Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 12.09.2018 e i primi articoli online

Orbán spacca i popolari, divide il governo gialloverde e minaccia l’Europa: «Difenderemo le frontiere, anche contro di voi se necessario». Lega e Forza Italia si schierano con il leader ungherese, i 5Stelle contro. Oggi l’europarlamento vota

EUROPA

La destra illiberale cerca lo scontro frontale

Anna Maria Merlo

Orban all’offensiva a Strasburgo, non cede niente. Oggi il voto sull’articolo 7. La destra tradizionale del Ppe è spaccata. I governi di Italia e Austria a pezzi. Orban inneggia al “popolo” contro la democrazia rappresentativa

COMMENTI

Diritto d’autore, una riforma da ri-costruire senza lobbismi

Vincenzo Vita

Oggi il parlamento europeo deciderà se andare avanti con la proposta in discussione. Che potrebbe pure andare, se si correggesse almeno il brutto articolo 13 che contiene il rischio di un filtro preventivo sui contenuti, per prevenire eventuali infrazioni del copyright. Se non si fa chiarezza, si tratta di censura, affidata tra l’altro agli Over The Top

ESCALATION

Migranti, la strage nascosta: 100 dispersi il 1 settembre

Marina Della Croce

I sopravvissuti hanno raccontato i dettagli al personale di Msf che li ha assititi in Libia. Erano partiti su due gommoni, oltre 160 persone su ognuno, provenienti da Sudan, Mali, Nigeria, Camerun, Ghana ma anche dalla stessa Libia oltre che da Algeria ed Egitto

L’ITALIA SPEZZATA

Genova, il decreto è pronto, i problemi restano

Andrea Fabozzi

Il governo punta a varare il decreto per la ricostruzione e per le infrastrutture entro venerdì, il giorno in cui sarà passato un mese esatto dalla tragedia. Ma resta il problema di come escludere anche dalla procedura di appalto Autostrade, che è ancora concessionaria, e soprattutto come far passare a Bruxelles l’affidamento diretto dei lavori a una società, Finmeccanica, controllata dal ministero dell’economia

ROMA

Contrordine, la mafia nella Capitale invece c’è

Andrea Colombo

La sentenza d’appello riduce le pene ma ribalta il primo verdetto. Esulta la sindaca Raggi e i 5 stelle, ma anche il Pd applaude. 416 bis per 18 imputati su 43, Carminati torna al carcere duro, ora la Cassazione

POLITICA

Abbassare l’Irpef, la terza via del ministro Tria

Riccardo Chiari

Il ministro dell’economia apre ad un accorpamento e una riduzione dell’Irpef, mentre chiede più tempo sia sulla flat tax che sul reddito di cittadinanza. Poi dà il suo ok a Tav e Tap, e ammonisce Lega e Cinque Stelle: la Cassa depositi e prestiti non si tocca.

COMMENTI

Una rappresaglia umanitaria in salsa turca e tedesca

Alberto Negri

Sotto tutela militare per decenni e figlia di un pacifismo dettato dalla storia, nell’ultimo quarto di secolo la Germania ha fortemente creduto nel sogno di una globalizzazione che fosse garanzia di relazioni internazionali meno conflittuali. Ora che questo sogno è in crisi, a Berlino riaffiorano ipotesi come quella dei raid in Siria e quella di un esercito europeo

CULTURA

Tim Marshall e la fenomenologia del filo spinato

Guido Caldiron

Parla il giornalista britannico autore di «I muri che dividono il mondo», pubblicato da Garzanti. «Un terzo degli stati nazionali hanno costruito recinzioni lungo i confini; metà di quelle erette a partire dalla Seconda guerra mondiale è stata creata tra il 2000 e oggi»

L’incanto possibile del Festival del Mediterraneo

Guido Festinese

L’associazione Echo Art, che porta avanti con serena ostinazione il Festival Musicale del Mediterraneo, giunto quest’anno alla ventisettesima edizione, regala per il 2018 anche l’inizio di un nuovo percorso di indagine, riflessione e grande musica che esplora le possibilità di mettersi a confronto: si intitola Eurafrica

America tra sport e intolleranza

Nicola Sellitti

La sfuriata di Victoria Williams contro il giudice di gara ha spinto l’opinione pubblica negli Usa a interrogarsi nuovamente sul sessismo e sulle forme più eclatanti di intolleranza che hanno portato alla nascita del movimento #metoo, ma anche la questione salari, sulle donne pagate meno degli uomini a parità di mansioni

Suite in sei movimenti per altre galassie

Nazim Comunale

La We Insist ! Records, fondata da Maria Borghi, esordisce con due vinili in formato cofanetto, una dichiarazione d’intenti per questa nuova realtà che vuole farsi megafono di sperimentazione

L’ULTIMA

Un milione alla Diada di Barcellona

Luca Tancredi Barone

Tutti ai loro posti per non lasciare spazi vuoti nei sei chilometri della Diagonal per la prima, colorata, festa indipendentista catalana all’epoca del governo socialista di Pedro Sanchez

Sorgente: il manifesto del 12.09.2018 | il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.