Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Olimpiadi 2026, Giorgetti: ‘Proposta è morta qui’ –  ANSA.it

La proposta è morta qui’: il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, in commisione Istruzione al Senato sul tema delle Olimpiadi invernali, spiega che la candidatura così non può andare avanti. Ed argomenta: “Io ritengo che una cosa così importante come la candidatura olimpica deve prevedere uno spirito di condivisione che non ho rintracciato tra le tre città” (Milano, Torino e Cortina). “Per questo il governo non ritiene che una candidatura così come formulata possa avere ulteriore corso. Questo tipo di proposta non ha sostegno del governo, è morta”. “Io ovviamente giudico negativamente questa situazione – ha proseguito il sottosegretario -. A lungo, fino a ieri, è stata discussa la proposta della candidatura condivisa. Sono stati approfonditi vari aspetti, cercando un minimo comune denominatore tra le tre città proponenti. L’obiettivo era duplice: avere un’unica gestione evento a livello nazionale presso Presidenza del consiglio, che gestiva si soldi, e avere una partecipazione paritetica tra le tre candidate senza che nessuna prevalesse. Su questo – ha detto ancora Giorgetti -, si è innescato un dibattito che non ha portato a soluzione”.”Se Lombardia e Veneto vogliono andare insieme, se ne faranno carico loro anche in termini di oneri. In caso di candidatura tridente il Governo avrebbe messo le garanzie, in questo caso non ci saranno ma dovranno fornirle loro. Se poi anche Torino volesse… deciderà il Coni”, ha detto ancora Giorgetti, a margine dell’audizione in Senato nella quale ha annunciato che per il Governo la candidatura a tre città per le Olimpiadi 2026 “è morta qui”.Sulla candidatura unitaria Milano-Cortina-Torino per i Giochi del 2026, irrompe la componente grillina dell’Esecutivo: “Così non è possibile procedere”. In una lettera inviata a Giorgetti, il sindaco di Milano ha chiesto che la città sia indicata come primo nome nel brand e, in caso di ‘tridente’, la responsabilità amministrativa dell’evento dovrà ricadere in toto al Governo. La missiva ha il carattere della risposta alle richieste di disponibilità delle tre città coinvolte nel dossier unito per la candidatura italiana.”Arrivati a questo punto – rilanciano Luca Zaia e Attilio Fontana – è impensabile gettare tutto alle ortiche. La candidatura va salvata, per cui siamo disponibili a portare avanti questa sfida insieme. Se Torino si chiama fuori, e ci dispiace, a questo punto restano due realtà, che si chiamano Veneto e Lombardia, per cui andremo avanti con le Olimpiadi del Lombardo-Veneto. Il tempo della tattica è terminato. L’occasione è troppo importante per lasciarsela sfuggire, quindi ribadiamo ancora una volta in maniera inequivocabile che Regione Veneto e Regione Lombardia hanno come unico traguardo quello di portare in Italia le Olimpiadi invernali del 2026″ scrivono nella nota congiunta i due governatori. “La Lombardia, con Milano e la Valtellina, e il Veneto, con Cortina, sono pronti a unire le forze e fare squadra per garantire all’Italia una candidatura qualificata. Il binomio delle due regioni che, di fatto, sono il motore trainante dell’intero Paese è la garanzia più importante per centrare l’obiettivo, anche potendo contare sul prestigio internazionale di Milano e sull’unicità di Cortina”.

Sorgente: Olimpiadi 2026, Giorgetti: ‘Proposta è morta qui’ – Sport – ANSA.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adwersing