Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Leu, Grasso lancia un manifesto in 8 punti: “Voglio un partito autonomo”. E va allo scontro con chi guarda al Pd

Io non ho cambiato idea: voglio contribuire a fondare un partito di sinistra, autonomo e alternativo ai partiti esistenti”. Pietro Grasso è piuttosto esplicito sul senso politico della sua iniziativa. Lancia, sul sito di Liberi e uguali, un manifesto in otto punti che – dice – “toccano i nodi centrali del presente e del futuro di un partito di sinistra”. E si rivolge apertamente a chi, evidentemente, nel partito va in direzione opposta. “Chi intende tornare alla sua vecchia casa politica, lo faccia al più presto e ci lasci proseguire”, scrive nella lettera di accompagnemento al documento.Grasso spiega di essere arrivato a questa scelta dopo una lunga riflessione e dopo aver assistito a una serie di episodi all’interno del partito. “Le diverse e reiterate prese di posizione pubbliche di apertura a rassemblement più o meno ‘popolari’, legittime ma senza coordinamento alcuno con il coordinamento politico di LeU, mi hanno convinto a fare questa, vi assicuro ultima, forzatura per tutelare il progetto originario, nella speranza che serva far nascere una proposta condivisa per andare avanti, insieme, e costruire Liberi e Uguali”.Festa Mdp, Zingaretti non va. Ci sarà Martina. Nel partito crescono i dissidi. Il nodo è il rapporto con il Pd A chi si riferisce, Grasso? I destinatari del messaggio possono essere diversi ma il principale interprete dell’altra linea del partito sembra essere Pier Luigi Bersani. Già in passato erano arrivati segnali di impazienza nei confronti di Mdp, socio fondatore di Liberi e Uguali, che resiste all’idea di sciogliersi per dare vita al nuovo partito. Bersani ripete questa tesi da tempo la necessità di costruire un campo largo e anche un soggetto nuovo per far sì che si possa creare una prospettiva vera per chi non si riconosce nella Lega e nel Movimento 5 stelle. Certo nella sua analisi occorrerebbe che il Pd torni sul suo passato, spieghi i motivi della ‘rottura’ compiuta con il suo popolo, ma la porta nei confronti dei dem resta aperta.Grasso invece sembra impaziente di andare avanti su una proposta autonoma. “Noi andremo avanti – scrive – è quello che chiedono i Comitati territoriali di LeU nati in molte città d’Italia: è quello che chiedono elettori, militanti e dirigenti sui territori, gli stessi che hanno dedicato tempo e risorse alla campagna elettorale che ha portato in Parlamento 14 deputati e 4 senatori, e che meritano più rispetto di quanto riservato loro finora. Meritano la chiarezza di una proposta autonoma e alternativa, non la confusa speranza dell’attesa di un ravvedimento altrui al momento non percepibile”.La lettera si chiude con un appello a sostenere la piattaforma Mediterranea e il viaggio della nave Mare Jonio.

Sorgente: Leu, Grasso lancia un manifesto in 8 punti: “Voglio un partito autonomo”. E va allo scontro con chi guarda al Pd

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing