Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Accordo Fca-Kkr: Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic per 6,2 miliardi – il sole 24ore

Fca ha raggiunto un accordo con il fondo Usa Kkr per vendere Magneti Marelli: il 100% finirà alla giapponese Calsonic, dal 2017 di proprietà degli americani, per 6,2 miliardi di euro. Trova conferma l’indiscrezione riportata dall’agenzia Bloomberg: secondo quanto risulta a Il Sole 24 Ore un annuncio è in programma lunedì 22 ottobre prima dell’apertura dei mercati europei. Fiat e Kkr non commentano.

L’operazione darà vita a un gruppo da 65mila addetti da Milano fino a Tokyo con 17 miliardi di ricavi annui. I negoziati tra Magneti Marelli e il fondo Kkr andavano avanti da parecchi mesi, dopo che erano stati avviati da Sergio Marchionne.

L’ex ceo aveva dichiarato che la società dei componenti non sarebbe stata ceduta per un prezzo inferiore ai 6 miliardi, e così è stato. Evitata la prospettiva di una quotazione che, viste le recenti turbolenze di mercato, richiava di riservare brutte sorprese. A far alzare il prezzo a Kkr – che si prepara a un maxi aumento di capitale su Calsonic per finanziare l’operazione – le efficienze derivanti dalla costituzione di un gruppo leader nel mercato globale dei componenti auto in una fase di transizione verso ibrido ed elettrico. Secondo quanto trapela, i giapponesi avrebbero assunto precisi impegni per la salvaguardia della struttura produttiva e dei livelli occupazionali di Marelli, nonché per l’inserimento di Ermanno Ferrari (da poche settimane nominato ceo dopo la “promozione” di Claudio Gorlier) nel board unico che guiderà i due gruppi.

L’interesse del fondo per la società italiana di componenti per auto era già nota e, a settembre, era emerso che Kkr aveva ottenuto l’esclusiva per trattare l’acquisizione da portare a termine in tempi non lunghi.

Di fatto, poi, la trattativa sembrava essersi arenata sullo scoglio del confronto economico. La proposta arrivata inizialmente si aggirava sui 5 miliardi di euro e la Fca aveva fatto sapere di considerare l’offerta troppo bassa e di essere pronta ad aprire il confronto anche con altri acquirenti, andando avanti sulla strada dello spin off e della successiva quotazione.

Magneti Marelli opera a livello internazionale come fornitore di prodotti soluzioni e sistemi ad alta tecnologia per il mondo automotive. La sede centrale è in Italia, a Corbetta (Milano). Con 7,9 miliardi di Euro di fatturato nel 2016, circa 43.000 addetti, 85 unità produttive, 15 centri R&D, il gruppo è presente in modo capillare in 20 Paesi (Italia, Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Turchia, USA, Messico, Brasile, Argentina, Cina, Giappone, India e Malesia). Magneti Marelli fornisce tutti i maggiori car makers in Europa, Nord e Sud America e Asia.

Sorgente: ilsole24ore.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.