il manifesto del 30.10.2018 e i primi articoli online

30 Ottobre 2018 0 Di luna_rossa

Il consiglio comunale di Torino vota una mozione grillina per lo stop al Tav, ma sulle grandi opere la Lega tira dritto: «Si devono fare». Dopo il boomerang sul Tap, Di Maio in crisi richiama all’ordine la fronda interna. Decreto sicurezza: dissidenti 5 Stelle verso il non voto

Politica

NoTav, il voto simbolo di Torino

Maurizio Pagliassotti

Il consiglio comunale del capoluogo piemontese, che non ha competenze sull’alta velocità, approva il parere contrario all’opera che serva ai 5 Stelle per provare a nascondere le difficoltà per il sì al Tap. La Lega si dissocia. Fuori dall’aula si confrontano sostenitori e avversari della grande opera. Dentro il gruppo Pd viene espulso per proteste, per la prima volta cacciato anche Fassino. E la sindaca Appendino non c’è

MANOVRA

Manovra, l’ultima offerta: terreni gratis e mutui a tasso zero a chi fa figli

Roberto Ciccarelli

Nell’ultima bozza della legge di bilancio, in parlamento da domani, il governo propone un patto alle famiglie con due figli che ne vogliono un terzo. In cambio avranno la concessione gratuita di terreni demaniali agricoli per 20 anni e un mutuo ventennale a tasso zero fino a 200 mila euro per l’acquisto della prima casa. E spunta anche una “flat tax” per i professori che fanno lezioni private. Confermato il dimezzamento dell’alternanza scuola lavoro. Il sussidio di povertà detto impropriamente “reddito di cittadinanza” e la “pensione quota 100” andranno in provvedimenti collegati alla manovra. Le altre misure

Sei morti in Italia chiusa per vento, pioggia e crolli

Mario Pierro

La vera emergenza sicurezza in un paese come l’Italia tra i più esposti alla catastrofe climatica è quella degli alberi che cadono e uccidono a Napoli, Terracina, nel frusinate e a Feltre. Al Politecnico di Milano è crollato un tetto all’interno di un’aula studio A Roma scuole chiuse anche oggi

Europa

Fine di un’era, Merkel verso l’addio alla politica

Sebastiano Canetta

La cencelliera concluderà il mandato nel 2021, e non si ricandiderà. Ma già a dicembre lascerà la guida della Cdu. La storica decisione dopo la batosta alle elezioni in Assia, «il governo ha perduto credibilità»

In Italia, noi ecologisti, restiamo a bocca aperta

Rossella Muroni*

Finora noi ambientalisti siamo stati ospiti di altre culture politiche che ogni volta ci mettevano nella lista delle cose “importanti” del programma. Ora è il momento di dire basta, la lotta al mutamento climatico parla più di lotta alle disuguaglianze, di nuovi posti di lavoro, di sicurezza dei cittadini, di diritto alla salute, di qualità dei territori, di politiche industriali

Bombe sui bambini di Gaza, Olp: «Indaghi l’Aja»

Chiara Cruciati

Ieri i funerali dei tre minori uccisi domenica nella Striscia dall’esercito israeliano. Le famiglie: «Stavano solo giocando». La leadership palestinese chiede un’inchiesta per crimini di guerra ma il mondo resta in silenzio

Netanyahu conquista l’Oman ma teme caduta Mohammed bin Salman

Michele Giorgio

Mentre esprime soddisfazione agli esiti del suo viaggio a Muscat, il premier israeliano segue con preoccupazione la crisi che sta travolgendo il principe saudita, perno del nuovo “ordine mediorientale” disegnato da israeliani e americani

Amministrative in Israele, Gerusalemme est boicotta

Michele Giorgio

Oggi i comuni al voto, Tel Aviv e Haifa dovrebbero riconfermare i sindaci uscenti. Più incertezza nella Città Santa dove il favorito è l’ultranazionalista Zeev Elkin. I palestinesi non parteciperanno perché non riconoscono l’occupazione militare del 1967 e l’annessione a Israele

Prigioni, i depositi delle nostre paure

Vincenzo Scalia

Istituzioni totali: al Salone sociale dell’editoria, domenica 4 novembre verrà presentato il libro di Giada Ceri «La giusta quantità di dolore», in uscita per Exòrma

I demoni nascosti di Matteo Salvatore

Flaviano De Luca

La vita e le tragedie dell’artista pugliese raccontate in una biografia scritta dal giornalista Beppe Lopez. Una personalità duplice, geniale e ossessiva: nel 1973 quando è all’apice della carriera uccide la compagna

I torti e le origini del rancore

Mariangela Mianiti

Pochi mesi fa da questa rubrica ho parlato dei venditori di odio e di come sia più facile e produttivo smerciare schifezze piuttosto che promuovere analisi e ragionamenti che aiutino a capire la complessità delle cose.

Rubriche

Il convitato di pietra al tavolo Italia-Russia

Manlio Dinucci

Il giorno dopo che il premier Conte definiva «eccellente» lo stato dei rapporti bilaterali tra Roma e Mosca, le forze armate italiane iniziavano sotto comando americano l’esercitazione di guerra Trident Juncture 2018 diretta contro la Russia

Inconscio (un quartiere e Desirée)

Alberto Leiss

Il clamore sulla fine di Desirée e di tante altre donne, per mano maschile, non sarà solo un eccesso mediatico e politico se ci spingerà a un esercizio di consapevolezza

Sorgente: il manifesto del 30.10.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •