Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 28.10.2018 con i primi articoli online

Salento in rivolta contro i 5 Stelle dopo il voltafaccia sul Tap. È mobilitazione generale. Oggi corteo nell’area del gasdotto. Militanti grillini strappano le tessere elettorali. A Torino consiglieri M5s dissidenti presentano una mozione anti-Tav. A Roma Raggi assediata da migliaia di cittadini in Campidoglio. Salvini gongola

A Torino i 5s insistono: mozione contro la Tav

Maurizio Pagliassotti

È un testo che ripropone senza annacquamenti le posizioni del movimento Notav. Furibonda la reazione del mondo industriale torinese che con Dario Gallina ha accusato la maggioranza pentastellata di voler trasformare Torino in una «città di anziani e disoccupati»

Non si cambia sulle pensioni di vecchiaia

Mario Pierro

Il governo lima il provvedimento sulle pensioni e nelle pieghe spunta una norma per il trasporto aereo che consente al personale di volo di andare in pensione di vecchiaia con sette anni di anticipo sulle regole generali, quindi a 60 anni. Pagano i passeggeri Roma

LOTTA SENZA QUARTIERE

San Lorenzo antifascista per Desirée

Giansandro Merli, Giuliano Santoro

Una manifestazione lunga quattro giorni nel quartiere romano dove è stata stuprata e uccisa la ragazza sedicenne. Anche l’Anpi è scesa in piazza per fermare la strumentalizzazione delle destre

INTERNAZIONALE

Brasile, anche i padroni oscenamente ricchi votano. E hanno già scelto per chi

Roberto Zanini

Gli strumenti di questa poderosa élite, a parte i mass media notoriamente concentrati intorno al super-gruppo Globo e alla famiglia Marinho, siedono nel parlamento federale e nei parlamenti statali. E si articolano per bancadas, cioè gruppi di interesse, che hanno un concetto idraulico della politica e dei soldi necessari a farla: «l’acqua trova sempre il suo cammino». Con don Jair Bolsonaro si sono allineate – ufficialmente – le bancade di biblia, boi e bala, cioè evangelici agrobusiness e armi

INTERNAZIONALE

Abe a Pechino, una “nuova fase” nelle relazioni tra Cina e Giappone

Simone Pieranni

Il Giappone si avvicina in modo rilevante al mastodontico progetto cinese di nuova via della Seta. A margine dell’incontro tra Abe e Xi Jinping a Pechino, Cina e Giappone si sono riavvicinati e non poco a livello commerciale. Pur all’interno di un rapporto sospettoso, i due paesi hanno deciso di lanciare una “nuova fase” nelle loro relazioni

Summit Istanbul, appoggio a integrità territoriale siriana

Michele Giorgio

Erdogan, Putin, Macron e Merkel chiedono anche la convocazione entro la fine dell’anno di un comitato incaricato di lavorare alla riforma costituzionale in vista di elezioni politiche nel paese arabo dilaniato da oltre sette anni di guerra

Proteste contro Fmi e crisi finanziaria in Argentina

Andrea Cegna

A un mese dallo sciopero generale che ha paralizzato l’Argentina contro la manovra d’austerità promossa dall’asse Fondo Monetario Internazionale e governo Macrì, decine di migliaia di persone sono tornate in piazza, per protesta, durante la votazione al Congresso della legge finanziaria firmata proprio dal FMI

Il codice della strada dei robot

Andrea Capocci

Una ricerca prova a individuare le regole etiche che dovrebbero adottare gli automi al volante. Ma un gesto quotidiano come guidare presenta dilemmi morali difficili: se un bambino attraversa senza guardare, siamo disposti a rischiare un frontale nell’altra corsia per evitarlo? E l’ingegnere che programma il robot cosa sceglie di fare?

L’ULTIMA

Bussi, il popolo inquinato ora si ribella

Serena Giannico

Dopo la sentenza della Cassazione, il sindaco della città abruzzese, dove non è ancora stata avviata l’azione di bonifica della mega discarica della Montedison, è passato alle denunce

Mai rispettato, quel patto delegittimò tuttavia la guerra

Francesco Benigno

Due studiosi di Yale dedicano un importante saggio, «Gli internazionalisti», al gruppo di intellettuali e giuristi che lavorarono a istruire l’accordo firmato a Parigi nell’agosto del 1929. Sebbene fallito, costituì uno spartiacque storico: da Neri Pozza

Lebel, con i surrealisti a distanza critica

Giacomo Dini

Mente libera, saggista che circuisce, Robert Lebel ha «personalizzato» i principi-base del movimento. Breton, Duchamp, Ernst, Waldberg, Duprey…: negli incontri viene messa a verifica la salutare tendenza a disintegrare quel che si è costruito

Dessì, cinese con Pound

Caterina Ricciardi

Una fascinosa mostra «cinese»: Dessì, recuperando l’antico amore per Ezra Pound, commenta in immagini (inchiostri di china, due oli su tela, una scultura in ceramica raku) la sua storica traduzione italiana di Confucio

Reims, la cattedrale che spacca l’Europa

Marco M. Mascolo

Thomas W. Gaehtgens analizza i veleni ideologici sprigionatisi tra Francia e Germania dopo il celebre bombardamento del 1914 su Notre-Dâme. Il libro ha per fonte primaria giornali e cartoline di propaganda. Un caso esemplare di come i simboli possano fomentare gli argomenti violenti dei nazionalismi

Il Praz di Manica, un tragico moderno annidato nel gusto

Giorgio Villani

Nel piccolo libro, costruito un po’ secondo i principi compositivi del Praz editore di se stesso, Raffaele Manica evidenzia, più che il solitario paguro di via Giulia, il diagnostico dell’inquietudine sprigionata dal rapido mutare degli anni

Il Platone smascherato

Fulvia de Luise

Adriana Cavarero ha fornito per tutta la vita un’appassionata e originale lettura «di genere» del filosofo greco: ora i suoi saggi sono raccolti da Raffaello Cortina

Maugham, frivolezze e invidie su Kant e James

Piero Sanavio

I ritratti letterari dello scrittore inglese sono il corrispettivo dello stile dei racconti, tra gusto del pettegolezzo e volgarità. Tranne il saggio su Augustus Hare: Lo spirito errabondo, da Adelphi

Filologi e computer, da Padre Busa ai software perversi

Francesco Stella

Negli anni quaranta il gesuita milanese digitalizzò con l’IBM tutto S. Tommaso… Domenico Fiormonte e Daniele Silvi affrontano in due libri quel che accade oggi: teoria, prassi, egemonie, esclusioni

Tutta l’enfasi è sull’ascolto

Tommaso Pincio

Mentre sembra limitarsi a riportare vite di ordinaria infelicità, Rachel Cusk elabora, con la sua prosa magistrale, un artificio che nega il romanzo basato sull’intreccio:«Resoconto», Einaudi

I demoni di un Texas violento e bigotto

Marco Petrelli

Dall’ennesima sparatoria di un folle, che colpisce al cervello il protagonista del romanzo, alla fotografia di un’America profonda, ingabbiata nei suoi vizi: «Oliver Loving», Neri Pozza

Sorgente: il manifesto del 28.10.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing