determinato, un numero pari al 5% dei dirigenti in forza all’azienda (che sono circa 250) con contratto a tempo determinato. Il possibile arrivo di un esterno fa già infuriare l’Usigrai, che già si dice pronto alla battagli.Da Mediaset potrebbe arrivare Paolo Del Debbio: avrebbe dato la sua disponibilità e che i leghisti vedrebbero bene alla testata della rete ammiraglia ma, in caso di rifiuto dei Cinque stelle, potrebbe anche essere destinato a un altro ruolo. Lo schema prevede una divisione equa tra le due forze di governo, anche se dal Movimento 5 Stelle fanno sapere – come sottolinea il capogruppo in Vigilanza Gianluigi Paragone – che “sarà l’ad Fabrizio Salini a decidere e intromissioni non ci saranno”.La Lega vedrebbe bene al Tg1 anche Gennaro Sangiuliano, ma è disposta a cedere la casella agli alleati se ci sarà la conferma del direttore ad interim Alessandro Casarin alla TgR e se potrà indicare un nome anche per Rainews, considerata sempre più strategica. Il candidato è Luciano Ghelfi, che potrebbe però finire alla guida del Tg2. I Cinque Stelle puntano su Franco Di Mare al Tg1, Alberto Matano appare destinato alla vicedirezione della testata o a Rainews, mentre Giuseppe Carboni potrebbe, invece, finire alla guida di Radio Rai.A Rai Sport in pole sono Jacopo Volpi e Maurizio Losa, mentre Rai Parlamento (ma anche il Giornale Radio) dovrebbe essere appannaggio di Forza Italia: il candidato più gettonato è Antonio Preziosi. In quota opposizione invece dovrebbe restare al Tg3 Luca Mazzà. Per quanto riguarda le reti, a Rai1 la Lega sarebbe orientata verso Marcello Ciannamea, ma non è esclusa una conferma di Angelo Teodoli, mentre per la seconda rete, oltre a Maria Pia Ammirati, l’ipotesi è Carlo Freccero, cui potrebbe essere affidata un’altra direzione editoriale.

Sorgente: Nomine Rai, Per la direzione del Tg1 spunta Paolo Del Debbio

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing