Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 31.10.2018 con i primi articoli on line

Con le nomine di oggi prende forma la Rai del «cambiamento». Vecchia spartizione, ma solo tra i partiti di maggioranza, con un occhio a Forza Italia. Tg1 e Tg3 ai 5 Stelle, Tg2 e Tgr alla Lega. Rinvio per le reti: la nomina dell’autore della «Prova del cuoco» complica l’intesa

Commenti

Tra 5.000 tonnellate di rifiuti la vita degli avvelenati di Villa Spada

Christian Raimo

I bar chiudono, le pizzerie dove la gente andava a mangiare all’aperto sono vuote, un intero quadrante della città si sta desertificando. Questa è Roma. Da quando non c’è più Malagrotta, e da quando non si può gettare il rifiuto tal quale direttamente in discarica, un terzo di quella monnezza arriva qui, a distruggere una comunità enorme di persone, a farla ammalare, a bloccarla dentro casa, a fare scappare chi può

La scommessa del governo sulla roulette della crescita

Roberto Ciccarelli

Per il 2019 l’esecutivo punta all’1,5% sul Pil, una stima contestata. I Cinque Stelle e Di Maio attaccano il Pd: «La stima dell’Istat sulla crescita allo 0,8% del Pil dipende dalla loro manovra precedente». Renzi: «Fermatevi». La manovra arriva oggi, con ritardo, alla Camera

Italia

Strage da maltempo, dodici morti e danni ingentissimi

Riccardo Chiari

Le vittime per cadute di alberi, mareggiate e piene dei fiumi, centinaia i feriti. Almeno 10mila interventi dei Vigili del fuoco, aiutati anche da reparti dell’Esercito. Danni per centinaia di milioni, specialmente in Liguria, Toscana, Lazio e Veneto. L’acqua alta record toccata in Laguna a Venezia ha provocato danni gravi anche alla Basilica di San Marco.

Europa

L’addio «choc» di Merkel scalda l’ala dura della Cdu

Sebastiano Canetta

I cristiano-democratici navigano a vista, il falco Merz si candida alla successione. L’Spd annaspa. Per la Taz, quotidiano della sinistra indipendente, «la rimpiangeremo», «ha rappresentato il baluardo contro i battaglioni della destra»

L’Europa orfana di Mutti

Anna Maria Merlo

Per 13 anni, la cancelliera è stata al centro delle politiche europee, dalla Grecia ai rifugiati e alla crescita dei nazionalismi. I falchi possibili successori alla Cdu tutti contro l’approfondimento della zona euro. Macron si sente solo

USA

Ius soli, sparata rivoltante che prepara nuovi spari reali

Guido Moltedo

È il principio garantito dal 14mo emendamento, adottato nel 1868 per proteggere i diritti di cittadinanza agli schiavi liberati. Un principio costituzionale di fortissimo significato simbolico e uno dei capisaldi giuridici di una nazione fondata storicamente da immigrati. La stupida boria di Trump incoraggia la paura e la fobia verso gli stranieri

Non assegnato

Alle urne con il portafoglio mentre l’economia vola

Fabrizio Tonello

I candidati repubblicani vantano il «taglio delle tasse» e una disoccupazione al 3,8%. Ma smantellare la riforma sanitaria di Obama danneggia i bilanci familiari. I grandi investitori temono la guerra dei dazi con la Cina: colpirà giganti come Apple e Amazon

Internazionale

Midterm, una tradizionale «scossa» dopo la luna di miele

Marina Catucci

Per chi si vota e qual è il significato politico del medio termine: tradizionalmente sono una scossa di assestamento dopo la fase d’innamoramento post elettorale tra il presidente e la sua base. In questa tornata i democratici sono alla caccia di un indebolimento di Trump, convitato di pietra

Amministrative Israele, boicottano drusi e palestinesi

Michele Giorgio

Le proteste degli abitanti del Golan occupato e della zona araba di Gerusalemme hanno animato votazioni dai risultati scontati. A Gerusalemme il favorito per la carica di sindaco è il ministro ultranazionalista del Likud Zeev Elkin

Brevi dal mondo: Myanmar, Yemen

Red. Esteri

Dopo l’accordo con il Bangladesh, 720mila Rohingya a rischio rimpatrio. Un’indagine indipendente rivede il bilancio delle vittime yemenite della guerra: sono cinque volte di più dei numeri ufficiali

Visioni

Viaggio sulla luna cercando il futuro che non c’è

Cristina Piccino

In «First Man» Damien Chazelle racconta la storia di Neil Armstrong tra famiglia e training spaziali, fino allo sbarco con la leggendaria missione Apollo 11, ma predilige la sfera privata in cui riflette il sentimento del nostro tempo

Come curare l’omosessualità in nome di Dio

Cristina Piccino

«La diseducazione di Cameron Post», in sala il film di Desiree Akhavan premiato al Sundance. La storia di una ragazzina lesbica nell’America bigotta degli anni Novanta, spedita in una casa di cura del gender

Un’antica passione a prova di bimba

Antonello Catacchio

Ecco «Ti presento Sofia» il remake di Guido Chiesa della pellicola dell’argentino Ariel Winograd con Fabio De Luigi e Micaela Ramazzotti

La centralità del suono

Luigi Onori

Alla capitolina Casa del Jazz di scena la solo performance, protagonisti il polistrumentista Eugenio Colombo e il trombonista-compositore Giancarlo Schiaffini

Killing Eve, la fascinazione del male

Stefano Crippa

Su Tim Vision gli otto episodi della serie ideata da Phoebe Waller Brideg, con Sandra Oh nel ruolo di un agente all’inseguimento di una pericolosa killer, Jodie Comer

Commenti

«Ero straniero», la nostra proposta al parlamento

***

La proposta di legge di iniziativa popolare che abbiamo depositato un anno fa alla Camera dei deputati va nella direzione opposta, provando ad affrontare il fenomeno migratorio in tutta la sua complessità e si propone di superare la legge Bossi-Fini alla luce dei limiti sperimentati in questi decenni e del mutamento dei flussi nel contesto geo-politico degli anni più recenti

Sorgente: il manifesto del 31.10.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing